BILANCIA : “UNA COSA BELLA E’ UNA GIOIA PER SEMPRE”

“Solo le cose belle e i bei pensieri possono alimentare l’amore”

20091116143618-29091ce8-864x400_c”La Bellezza non può essere interrogata: regna per diritto divino. “La Bellezza è una forma del Genio, anzi, è più alta del Genio perché non necessita di spiegazioni. Essa è uno dei grandi fatti del mondo, come la luce solare, la primavera, il riflesso nell’acqua scura di quella conchiglia d’argento che chiamiamo luna.”Oscar Wilde 16 ottobre 1854

636024248152408553-949726127_oscar_wildeOscar Wilde, ha così ben espresso in tutta la sua vita la sua idea di amore e di bellezza , tanto da permetterci di accedere  ai significati più intrinsechi del  suo segno solare:una Bilancia con Venere nel segno e Mercurio in Scorpione. Mente superba e affascinante incontra il nostro elucubrare proprio nel suo più famoso e conosciuto libro: “Il ritratto di Dorian Gray”.Uomo di rara bellezza,”un opera d’arte, prodotta dalla natura stessa”, narcisisticamente innamorato di se stesso.. “Aveva espresso un pazzo desiderio: che potesse lui rimanere giovane, e il ritratto invecchiare; la sua bellezza restare intatta, e il viso dipinto sulla tela portare il peso delle sue passioni e dei suoi peccati. […] Pareva mostruoso persino pensarci”

23850-copia-di-the-picture-of-dorian-gray-il-ritratto-di-dorian-gray-film_jpg_620x250_crop_upscale_q85Tutte le brutture della sua vita, tutte le deformazioni del suo cuore e del suo carattere , i vizi gli abusi e le cattiverie commesse con leggerezza e superficialità saranno incise nei tratti di quel viso dipinto…“Com’è tragico” mormorò Dorian Gray, gli occhi fissi sul suo ritratto “com’è tragico! Io diventerò vecchio, brutto, ripugnante. E questa immagine rimarrà sempre giovane..Oh, se si potesse realizzare il contrario! Se io dovessi rimanere sempre giovane, e il ritratto diventasse vecchio! Per questo, per questo, darei qualunque cosa! Darei la cosa più preziosa del mondo! Darei anche la mia anima per questo!”. Un uomo che in quel desiderio rinuncia alla sua coscienza contravvenendo tutte le leggi morali ed etiche. La sua bellezza diventerà solo una maschera , mentre la sua anima ,sarà distrutta dal ogni tipo di scelleratezza. Dorian non diventerà mai un uomo non sperimenterà l’invecchiamento, non si confronterà con l’esperienza ,ma resterà per sempre “un bambino capriccioso e vanesio” fino alla sconfitta finale, nel giorno in cui tutti i conti dovranno essere pagati..

moon-4Un opera di straordinaria intensità che ci restituisce simbolicamente il bisogno spesso ossessivo di un certo tipo di Bilancia che alla “Grande Bellezza” sacrifica tutti i suoi valori più nobili. Incapace di riconoscere la propria parte oscura si avventura alla ricerca del’ “Elisir di Giovinezza”, negandosi alla drammaturgia di una vita vera. Ed Urano, suo signore, proprio in quella mancata autenticità farà pagare un caro prezzo : la caduta delle illusioni, la vecchiaia tanto temuta arriva per tutti ,e se non siamo cresciuti, se non abbiamo fatto esperienza , dovremo fare i conti con un immagine in cui non ci riconosceremo più perché l’unica cosa che avremo servito sarà la nostra Vanità.7eef0cf1c6f794527f8dec55a9428cc3 Sebbene tanto più spesso non arriviamo a certe estremizzazioni vi invito comunque a riflettere sul grande rischio che corre una personalità “bilancina” quando insegue solo l’effimero. E questo ci aiuta anche ad indagare, senza troppi giri di parole, il suo rapporto con l’ombra , che porta la Bilancia, a non accompagnare, spesso, la crescita fisica con quella psicologica. Un segno che, invece, realizzato e nella sua forma più autentica, ha dalla sua molto da dire e molto da insegnare. Soprattutto sul concetto più alto di Bellezza, Relazione e Amore.

La Bilancia appartiene all’elemento Aria ed ha dalla sua sicuramente una forte componente di razionalità,ma è il simbolo della Venere per eccellenza e si lega fortemente alla capacità Affettiva,riscontrabile in tutti noi nel rapporto che abbiamo con lei,figlia di Urano e con la nostra  settima casa. È il segno dell’equilibrio, dell’etica, dell’estetica, simbolo della capacità umana di relazione e scambio. È diplomatico, si lega a professioni di consulenza, può essere un Giudice, comunque uno che debba decidere fra due posizioni e dare un’opinione insindacabile. Ma è anche un essere divino con una sensibilità artistica superiore alla media , con un ideale di perfezione e di bellezza soprattutto se si lega nel tema a Nettuno. Ma come per chiunque di noi, non nasce con tutte queste qualità ,dovrà conquistarle nel suo viaggio. Ha un rapporto privilegiato con la sua parte femminile e dovrà lavorare molto, per integrare il Maschile. Una rivalità fra Anima e Animus, dove l’Animus dovrà farsi strada per incontrare la sua identità. La Bilancia inizia il suo viaggio con tante contraddizioni ,ha bisogno attraverso l’altro di incontrarsi,riconoscersi. Il suo è un rapporto a due. La sua natura è duale: dare importanza a me o all’altro? Dovrà lavorare costantemente sulla scelta, e l’incertezza è sempre dietro l’angolo. Se scelgo questo a cosa rinuncio? Sente costantemente dietro di se il dubbio che comunque sceglierà saranno guai!! Proprio come il povero Paride..

paride“Sulla tavola dove erano assisi gli Dei e le Dee, Eris buttò una mela d’oro dicendo che era per la più bella. Subito le giovani dee Giunone (Era), Venere (Afrodite) e Minerva (Pallade Athena) rivendicarono a sé la mela della discordia, ritenendosi ognuna la più bella. Stanco del grande litigio, intervenne Giove ordinando a Mercurio di portare le tre contendenti sul Monte Ida e che il pastore Paride facesse da giudice. Naturalmente, ognuna delle tre, per rafforzare la propria bellezza agli occhi del giovane,gli promisero un premio: Giunone, promise a Paride che, se avesse giudicato a suo favore, sarebbe diventato re di tutte le terre e il più ricco di tutti i mortali. Minerva disse che, se fosse stata lei la vittoriosa, Paride sarebbe diventato il più forte tra i mortali ed esperto di ogni arte;Venere, infine, promise a Paride, in cambio della vittoria, di dargli in moglie Elena figlia di Tindaro, la più bella di tutte le donne…” (www.settemuse.it)  Paride sceglierà, l’amore, darà la mela d’oro ad Afrodite , e sebbene abbia tentato una cortese mediazione e un confronto equo con le altre due dee, loro, offese a morte, per il mancato riconoscimento perpetreranno i loro progetti di vendetta scatenando la guerra di Troia e sterminando tutta la sua famiglia. Questo mito di presta, dunque molto a comprendere l’enorme fatica della bilancia nel dover rinunciare a qualcosa ogni volta che è obbligata a scegliere, ma come ci ricorda Lidia Fassio “[…]È la scelta che da il via alle case sopra l’orizzonte, il che significa che senza scelta non c’è possibilità di aprire l’altra parte. […]E Urano in bilancia ci dice che la scelta non ha niente a che fare con la rinuncia.. Perché quando si rinuncia è perché non si è scelto. Mentre la scelta è proprio: “io chiudo con quella parte”,ed è estremamente liberatoria..il resto è come se non ci fosse più. E nella scelta vera non c’è mai rimpianto, nella rinuncia c’è sempre il rimpianto. Rinunciare è una tematica saturniana, scegliere è una tematica di Urano/Venere.”e75b84afa54fd72af405d2b7338b8430La Bilancia comunque impara presto a mettere in relazione due cose fra di loro, il suo problema risiede principalmente nella sensazione molto forte che prova internamente quando si rende conto che la scelta implica, un abbandonare, un dividere ,un rompere quell’armonia che c’è in ogni cosa, come se quel bisogno di mediazione tanto caro al segno possa venire compromesso! Ma dovrà farlo. Valutare, mediare, scegliere, per imparare ad amarsi prima di poter amare, rispettarsi, prima di rispettare. Seguire la propria scala di valori, per raggiungere l’equilibrio, fondamentale presupposto per l’Armonia. E questo è anche il viaggio che noi tutti incontriamo nella settima casa a prescindere il segno di appartenenza. Lo scontro avviene fra due forze opposte: Marte e Venere, i mitici amanti stellari che devono imparare a convivere donandosi l’uno all’altro pacificamente. Marte deve essere addomesticato da Venere almeno quanto Venere deve imparare ad agire con maggior determinazione. La Venere in ogni tema significa prima di tutto imparare a combattere per affermare le proprie scelte, acquisire il valore di se , per arrivare a conquistare la propria autostima. E se sono una Bilancia questo diventa il presupposto migliore per arrivare a un’identità precisa in linea con l’esigenza di benessere personale. La sua apparente ipocrisia, di cui viene spesso accusata in realtà è solo la difficoltà che ha di prendere una posizione, per quel senso di disarmonia che vive quando entra in conflitto con l’ambiente. Una contraddizione esistenziale che la porta più di altri a vivere dinamiche triangolari, che la vedono quasi sempre perdente. Pensiamo alla difficoltà che incontra quando si deve confrontare con le piccole cose della vita quotidiana, come scegliere il colore di un vestito, ad esempio!b506c1ed088874e5d288a46e1e8924e4

Quando non è sicura ,si innesca, il dubbio la vedi andare in panico, con il risultato che troppo spesso, o compra tutti e due i vestiti o se ne va a mani vuote!! Qualunque decisione deve prendere, è sempre difficile, soprattutto quando è obbligata ad assumere posizioni precise in una disputa. La sua incertezza e i suoi dubbi spesso la fanno sembrare indifferente, concentrata solo su se stessa, poco interessata alla questione. Tenta sempre soluzioni di incontro e appare come uno che dà ragione ad entrambe le parti,ma la verità è che in fondo non vorrebbe far soffrire nessuno ne dare torto a qualcuno, odia litigare, non sopporta i contrasti e le disarmonie, ne gli scontri aggressivi e violenti. Il rapporto del segno con Marte e il suo contraltare, l’Ariete in questa dinamica si comprende benissimo: chi porta Marte in Bilancia ha il vantaggio di rapportarsi con gli altri in maniera civile,usando la parola come azione di confronto, distanziandosi sempre da volgari alzate di voce, ma spesso appare come una persona bloccata nell’azione quasi manchi di coraggio e decisionalità, sempre in bilico, troppo proiettata verso l’opinione esterna, senza forza e spontaneità… e se incontra una discussione con l’Ariete.. dio ce ne liberi!!!tumblr_static_4nk722zb90u8808g0cgw04w4g Fuochi e fiamme per l’amico di Marte che non riesce mai a trovarsi soddisfatto nel confronto,perché mentre lui avanza alzando la voce, l’altro indietreggia disgustato, provocando ulteriore frustrazione che spesso si conclude con rotture inevitabili, anzi, per abbandono del “ring” da parte di Marte in bilancia!!!! Ma non pensate neanche per un attimo che con il suo ossessionante bisogno piacere all’altro, di tenere tutto in equilibrio, la Bilancia non sia in grado di capire dove sia la verità, dove risiedono le ragioni o non sia capace di difendersi. Il punto troppo spesso sta nel tempo di cui ha bisogno, per valutare attentamente le cose prima di parlare o di agire. E questo Marte in Ariete non lo concede mai! Le modalità di confronto sono troppo diverse. La bilancia “è il primo segno che riconosce l’interlocutore”,ha sempre un occhio attento sull’altro e non ama la prevaricazione,riconosce l’altro come diverso da se “avente gli stessi diritti e gli stessi doveri”. Mentre l’amico ariete..beh è esattamente il contrario,fortemente autocentrato e addirittura in certi casi..l’altro non è neanche previsto !! Altro punto della questione parte anche dalla difficoltà nella Bilancia di gestire serenamente le proprie emozioni,se pensiamo che è in quadratura al cancro dobbiamo immaginare il lavoro che dovrà fare per integrare la Luna . Non dimentichiamoci che è un segno d’aria e con le emozioni qualche problema ce l’ha sempre.

“Il vantaggio delle emozioni è che ci traviano”  (Oscar Wilde)

ccc7bcb47fe28f8d3dc60f9917f591d6_notte-tramonto-bn-panorama-bw-ponte-italia-fiume-roma-sunset-night-italy-tevere-black-and-white-rome-isola-tiberina-river-bianco-e-nero-nightscape-tiber-ponte-cestio“È tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore, il silenzio e il sentimento, l’emozione e la paura… Gli sparuti incostanti sprazzi di bellezza. E poi lo squallore disgraziato e l’uomo miserabile.”
(La grande bellezza- Gambardella)

Se pensiamo alla Luna in Bilancia possiamo provare a capire: legata alla bellezza, al senso estetico, è incapace di vivere i disequilibri del cuore,rimane spesso asettica ma in realtà è una difesa perché dentro se stessa le emozioni devono essere esperite attraverso la parola, la comunicazione, intoccabile, razionale e distaccata,ma non di ghiaccio,e chi ha questa connotazione lo sa bene.. perché ha avuto a che fare con una madre spesso proprio così: una silente meravigliosa, virginale fredda bellezza..ma un anima libera. Molte delle sue difficoltà nascono dalla sensazione che dà di essere molto formale e poco incisiva, ma come per Marte in bilancia la dinamica interna è la stessa e in più ha anche un forte bisogno di essere accettata e accolta dall’esterno,di piacere agli altri sempre, e soprattutto quando ci sono nel tema delle lesioni, questo aspetto si accentua, spostando all’esterno i suoi veri bisogni e vivendo fortemente decentrata da se stessa.  Dovrà dunque lavorare proprio su questo per dare la direzione giusta a quello che sembra l’incontro fra due forze opposte. Integrare la contraddizione e imparare a portare alla luce la parte più bella e più vera, l’Anima, solo in lei risiede la vera bellezza. Imparare ad amare i propri difetti per accogliere quelli degli altri. Percepire la meraviglia della propria diversità per incontrare quella dell’altro.. Vivere la propria vita non la vita di qualcun altro, questo è il viaggio…perché in fondo i veri bisogni di ogni essere umano non risiedono nella ricerca della felicità effimera , il vero Eldorado sta nella raggiunta saggezza che sopraggiunge solo con la Serenità! 
images

E per la Bilancia, primo vero segno sociale la serenità convive con il forte senso di giustizia. Ha bisogno di dare rispetto e valore all’altro, e di riceverlo. “La mia libertà finisce quando incontra la tua”. E la relazione affettiva sarà sempre al primo posto, non in un meccanismo del tipo: “non posso vivere senza di te”, ma in un connubio di anime in perfetta armonia, una relazione adulta matura consapevole che prevede la libertà di dire: “Io ti scelgo ogni giorno, perché non ho bisogno di te, noi siamo due metà di una mela e guardiamo insieme nella stessa direzione.” E sentirà un costante senso di insoddisfazione se non incontra tale perfezione. È infatti uno dei segni che può tradire di più, ma che non lascia mai ( ahimè scegliere che guaio!!). Spesso per comprendere il senso della sua morale, diventa indispensabile analizzare l’incontro con il segno che precede,la Vergine, di cui può nel tema portare alcuni valori, o del segno che segue lo Scorpione di cui altrettanto spesso porta traccie sul tema. Se c’è molta Vergine, il concetto di imperfezione è più forte come il bisogno di discriminazione , ma anche quello di una morale comune. Si lavora molto sul senso di sentirsi perfetti in qualsiasi momento e di entrare in relazione con l’altro partendo dal concetto di equo e giusto. 8Sempre molto attenti a non commettere errori, vivono spesso una sorta di dicotomia per riuscire ad accettare che quello che piace o quello che sei veramente, può non piacere. Cercano troppo spesso di accontentare l’altro per non creare scompensi con la propria natura e nel farlo rinunciano al proprio valore, e alla propria autenticità.
“..la paura è che un errore possa compromettere il tutto”

Altra cosa è per la bilancia convivere con valori Scorpione. Qui la dinamica della moralità comune, fortemente legata a Saturno nella Vergine perde di significato quando incontra Plutone (e qui vi chiedo di ripensare a Oscar Wilde e a Dorian Gray). Ci troviamo spesso di fronte a persone che hanno una propria etica ,una morale personale che entra in rotta di collisione con il senso di giustizia comune. Sono meno disposti a compromessi ed entrano in gioco forti dinamiche di auto-manipolazione. Qui l’armonia è difficile. Si rischia una spaccatura radicale fra il dentro e il fuori. E il rischio è non accedere mai alla propria verità se non a prezzo di dure prove. Si vive il bisogno di stare in relazione ma troppo spesso ci si svende , si offre all’altro una maschera di cui non si è consapevoli. Non ho stima di me stesso. E onestamente in questo caso le dinamiche triangolari aumentano! Per la Venere in Scorpione su un sole bilancia , è molto difficile comprendere se la scelta è giusta, fa molta fatica a tagliare,recidere una relazione che non funziona,dovrà ri-costruire e ri-contattare tutta una scala di valori per incontrare la verità del cuore e la propria autenticità emotiva.9ea85b0878ee9cd402e2baf5290f48e0 “Dalle ombre irreali della notte torna a noi la vita reale che conosciamo. Dobbiamo riprenderla da dove l’avevamo lasciata, e in noi si insinua il senso terribile di un’energia che deve continuare nello stesso monotono circolo di abitudini stereotipate; o magari il desiderio violento che una mattina i nostri occhi possano aprirsi su un mondo che nell’oscurità è stato rimodellato per il nostro piacere, in cui le cose si diano nuove forme e colori, siano diverse o abbiano altri segreti, un mondo in cui il passato abbia poca o nessuna importanza, o comunque sopravviva in forme ignare di obblighi o rimpianti, avendo il ricordo della gioia la sua amarezza, e quello del piacere la sua pena.”(Dorian Gray)

Dal punto di vista spirituale ( penso a tanti soli 12a), la ricerca della perfezione dell’anima diventa “impossibilità a convivere con le brutture del mondo”, e questo mondo, oggi più che mai ci appare  squallido e tanto, tanto triste. Ci viene difficile se siamo legati a questi valori, riuscire ad accettare un immagine mediocre dell’esistenza e spesso non essendo in grado di accedere ad una qualità superiore ci concentriamo esclusivamente sul coltivare la nostra bellezza a scapito del cuore, dell’anima, e della mente. Il delirio narcisista generazionale di questo momento storico, diventa il vero problema oggi, la  difficoltà che incontriamo sempre più spesso, è proprio impegnarsi  seriamente in una relazione:

braccianti450b“..in un’età in cui «gli uomini e donne disperati perché abbandonati a se stessi, che si sentono degli oggetti a perdere, che anelano la sicurezza dell’aggregazione e una mano su cui poter contare nel momento del bisogno, e quindi ansiosi di “instaurare relazioni” [sono] al contempo timorosi di restare impigliati in relazioni “stabili”, per non dire definitive, poiché paventano che tale relazione possa comportare oneri e tensioni che non vogliono né pensano di poter sopportare e che dunque possa fortemente limitare la loro tanto agognata libertà di … si, avete indovinato, di instaurare relazioni” (“Amore liquido. Sulla fragilità dei legami affettivi” di Zygmunt Bauman)

E qui diventa utile sapere che uno degli organi legati alla Venere e alla Bilancia è la Pelle , che rappresenta proprio il confine fra me e l’altro. E le malattie su questo, che è l’organo più esteso del nostro corpo, segnalano proprio un disagio relazionale fra il dentro e il fuori , soprattutto sul viso. Si usa dire hai un viso luminoso, una pelle meravigliosa… e questo è un segnale di salute, vuol dire che l’esterno combacia perfettamente con l’interno: “..la faccia è l’indicatore di quello che mostri, quindi spesso nella bilancia fino a che non è realizzata, fino a quando non riesce a imparare le cose che deve imparare a fare, mostra sempre un’accondiscendenza, un adattamento che in realtà dentro non c’è, tende sempre a smussare gli angoli, questo suo non schierarsi vuol dire non usare Marte, perché Marte è quello che taglia e separa e dice io sono questo, tu sei quello..” (Lidia Fassio).  Se è pur vero che il compito è mediare è altrettanto valido il concetto di “non sopportazione”, di ”non adeguamento”, di non accettazione, di quello che non è parte di me. Ed ecco che allora aumentano malattie come la  psoriasi, la vitiligine, che sono esattamente, manifestazioni di una rabbia (Marte) inespressa, non agita, che non è ancora arrivata alla coscienza. Altro punto da prendere in considerazione è legato proprio al contatto fisico:quando non funziona la bilancia fa proprio fatica a toccare ,c’è un senso di pericolo, di contaminazione e malattia molto forte, soprattutto con valori vergine. Ecco allora che la pelle diventa proprio il confine di separazione impedendo all’altro e a noi stessi di vivere il senso di scambio e di affetto tanto caro alla venere in toro ad esempio. Quel bisogno di “asetticità” e di mancato contatto ovviamente va inteso anche con una venere legata a saturno

e92c1d487ee3e09ef5ca790fbea3a952“Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell’egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità.”(Oscar Wilde)

Ma se tutto è in linea con i valori più alti del segno,non c’è freddezza,non c’è distacco,c’è magia, c’è amore, la Bilancia non è pulsionale,non è mai volgare, ha un erotismo estremamente raffinato, è l’esteta dello zodiaco, possiede una grande sensibilità artistica e dovunque vada,comunque vada ricordate sempre.. è colei che porta Bellezza…

“E vedere bellezza crea bellezza…

bimbo-con-madre

…vedere amore crea amore,

“Tu sei la ragione per cui io esisto,tu sei tutte le mie ragioni”(Beatiful Mind)

Una carezza sul cuore,amica Bilancia :UNA COSA BELLA E’ UNA GIOIA PER SEMPRE”
(John Keats-Endemione )

by Nunzy Conti-tutti i diritti sono riservati

2 pensieri su “BILANCIA : “UNA COSA BELLA E’ UNA GIOIA PER SEMPRE”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...