Oroscopo 2017 “Il viaggio di Ritorno”

“Passeggiando sotto le Stelle”

Apre il nuovo anno con un seminario dedicato all’Oroscopo del 2017

ulisse

“Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.”(Seneca)
Il ribelle torna a casa..vittorioso o sconfitto?

Ma...
“Un timoniere di valore continua a navigare anche con la vela a brandelli.”(Seneca)

Il 2017 sarà determinante soprattutto per coloro che hanno già da qualche anno intrapreso il “viaggio” con coraggio e consapevolezza,e oggi con tenacia e determinazione sapranno orientare le vele.. E comunque il 2017 diventerà significativo per coloro che sono da tempo alla ricerca del significato della vita,che sia l’amore o la propria affermazione personale.Si dovrà dedicare parte del tempo alla ricerca del proprio benessere interiore. E se anche le vostre scelte potrebbero costringervi a lasciare andare cose che ritenevate importanti…sappiate usare i bisogni dettati dalla vostra coscienza e i dictat della vostra etica personale, rifuggendo tutti i luoghi comuni. Anche per colore che iniziano solo ora il proprio risveglio ci saranno novità importanti.
Questo workshop dunque sarà interamente dedicato all’analisi dei transiti del 2017,segno per segno. Analizzeremo insieme in modo nuovo e rivoluzionario il nostro cammino in questo anno che ci coinvolge tutti in modo determinante. Esperienza unica e sconvolgente e senza dubbio molto arricchente. Favorirà moltissimo la conoscenza delle proprie dinamiche, per attuare in seguito le strategie necessarie alla risoluzione.
Il viaggio del 2017 per tutti i segni zodiacali andrà indagato attentamente. Solo chi potrà avere l’accesso alla conoscenza dei propri transiti riuscirà a sfruttare al meglio gli effetti che ne deriveranno e che andranno ad influenzare il risveglio e la trasformazione personale,attraverso le scelte che si presenteranno e alle quali non ci si potrà esonerare! Pena la paralisi!

La rinascita sappiate comincia fin da ora.

ero-sono-saro-passato-presente-e-futuro-della-m-ia-vita

“La terra finisce là dove comincia il cielo” così è iniziato il nostro viaggio nel 2016…L’anno appena terminato avrà gettato le basi per affrontare le incognite del ritorno? Come Ulisse dovremo affrontare molte prove prima di approdare alla tanto agognata “Itaca”

Perchè questo è l’anno delle possibilità.

La-formica-stonata-e-la-cicala-sfaticataL’energia sarà esplosiva . Dovremo costantemente tenere bene a mente la “meta”. Il fuoco divampa in questo 2017 e Marte suo vassallo terrà alta la sua spada!!!
A noi la chiave per agire la nostra vita!
I transiti sono decisamente interessanti,ci permetteranno di scegliere anche oasi e soste rigeneranti,avremo la possibilità di interagire in essi e con essi per districare attraverso un quotidiano attento e consapevole anche le matasse più ingarbugliate.
Ciò che conterà sarà essere nel “qui ed ora”.

“Devo liberarmi del tempo/e vivere il presente giacché non esiste altro tempo/che questo meraviglioso istante”.
(Il mio passato-Alda Merini)

essenza-della-animaE forse è proprio per questo che sarà fondamentale conoscere, analizzare e ben interpretare più che in altri anni ,l’andamento dei pianeti veloci,ovvero Mercurio Venere e soprattutto Marte che viaggerà dai pesci allo scorpione in questo 2017. Dovremo cogliere la giornata giusta ,il momento d’oro o anche quello in cui evitare di mettersi in gioco! E sebbene i transiti dei grandi pianeti metteranno l’accento solo su alcuni gradi dei segni che stanno attraversando e gli altri in aspetto ad essi, noi ci prepariamo a conoscerne e anticiparne gli effetti. La prima cosa da fare nel vostro viaggio è non sottovalutare Marte di transito in relazione al nostro Marte di nascita e i suoi rapporti con il Sole, in esso è concentrata la nostra capacità di azione-reazione-difesa. E neanche per un attimo ignorare la cara adorata Venere che ci inviterà a guerreggiare per difendere noi stessi, le nostre idee,l’amore di “se” e il valore che ci diamo .Imparare a combattere per le cose in cui si crede,ritrovando o incontrando finalmente una dignitosa quanto necessaria AUTOSTIMA.

“Impara a piacere a te stesso. Quello che pensi tu di te stesso è molto più importante di quello che gli altri pensano di te. ”(Seneca)

53196512903468bbdd350a6dc8c8ae32Un eccellente possibilità dunque,grazie al lungo anello di sosta in Ariete.
Mercurio saltellerà rapidamente da un segno all’altro soffermandosi ancora per questo anno nei segni di terra ma regalandoci un dicembre tutto infuocato che anticiperà gli anelli di sosta che farà in fuoco nel 2018.
Chiuderemo l’anno con l’ingresso di Saturno in capricorno il 20 dicembre ,ma già dopo l’ingresso di Giove in scorpione a ottobre , sentiremo la sottile energia del cambiamento di direzione. L’invito è tenere mente e cuore ben allineati…

“La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l’opportunità.” Seneca

meteoriteSabato  4 febbraio, dunque incontreremo e analizzeremo gli elementi e tutti i segni zodiacali con una visione generale dei passaggi dei pianeti lenti e dei veloci.
Domenica 5 febbraio, invece sarà interamente dedicata ai vostri personali transiti attraverso un viaggio esperenziale di grande impatto per le vostre coscienze
Vi aspetto intrepidi viaggiatori e vi ricordo che
“Solo i sognatori hanno il potere della visione”

alda

Il seminario si svolgerà al Cantiere Teatrale a Roma nei giorni di sabato 4 febbraio e domenica 5 febbraio.

Si può accedere nell’unica opzione di sabato , ma non sarà possibile partecipare alla sola giornata di Domenica. Ovvero per comprendere i propri transiti è necessario esserci per l’intero svolgimento del seminario.
Sabato dalle 14,00 alle 19.30
Domenica dalle 11.00 alle 19.00
Per informazioni
telefonare al 3476820785
oppure mandare mail ad
astriecontrasti@gmail.com

Nunzy Conti-tutti i diritti sono riservati

GIOVE: ”SIATE AFFAMATI,SIATE FOLLI”

”La vita umana, nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia.”
Erasmo da Rotterdam

giove-bambino

Usate il Libero Arbitrio per camminare la vostra vita, portate i vostri Sogni nella direzione della Vostra Anima. Rivoluzionatevi. Osate adesso. Rischiate l’Errore Salvifico…perché tutto quello che rimarrà di voi, se non avrete Coraggio, sarà il Rimpianto di non aver creduto abbastanza e la disperante monotonia del Vivere

La Follia come base della Creatività. Questo è il momento storico del cambiamento.. Ci vuole un gesto folle per trasformare davvero la propria vita, attingiamo a quella Follia,a quella Creatività, perché con il solo uso della Ragione e della Logica,non usciremo dal Labirinto. Ci siamo nascosti dietro un sistema di regole che blocca ogni nostra Evoluzione..e inoltre siamo paralizzati dalla Paura. Paura che ci impedisce di inseguire il nostro Sogno… Mentre Giove insiste  nel ricordarci :

“AMA IL TUO SOGNO OGNI INFERIORE AMORE DISPREZZANDO”

un-vincitore-e-solo-un-sognatore-che-non-si-e-mai-arresoSolo lui ha il potere di farci “vedere” qualcosa di importante, come una stella cometa lui passa sul nostro cielo, è rapido..ma si dona solo a quelli che avranno gli occhi rivolti al cielo e che non hanno smesso di aspettare, di cercare,o di desiderare! Ecco forse è proprio questo a cui dobbiamo pensare quando ci rivolgiamo a lui: una stella cometa. E fu proprio la sua scia ad annunciare l’arrivo di Gesù.. la Via da seguire, ma solo pochi lo capirono, coloro che aspettavano, coloro che credevano, coloro che erano disposti a inseguire le proprie convinzioni, a rincorrere quella stella senza farsi troppe domande. Proprio questo è il punto più forte di Giove: Fede e Fiducia ,nel proprio sogno ,nel proprio viaggio. Abbandonarsi ,affidarsi per incontrare la propria Rivelazione. Per tutti gli altri non c’è speranza,per chi ha smesso di credere e “ vive per sopravvivere “ non ci saranno doni,non ci saranno transiti che possano fare la differenza perché quella differenza la facciamo noi con il nostro coraggio , con una volontà ferma e un pizzico di Follia: per chi non è disposto a correre dei rischi,buttandosi nella mischia,l’incontro con Giove si può tradurre in “nulla di fatto(quando va bene!!!)

“Sono due i principali ostacoli alla conoscenza delle cose: la vergogna che offusca l’animo, e la paura che, alla vista del pericolo, distoglie dalle imprese. La follia libera da entrambe. Non vergognarsi mai e osare tutto: pochissimi sanno quale messi di vantaggi ne derivi.” (Erasmo da Rotterdam)

coelho-sognoVergogna e paura,ecco due aggettivi che non appartengono a Giove. Giove è il nostro Guru interno,colui che ci infonde la fede necessaria per andare avanti quando tutto va male e ci sono momenti di grande sconforto. È lui che ci guida che ci aiuta a non mollare,ci dona intuizione, e nel transito al Sole illumina come un flash il cammino , la strada, quando intorno a noi è buio e ci sentiamo smarriti. Ed è sempre lui che ci aiuta a interpretare e decodificare i messaggi dell’inconscio quando sogniamo ( nei sogni il grande maestro è Nettuno ma è grazie a Giove che riusciamo a interpretare!). “Giove è l’adattamento alla vita” Ci dona il coraggio di vivere, la capacità di affrontare la vita,ci aiuta a trovare gli strumenti necessari per arrivare alla realizzazione del nostro progetto  e onorare la nostra vera Vocazione. Giove ci levi-montalcinidice che la vita offre sempre grandi possibilità e fantastiche sorprese e nell’affrontare le nostre sfide,  non dovremmo mai dimenticare le cose belle che abbiamo vissuto, concentraci su quelle, non cadere nella trappola del ”l’insostenibile pesantezza dell’essere”, ma partecipare alla vita con leggerezza, anche quando tutto sembra essere contro di noi. Voltare pagina, cambiare strada,osare il vicolo sconosciuto. Sorridere all’incertezza. Giove ci chiede di “vivere intensamente e desiderare immensamente” E i tuoi Desideri.. caro amabile folle Giove, sono il fondamento della tua essenza. Certo nel farlo non sei parsimonioso, e questo ci obbliga ad indagare un po’ il rovescio della medaglia, ovvero , la Tua Ombra! Giove desidera, Giove vuole, Giove comanda,ma lo fa con il sorriso sornione che lo contraddistingue e nonapoleone-bonaparten si può negargli nulla, ne dirgli  no… e questo il mito ce lo racconta molto bene … “Il mito ci passa, per tradizione, il bisogno di Giove di andare sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo: una nuova conquista, una nuova conoscenza, nuovi territori, in modo da inglobare tutto il sapere,tutto l’amore,tutti i piaceri della vita, all’interno di un contenitore senza fondo… ed io mi guarderei bene dal sottovalutarlo… troppo spesso sbaglia,commette errori…quando vuole qualcosa,non si ferma di fronte a niente. C’è una sua natura interna e sconosciuta che ce lo restituisce “divino scontento”ogni volta che non riesce ad esaudire i suoi desideri.”(Giove e il cannibalismo-Nunzy Conti)  Anni fa mi impegnai in una relazione fra Giove e il cannibalismo e a onor del vero rimasi molto perplessa quando dopo scrupolose indagini personali trovai importanti collegamenti fra questo pianeta e le carte natali di alcuni serial killer cannibali Da quel momento ho cominciato a guardare Giove anche in un altro modo: “…accanto a quel dio giusto si nasconde forse un dio vizioso,un Arsenio Lupin dell’imbroglio e il sotterfugio,da farmi oscillare sui suoi significati di lettura. Dove lo porterà la sua inesauribile fame?Dove lo condurrà la sua ingenuità?Dove le sue chiacchiere bonarie e quel suo fascino sornione e convincente? Pensiamo a Giove come pianeta,il più grande del nostro sistema solare…in realtà è un grande pallone gonfiato..se vogliamo scoprire la sua vera natura, dobbiamo calarci al suo interno, fino al nucleo. Giove ci nasconde qualcosa. Ed io a quel nucleo mi voglio rivolgere..a quella piccola massa nascosta. Mi voglio calare all’interno, per togliere la censura su molte dinamiche di quello che a mio avviso è un pianeta molto sospetto. Giove mi fa pensare al Genio di una lampada che non esaurisce mai i suoi desideri,desideri spesso illegittimi..” (Giove e il cannibalismo).

bukowski-audaciaTutto il mio ragionamento in quel contesto indagò ovviamente la parte Numinosa di Giove, e ve l’ho riproposto perché lo teniate costantemente presente quando riflettete sugli effetti che potrebbe avere se non funziona o funziona troppo. Resta indiscussa la parte Luminosa. Le simbologie a cui si lega sono senza dubbio moltissime ed anche se il passaggio sui pianeti che tocca durante il transito è davvero veloce ritengo che dobbiamo tenerlo in grande considerazione. Ma bisogna disfarsi di alcuni preconcetti a lui associati,soprattutto quando si analizzano i transiti. Abolita la parola: Fortuna. Censurato il concetto: “Giove nel segno, anno fortunato”. Sarà sempre l’intero tema e il nostro personale viaggio a indicarci il grado di consapevolezza raggiunto e quello a cui siamo candidati. Rimane fondamentale invece il concetto di Espansione, nella riflessione che Giove “espande quello che trova”,ovviamente. E Il passaggio sul Sole (occhi al cielo: dura pochissimo), che diventa un momento molto importante per “vedere” e intuire qualcosa di fondamentale a cui dobbiamo accedere per aprire o chiudere nuovi percorsi: dopo l‘Insight Gioviale non possiamo più essere gli stessi! Giove è un pianeta che lavora all’interno della coscienza. Insieme a Saturno ci permette di portare fuori i contenuti di cui abbiamo bisogno per crescere in consapevolezza. Urano. Nettuno e Plutone, indiscussi interlocutori del nostro “inconscio” innescano con Giove un ponte di connessione quando qualcosa di sconosciuto deve entrare nella coscienza. Sarà proprio lui che dovrà interpretare e traghettare al di qua, nei luoghi del “conscio”quei contenuti. L’ IO viene costantemente protetto difeso e per certi versi isolato da una sorta di muro di Berlino, il SUPER-IO, che blocca l’immissione di contenuti dell’Inconscio ai quali non siamo preparati perché troppo difficili da elaborare o per i quali non siamo pronti ,ma che cercano comunque costantemente di entrare. Ma l’IO, si deve espandere, prima o poi dovrà appropriarsi di quelle informazioni , dovrà trovare spazio all’interno della coscienza,per permetterci di ampliare la nostra visione ,i nostri valori, i nostri orizzonti. È questo il compito di Giove , “portare dentro” nuove informazioni, consegnarle a Saturno/Super-Io, che dovrà effettuare i debiti controlli affinché possano essere accolti e riconosciuti come parte di noi. Ma dovrà vincere la sua diffidenza e la  sua resistenza, perché Saturno  dalla sua non ha nessuna voglia di sconvolgere l’ordine precostituito..se fosse per lui tutto rimarrebbe incastonato nello stesso medesimo modo ,per tutta la nostra esistenza! C’è comunque  una connessione interessante fra questi due pianeti, che, quando nel tema viaggiano allineati e in armonia , ci permettono di fare grandi cose: il mondo delle idee che arriva da Urano passa attraverso l’interpretazione di Giove per poi fissare le nuove forme con Saturno, in un alternarsi continuo di grande effetto,per chi ha la fortuna di veder fluire magicamente questa dinamica! Allargare i propri orizzonti.

einsteintrading-multiday-e-money-management-cfd-version-55-638Dal punto di vista fisico e psicosomatico il processo del “portare dentro” collega Giove anche agli organi che sono predisposti a questa funzione. Giove è legato al peso ponderale, a tutti principi di assimilazione, al sistema endocrino,alla Tiroide. Giove ci fa crescere spiritualmente psicologicamente ma anche fisicamente….Più è scontento e insoddisfatto più aumenta la sua fame,una fame incontenibile che ingloba il mondo intero. Giove si lega alla bocca e a tutto quello è il Gusto, papille gustative lingua esofago . Attraverso il Gusto portiamo dentro quello che ci piace e Giove la sa lunga sul… “gusto pieno della vita”
L’altro organo che si lega a Giove è la Vista “I nostri occhi registrano degli impulsi, poi questi impulsi passano nella zona del cervelletto e vengono tradotti in immagini, quando utilizziamo la parola traduzione dobbiamo immaginare che il traduttore è uno che traduce qualcosa di un altro, mettendoci indubbiamente anche del suo e quindi la fedeltà dipende molto dal traduttore/Giove. Di fatto noi diamo un importanza straordinaria alla vista e diciamo spesso :“l’ho visto proprio con i miei occhi” e mentre lo diciamo siamo convinti di essere nel vero, ma in realtà quello che abbiamo visto è spesso deformato da quello che abbiamo dentro. Noi abbiamo una vista esterna e una vista interna, spesso le cose che ricordiamo ci hanno dato delle sensazioni al nostro interno e in base alla sensazione noi facciamo la traduzione. Noi ricordiamo un fatto o determinate cose non tanto per il fatto in se quanto per la sensazione di piacevole o spiacevole” (Lidia Fassio)

mente-intuitivaUna parola va spesa anche a favore dei significati di Giove legati al Fegato. Il coraggio di affrontare le proprie scelte seguendo la via del cuore ci farà vivere sani, il nostro fegato lavorerà bene e non si intossicherà di frustrazioni e rabbia per la grande insoddisfazione. Riflettiamoci, soprattutto  la mattina, quando  ci svegliamo con l’amaro in bocca e un alito di drago!!  La vita è bella solo se la viviamo come vogliamo facendo quello che ci piace!! Bisogna proprio pensarla e viverla  diversamente!

apple_logo_think_different

Giove è sicuramente un ponte strategico per arrivare a tale consapevolezza , ma ha bisogno di una Venere realizzata e di un rapporto di sano scambio con Mercurio affinché Marte, possa portare a casa quello che piace veramente .E per sentirsi soddisfatti ,quello che “mi piace” deve venire dal cuore, deve connettersi con la parte più autentica di se stessi. Con ciò che davvero conta ,senza lasciarsi influenzare dall’esterno ,dalla moda o dalle convinzioni che ci sono state siringate dalla famiglia di origine e dalla società stessa . Venere dovrà dunque scegliere molto bene, dovrà VALUTARE con molta attenzione per decidere davvero a cosa deve DARE VALORE. 

2906135063E cosa succede quando Venere e Giove non sono allineati ed entrano in conflitto? Tutti noi cerchiamo affetto, amore, senza, la nostra vita perde di significato.. e una Venere insoddisfatta che non trova mai pace,avverte un profondo senso di vuoto, incapace di darsi valore e relazionarsi…
“Quando l’emotività s’inaridisce e ogni sicurezza in se si sgretola ,tutto diventa relativo”(C.Camerani ).

Il senso di insoddisfaziococo-facciane aumenta, l’amore di se è inesistente come la  capacità di valutare obiettivamente , porto a casa quello che non mi piace e mi chiedo perché sono tanto infelice. Mi concentro sull’armonia  delle forme estetiche e l’unica preoccupazione sarà allinearmi con l’esterno, perdendo la grande occasione di essere me stessa….meno male che intervengono le crisi salvifiche… che11381370_883543351717633_2062105942_n ci richiamano costantemente alla strada da seguire…ma spesso ci arriviamo così sconfitti da non essere più in grado di riconoscerci…..e allora riflettiamo insieme sul senso della vita a cui Giove ci vuole portare..
“Il vostro tempo è limitato, allora non buttatelo vivendo la vita di qualcun altro. Non lasciatevi intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere con i risultati dei pensieri degli altri. E non lasciate che il rumore delle opinioni degli altri affoghi la vostra voce interiore. E, cosa più importante, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione. In qualche modo loro sanno già cosa voi volete davvero diventare. Tutto il resto è secondario”(Steve Jobs)

frasi-famose E se il processo di discriminazione(Mercurio) e di valutazione(Venere) avrà funzionato sarà poi Marte ad agire per portare a casa quello che desideriamo,quello che vogliamo,quello che ci appartiene ed è nostro. Più i primi due funzionano più Marte sarà efficace.
Ma se Marte ha un pessimo rapporto con Giove? ) “..si parte da un potenziale distorto, da una fiducia cieca nelle proprie convinzioni. Si esige una visibilità che deve essere agita. A Marte non importa niente di tutti i bei principi, e con un Giove disarmonico diventa una bomba ad orologeria. Marte deve affermarsi e se viene a lungo trattenuto distruggerà tutto pur di affermarsi. Non ci sono in lui dinamiche di giusto o sbagliato,lui va verso quello che vuole e basta! Giove cerca sempre di stupire con effetti speciali,aspira a quella visibilità che a Marte non interessa più di tanto ma che può procurargli. Negli aspetti dinamici la persona traballa…non è sicura diventa ossessionata dal bisogno di riconoscimento, ha manie di protagonismo, deve far parlare di se in bene o in male.. e non canalizzata dal termometro mercuriale diventa molto pericolosa. Senza Mercurio Marte è libero di agire ed enfatizza i deliri di Giove..” ( Giove e il cannibalismo)

cd5ps-wwmae14y0-jpglargeMa noi vogliamo essere Ottimisti(altro vocabolo caro al dio dell’olimpo) e riteniamo che malgrado tutti i suoi presunti limiti Giove possa superare se stesso con un adeguata consapevolezza dei suoi difetti , perché sebbene sia goloso di vita,come un bambino di fronte alla cioccolata(giove in cancro), e geloso come Otello di tutto quello che è suo(Giove in Toro). Malgrado sia insaziabile la sua sete di conoscenza(Giove in sagittario) e delirante il suo bisogno di “versare”l’intero “universo” nel bicchiere (Giove in Pesci) in lui troveremo sempre un degno compagno di viaggio,un buon amico sempre disposto a scorpacciate di amore e con il grande pregio di sorridere alla vita e contrastare i guai con una buona dose di buonumore e quel tanto di ngenuità infantile che ci insegnerà ad affrontare la vita “nudi” ,senza permettere alle ferite inferte , di interferire con il nostro sogno…

“Siete già nudi,non c’è ragione per non seguire il vostro cuore”
(Steve Jobs)

“Qualche volta la vita ti colpisce come un mattone in testa. Non perdete la fede, però. Sono convinto che l’unica cosa che mi ha trattenuto dal mollare tutto sia stato l’amore per quello che ho fatto. Dovete trovare quel che amate. E questo vale sia per il vostro lavoro che per i vostri affetti. Il vostro lavoro riempirà una buona parte della vostra vita, e l’unico modo per essere realimente soddisfatti è fare quello che riterrete un buon lavoro. E l’unico modo per fare un buon lavoro è amare quello che fate. Se ancora non l’avete trovato, continuate a cercare. Non accontentatevi. Con tutto il cuore, sono sicuro che capirete quando lo troverete. E, come in tutte le grandi storie, diventerà sempre migliore mano a mano che gli anni passano. Perciò, continuate a cercare sino a che non lo avrete trovato. Non vi accontentate..

_35Questo è il più grande messaggio che Steve Jobs, che era un pesci, potesse lasciarci per onorare il nostro discorso su Giove e voglio concludere così come ho iniziato:

“Stay Hungry Stay Foolish”

Nunzy Conti-tutti i diritti sono riservati

Passeggiando sotto le stelle : AD OGNUNO IL PROPRIO INFERNO

Da Plutone al Sole 

“NOI, IL NOSTRO VIAGGIO”

Alla luce di questo 2016 e della nostra Carta Natale

12743968_937879879627546_1806030126469238349_n“Per me si va ne la città dolente,/per me si va ne l’etterno dolore,per me si va tra la perduta gente./Giustizia mosse il mio alto fattore:/fecemi la divina podestate,
la somma sapienza e ’l primo amore./Dinanzi a me non fuor cose create/se non etterne, e io etterno duro./Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate”.
Queste parole di colore oscuro/vid’io scritte al sommo d’una porta; /per ch’io: «Maestro, il senso lor m’è duro». /Ed elli a me, come persona accorta:/ «Qui si convien lasciare ogne sospetto;/ogne viltà convien che qui sia morta.
Noi siam venuti al loco ov’i’ t’ho detto/che tu vedrai le genti dolorose c’hanno perduto il ben de l’intelletto».”
(III CANTO -INFERNO)

Non lasciatevi confondere da questa inquietante introduzione, al di là della mia passione per Dante, il significato nascosto in questi versi vuole essere solo di incitamento. Solo nel Fuoco di esso brilla la luce della coscienza. QUESTO WORKSHOP È TUTTO PER VOI. Dietro ogni vita c’è un inferno personale e l’analisi della propria carta natale,in relazione soprattutto ai transiti che incontriamo sulla nostra via ,ci dimostra come sempre ci vengano offerti gli strumenti necessari per comprendere il nostro viaggio e onorarlo. Un progetto esclusivo che appartiene solo a noi. Vi invito a ragionarci su!
“Per me si va ne la città dolente,/per me si va ne l’etterno dolore..” ovvero : senza il coraggio di aprire la porta dell’inferno e incontrare il proprio dolore,non potremo mai raccogliere il frutto della consapevolezza e della conoscenza.
“Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate”.”..ovvero: non pensate nemmeno per un attimo di riuscire a comprendere questo viaggio senza affrontare alcun rischio… e neanche che questo si possa fare in poche ore. Noi inizieremo insieme il viaggio, forse troveremo la rotta ..ma al timone ci siete Voi e nessun altro!
Nel mio recente articolo ”Oroscopo esperenziale 2016” ho ben descritto quale significato assume per me questa esperienza ..e l’ipotesi è di intraprenderlo finalmente come si deve! Ovviamente, per chi non l’avesse letto, è assolutamente indispensabile farlo. (cliccate )

fiamme-167519

Si inizia da un porto sicuro: la prima casa/segno, l’ascendente, che ci traghetterà isola per isola attraverso le nostre personali dodici case/segni astrologiche, alla luce dei transiti dei pianeti attuali e in relazione alla propria mappa natale. Resta ovviamente sottinteso che questi possono essere compresi vissuti analizzati solo dietro una attenta conoscenza della .stessa.. e di questo, anche, cercheremo di occuparci, nelle possibilità che il tempo a disposizione ci offrirà. Partiremo proprio da Lucifero-Plutone per risalire fino alla luce del nostro Sole. In un viaggio a ritroso che dovrà condurci verso “l’isola che non c’è!” Ovvero al tesoro nascosto dentro di noi. E per farlo tenteremo strade sconosciute, diverse, nuove per orientare le nostre “vele”. Analizzeremo l’aspetto emotivo/lunare e di quanto il nostro pensiero/mercurio sia strutturato per portare alla coscienza la comprensione. Un viaggio speciale che può essere inquietante e incomprensibile se non viene accolto abbattendo il muro della perplessità,nudi e senza pregiudizio. Sappiate che tutto ha un senso! I pensieri/ accadimenti che ne seguiranno vi restituiranno il personale significato da dare a questa esperienza. In ognuno di noi sono nascosti tutti i dodici segni. Non siamo solo parte di un Sole e parte di un Elemento. Siamo molto di più. In ognuno di noi abita un uomo completo pieno di sfumature e di sfaccettature Ognuno di noi ha un Ascendente, con cui si identifica. Una luna con cui sente . Pianeti intimi e personali che non ci fanno assomigliare a nessun altro: un mercurio con cui pensare e parlare ,una venere con cui relazionarsi e amare, un marte con cui combattere, arrabbiarsi ma anche energizzarsi. E poi c’è lui Giove.. il bicchiere mezzo pieno e Saturno..il bicchiere mezzo vuoto.. e il loro rapporto con i nostri pianeti intimi. Ma siamo anche parte di un progetto più grande, siamo Spiriti del nostro Tempo ,e il nostro bisogno di cambiare dipende proprio da lui ,Urano e da come si interseca con i nostri pianeti intimi e personali… E poi apparteniamo ad un Universo, ad un progetto divino,respiriamo l’Anima Mundi in relazione al nostro Nettuno e come riportare la grandezza del sogno di un mondo perfetto nei nostri giorni lo racconteranno tutti gli aspetti privati ed intimi dei nostri pianeti personali. E poi c’è lui,Plutone, l’istinto di conservazione, le pulsioni primordiali , la capacità di morire e rinascere :la nostra Fenice appartiene a un tempo storico ben preciso..chi siamo noi per contrastare questo immenso potere e come riuscire a farlo? La nostra carta natale in tutti i suoi aspetti ci dirà che livello di consapevolezza abbiamo raggiunto in relazione al nostro tempo e al nostro destino.
Se avete compreso, se siete pronti e pieni di domande ,vi aspetto per questo straordinario viaggio: Ammainate le vele!
Gli OBIETTIVI che ci prefisseremo da un punto di vista oggettivo e strettamente astrologico sono senz’altro due:
1-IMPARARE A GESTIRE IL PROPRIO OROSCOPO,
2-COMPRENDERE I TRANSITI E IMPARARE A INTERPRETARLI
12190806_878267682255433_1183321113601243031_nIl workshop si terrà il 5 e 6 marzo nei locali del Cantiere Teatrale, Circonvallazione Gianicolense 307, 00152 Roma
Sabato 5 dalle 14.00 alle 19.00
Domenica 6 dalle 11.00 alle 19.00
Per prenotazioni
scrivere su : astriecontrasti@gmail.com
telefonare ore studio : 392 7526886
P.S.
Chi vuole garantirsi la lettura della propria carta attraverso i transiti di questo 2016 ,dovrà prenotarsi in tempo utile perché solo a pochi e ai primi potrò dare questa opportunità. Per ragioni di tempo.
Rimango a disposizione sempre e comunque per affrontare questo viaggio personale anche INDIVIDUALMENTE . Per tutti coloro che volessero avventurarsi in un interpretazione esperenziale della propria carta natale. In un momento diverso ovviamente! E solo dietro appuntamento.
scrivere su : astriecontrasti@gmail.com
telefonare ore studio : 392 7526886

Vi aspetto per crescere insieme
Nunzy Conti

Astri e Contrasti è su YouTube

Bisogna metterci la faccia!!!!!!

IMG_0611Vi aspetto su YouTube per chiacchierare studiare e incontrarci ogni volta che volete..
Siamo agli inizi.. ma a breve troverete molti altri video pubblicati..ho intenzione di esserci a lungo e di portarvi sempre più in alto…… seguitemiii

“Cammineremo” insieme un astrologia chiara semplice essenziale ma efficace nella rivelazione..sia per chi studia ..sia per chi vuole incontrarsi conoscersi e non farsi truffare da falsi     egocentrici”guru”!

ma prima di qualsiasi cosa è fondamentale che voi ascoltiate e fate vostra

L’etica del Buon Astrologo

…. la migliore qualità di ogni essere umano..
“Insegnate agli altri a chiedere, aiutate i principianti, consigliate quelli che vogliono seguire i vostri passi. Questo è il vostro regalo al mondo” (Etica dell’Astrologo)

Difendetevi difentetevi difendetevi…
“Nessuno può convincere un altro a cambiare. Ciascuno di noi è custode di un cancello che può essere aperto soltanto dall’interno. Noi non possiamo aprire il cancello di un altro, né con la ragione né con il sentimento.” (Marylin Ferguson)

Pe4r una lettura di piuù approfondita dell’Etica del Buon Astrologo vi consiglio di cliccare su

IMPARIAMO AD INTERPRETARE

zodiacSeguiteci sul canale you tube di Astri e Contrasti!!!!
Vi aspetto.. Viandanti astrologici!!!!!

URANIDE LA CITTÀ DEL RISVEGLIO

uranus2

« Due strade divergevano in un bosco, ed io
—Io presi quella meno battuta,
E questo ha fatto tutta la differenza »
(Robert Frost, The Road Not Taken, 1916)

A quel bivio vogliamo incontrarvi….per  camminare insieme verso il risveglio

“Come posso mettere insieme in un’immagine coerente i pezzi della mia vita? Come posso rintracciare la trama di fondo della mia storia?Il corso della tua vita è stato descritto al futuro anteriore.

“Per scoprire l’immagine innata dobbiamo accantonare gli schemi psicologi generalmente usati – e per lo più usurati. Essi non rivelano abbastanza. Rifilano le vite per adattarle allo schema: crescita come sviluppo, una fase dopo l’altra, dall’infanzia attraverso una giovinezza tormentata fino alla crisi della mezza età e alla vecchiaia, e infine alla morte. Mentre procedi, un passo dopo l’altro, attraverso una mappa già tutta disegnata, ti ritrovi su un itinerario che ti dice dove sei stato prima ancora che tu ci sia arrivato, o nella media di una statistica calcolata da un attuario per conto di una compagnia di assicurazioni. Il corso della tua vita è stato descritto al futuro anteriore.”

“Oppure, invece della prevedibile autostrada, sarà il “viaggio” fuori dagli itinerari battuti, in cui si accumulano e si scartano episodi senza un disegno, e gli eventi sono frantumati come in un curriculum vitae organizzato esclusivamente sulla base della cronologia: prima ho fatto Questo, poi Quest’altro. Una vita simile è come una narrazione priva di trama, tutta imperniata su una figura centrale sempre più tediosa, “io… io… io”, che vagola nel deserto dei “vissuti” senza più linfa.”

(James Hillman, Il codice dell’anima)

“Nel mezzo del cammin di nostra vita/mi ritrovai per una selva oscura/ché la diritta via era smarrita./Ahi quanto a dir qual era è cosa dura/esta selva selvaggia e aspra e forte/che nel pensier rinova la paura!” (Inferno,Canto I-)
Dante “nel mezzo del cammin della sua vita” si ritrova, senza sapere come, “in una selva selvaggia ed aspra e forte”, ma proprio in essa egli trova un bene. Infatti, errando in quella selva giunge ai piedi di un colle, guarda verso l’alto e vede che esso è illuminato dal Sole. In questa semplice allegoria viene simboleggiata in rapida sintesi tutto ciò che riguarda le prime fasi dello sviluppo spirituale. La selva selvaggia rappresenta non solo..la vita viziosa dell’uomo ordinario, ma anche, e soprattutto, lo stato speciale di disagio, di sofferenza acuta, di tenebra interiore che suole precedere il risveglio spirituale.(R.Assagioli)

PERCHÈ URANIDE LA CITTÀ DEL RISVEGLIO?

iuuuuuex


In Astrologia “LA CHIAMATA, IL RISVEGLIO sono scanditi da tempi precisi in linea con i transiti di Urano sul Sole e sulla Luna.  Urano ,colui che risveglia il Dormiente, la coscienza intorpidita dal sovrapporsi di cliché comportamentali acquisiti che ci impediscono di vedere il nostro vero cammino.. ma quando l’Anima chiama il Maestro risponde.. E Urano rappresenta il passaggio obbligato che ognuno di noi deve fare quando la coscienza per andare avanti ha bisogno di nuove informazioni che arrivino dai contenuti dell’inconscio. Irrompe nello status quo creato da Saturno, soprattutto quando la nostra vita non è in linea con la nostra AUTENTICITÀ. Si potrebbe definire la PORTA DELL’INCONSCIO. Nel progetto dell’IO, Saturno rappresenta la “barriera del super-io” che impedisce per tutto il tempo

Continua a leggere

ASTROSALOTTO

AVVISO AI NAVIGANTI

Abbiamo aperto il nuovo salotto

Salotto Astrologico 8

URANOSS

Ventata Uraniana in questa estate caldissima

Apriamo questo nuovo salotto con  transiti decisamente invitanti

17 LUGLIO 2015

chartwheel.phpPer accedere cliccate su SALOTTO ASTROLOGICO 8

Vi aspetto vecchi e nuovi per chiacchierare in civiltà e buon umore

e soprattutto in questa calda estate

“appassionati e innamorati sempre  più”

VOGLIO DEDICARE QUESTA PAGINA ALL’AMORE E AL CUORE

dunque

VENERE

SARÀ NOSTRA OSPITE

venereQUESTA VITA CI STA PERDENDO DIETRO LA FRETTA E LA TECNOLOGIA IMPERANTE

RIPRENDIAMOCI IL NOSTRO TEMPO E UN PÒ DI SANA E ROBUSTA TRADIZIONE

(il mio buono e adorato SATURNO ci invita a non perderci)

VI ASPETTO

Per l’archivio annessi e connessi riferitevi alla pagina

ASTROSALOTTO

Astrologia: libertà “vo” cercando…

tumblr_lwpfheKN5E1r7r8a0o1_500_large

Coinvolta e, onestamente profondamente annoiata, mio malgrado in beghe aride e urticanti da dotti sapienti esperti e tenutari di  verità assolute(poveri loro io non vorrei tale responsabilità),l’Astrologia diviene vittima delle circostanze districandosi in una Realtà che non le appartiene ma che costringe noi poveri Amanti ad una guerra per difendere l’Onore dell’Amata.Dunque memore dell’ esuberanza delle mie affermazioni…e “ereticamente” convinta (sarà il mio sole undicesima!) che la Libertà di pensiero vada sempre e comunque salvaguardata..anche a scapito della vita stessa..inizio a riflettere..e penso fra me e me (non troppo) che sia il caso di scriverci su qualcosa..:

L’ inizio appare subito poco rassicurante (chi mi conosce sa)..

“Innoridisco sempre di fronte ai sapientoni che hanno la presuzione della verità…Viva la libertà d’espressione…Viva l’educazione…Viva i dubbi e l’umiltà che ho sempre incontrato nel Cuore dei Grandi…sono loro che fanno la storia. Agli altri lasciamo generosamente l’ illusione di credere nella loro sapiente e dotta verità.”…..

Meno male che a tal proposito.. l’amica Grazia Bordoni aveva già riflettuto con un articolo pubblicato recentemente sul suo sito: www.graziaepaolo.it… e con la forza dell’Ironia unita alla  Grazia che la contraddistinguono..è riuscita efficacemente a tradurre il mio pensiero.Grazie_Zia!!

 E’ rivolto a Voi pensatori liberi, ma anche a voi  giovani menti(di cui ho molta cura), facilmente manovrabili. ..dai grandi sapienti.Voi che amate l’astrologia così come la amiamo noi  imparate a togliere il disincanto ad ogni Onnipotente Disciplina imparando a pensare con la vostra testa e allontanando chiunque  tenti di offendere la vostra Intelligenza!!

LIBERTA’ VA CERCANDO

come sa chi per lei vita rifiuta

Purgatorio, I. vv. 71-72

libertà snoopy

Mai come in questo momento apprezzo la scelta di libertà fatta a suo tempo nel mio amore per l’astrologia: libertà da ogni schema e soprattutto libertà da ogni scuola. Scuola di pensiero, intendo.

Non che le scuole non siano utili: ti permettono di apprendere in modo schematico, efficace, i fondamenti della materia. Ma poi bisogna andare oltre, trovare la propria strada: se incontri il Buddha per la strada, uccidilo. Bisogna uccidere – solo metaforicamente, per carità – tutti i maestri e trovare la propria dimensione. Ho sempre detto e ne sono sempre convinta che per un vero Maestro non c’è gioia più grande di vedere che l’allievo lo supera, spicca il volo e va per la sua strada. Chi vuole degli allievi a vita, vuole, in realtà, dei sudditi. Perché è convinto che la sua sia l’unica verità possibile e dunque debba essere predicata per ogni dove.

L’adesione acritica a una qualsiasi scuola di pensiero (in astrologia come in qualsiasi altra disciplina) porta al fanatismo, all’integralismo. I talebani fanno un sacco di danni, come ben sappiamo.

Di recente un tale in un gruppo ha scritto un post dove definisce Chirone una castroneria, patetico l’aspetto di 150° e un’aberrazione qualunque concetto non allineato ai dogmi della sua scuola. E’ scoppiato un finimondo: gli stessi compagni di scuola l’hanno redarguito. Qualcuno ha cercato di spiegargli perché non ci si può esprimere in questo modo, ma niente da fare: il tizio proprio non è in grado di capire. E non perché sia

Continua a leggere

Passeggiando sotto le stelle presenta: EMOZIONI:Luna,cibo per l’Anima

“AL NOSTRO CUORE RIMANE SOLO IL CORAGGIO DI FARE LE PROPRIE SCELTE”

(Hilmann)

“Vuoi sapere qual è la verità sul tuo conto? Sei una fifona, non hai un briciolo di coraggio, neanche quello semplice e istintivo di riconoscere che a questo mondo ci si innamora, che si deve appartenere a qualcuno, perché questa è la sola maniera di poter essere felici. Tu ti consideri uno spirito libero, un essere selvaggio e temi che qualcuno voglia rinchiuderti in una gabbia. E sai che ti dico? Che la gabbia te la sei già costruita con le tue mani ed è una gabbia dalla quale non uscirai, in qualunque parte del mondo tu cerchi di fuggire, perché non importa dove tu corra, finirai sempre per imbatterti in te stessa.” (Colazione da Tiffany)
Ah quante volte abbiamo visto questo Film ! Quante volte ci siamo immedesimati in quelle scene!Quante volte abbiamo avuto paura di assomigliare a quel sordo dolore per amore che porta alla fuga totale..o per contraltare all’abnegazione radicale!!! In ognuno di noi c’è un patrimonio emotivo che deve crescere svilupparsi diventare “adulto” attraverso l’esperienza quotidiana di vivere il proprio cuore a 360 gradi.
“Le emozioni sono informazioni che arrivano sotto forma di sostanze chimiche.Ad ogni emozione corrisponde un neurotrasmettitore,una molecola di sostanza chimica. Nel nostro corpo, sulle nostre cellule sono posizionati determinatii recettori che si piazzano sulle membrane cellulari. Ogni recettore può ricevere un solo tipo di neurotrasmettitore.Sono collegati come una serratura e una chiave.” Tutto il nostro mondo emotivo dunque agisce sul nostro sangue e se ci pensiamo la parola EMOZIONE,significa proprio AGIRE SUL SANGUE(emo-agere)“Agire sulla Fiamma viva ,agire il nostro Marte. Questo è estremamente importante per comprendere appieno l’importanza della NOSTRA Luna e quanto sia fondamentale e indispensabile ,per la nostra salute sia fisica che psicologica far funzionare l’intera gamma delle nostre emozioni. Per questo siamo chiamati a capire insieme una volta per tutte quanto male possiamo farci se non incontriamo con l’umiltà del cuore i nostri blocchi irrisolti sospesi incompresi problemi emotivi.
Esiste dunque nel nostro corpo un sistema bio-chimico che naviga nell’acqua e che astrologicamente noi facciamo corrispondere alla Luna,madre delle nostre Emozioni. Ma esiste anche un sistema nervoso basato sulle sinapsi collegato al sistema mercuriale che gestisce le informazioni mettendo in comunicazione l’apparato centrale con tutta la nostra parte periferica, ramificandosi anche nella nostra psiche. Sarà proprio Mercurio che trasmetterà  Continua a leggere

I sogni da Freud a Hillman attraverso Jung

 

ASTRI E CONTRASTI :

articoli psicologici e dintorni,il meglio in rete 

 

Ho rintracciato in rete un ottimo saggio che volevo proporvi , potete anche approfittare dei contenuti del sito stesso

cliccando su www.taozen.it

inconscio_clip_art

 

Saggio su  I sogni da Freud a Hillman attraverso Jung (by Natale)

Il sogno più famoso in assoluto è sicuramente quello del faraone d’Egitto raccontato in Genesi al cap. 41, quello delle sette vacche grasse e delle sette vacche magre. Giuseppe era sicuramente una persona che sapeva usare il cervello. Lui capì subito che i sogni fatti dal faraone non potevano essere interpretati come i sogni fatti da un qualunque suo suddito. Essi dovevano per forza riferirsi all’intero Egitto, perché un monarca, quando sogna, lo fa in grande, essendo punta di una piramideSigmund. I sogni del re, dovevano per forza riguardare il suo regno. Ma oltre a queste, seppe anche sciogliere simboli e metafore. Omero, Platone, Aristotele, Eraclito ed altri filosofi dell’antichità si sono occupati di sogni più o meno approfonditamente. Artemidoro, di cui ignoriamo le date di nascita e morte, ma che visse sicuramente nel corso del II sec. d.C., scrisse un famoso trattato intorno ai sogni (Il libro dei sogni – pubblicato da Adelphi). Egli, come è stato osservato da autorevoli studiosi, laddove afferma che il sogno è sempre egocentrico, anticipa il pensiero di Freud.

Di tale interessante trattato vogliamo riportare un passo significativo: “…affermo che l’interprete deve possedere certe doti naturali e servirsi della propria intelligenza, piuttosto che attenersi esclusivamente ai libri…” (op. cit. pag. 19).E qui l’autore in un certo senso anticipa il pensiero di Jung a proposito delle capacità dell’interprete. Artemidoro, dapprima introduce l’argomento, poi passa in rassegna i contenuti dei sogni in generale (sognare fagioli, vuol dire…), ed infine ci propone una raccolta di sogni (poco meno di cento).

Il sogno nel corso dei secoli ha sempre suscitato la curiosità di studiosi e non. Tutti se ne sono occupati, ma è con Freud, che per la prima volta entriamo in esso in modo rivoluzionario.

freud-archeologo1

L’interpretazione dei sogni è stato scritto dal padre della Psicanalisi poco più di un secolo fa. Certo, appare strano che dei “mistici” come noi parlino dello scopritore dell’Inconscio. Beh, per noi Sigmund Freud è un uomo che con la sua genialità ha contribuito enormemente a farci comprendere la natura dell’anima (Psiche). E poi non è detto che a ricercatori particolari come noi, le sue tecniche investigative non possano tornare utili, come pure tutte le altre “create” dai suoi innumerevoli discepoli (e noi consideriamo tali gli Adler, gli Jung i Reich, e tutti quelli che non condivisero le sue rigide impostazioni). Ma prima di parlare di tale suo scritto, diciamo subito che questo nostro breve saggio sui sogni non ha lo scopo di scavare a fondo nei pensieri di Freud e di quanti altri citeremo. Ci proponiamo solo di sottolineare ora qui e ora là, dei brani significativi che possano tornare utili a chi volesse, nel suo piccolo, provare ad interpretarsi o interpretare sogni. Certo si sarebbe di gran lunga più preparati, se si leggessero tanti bei tomi che hanno tracciato la storia della Psicanalisi dalla sua nascita ad oggi. Ma cent’anni di libri sono impossibili da leggere in una sola vita.

Dunque, bando alle chiacchiere ed entriamo subito in argomento.

La sua introduzione all’ Interpretazione dei sogni (8° edizione Newton del 73), Flavio Manieri la conclude con una considerazione degna di sottolineatura: Il sogno ha infatti due forme di espressione: quella eidetica pura (che in senso lato vuol dire ‘visibile’) …e quella ‘mediata’ (cioè raccontata). Le motivazioni strutturali, di scelta tecnica e lessicale, del racconto, oltre a dirci molto di più del sogno in sé, sulle sue motivazioni (ne contengono la stratificazione emozionale), sono anche l’unica fonte reale della sua ricostruzione. Del sogno in fondo non resta altro. Il filtro del linguaggio deforma comunque il sogno: potremmo anzi dire che il ‘sogno’ non esiste prima di questa deformazione e ‘consista’ in essa”. (il grassetto è nostro).

Insomma Manieri, in parole povere,ci sta dicendo che, il modo con cui il sogno viene scritto ci fa capire molte più cose di quanto riesca a fare il sogno stesso.

Tornando all’Interpretazione…, Continua a leggere