“Prima di ucciderti,sposa,ti ho baciata.ora non c’è altro modo che questo: di ucciderti e morire in un tuo bacio”

(Shakespeare,Otello)

Arena-taurus,by Giovanni Auriemma
Arena-taurus,by Giovanni Auriemma

Il giardiniere,il grande utero,il clan,il matriarcato. Stabilità della natura,,la vegetazione si espande,i fiori si schiudono al sole caldo di maggio,simbolo di Fertilità e di Primavera.Secondo segno dello Zodiaco,primo del Trigono di Terra.Fisso,femminile, segno governato da X,utero grande madre , Venere,il valore di se e Giove in esaltazione. Sensuale, alla ricerca del piacere, il suo viaggio è imperniato sulla costruzione dei propri valori e delle proprie sicurezze:AVERE O ESSERE, il dilemma Amletico

Contrapposto a Plutone(testicoli).Scorpione. Co-significante della seconda casa :IO HO

A te Toro, io do il potere di trasformare il seme in sostanza. IL tuo compito è molto grande e richiede un’altrettanta pazienza, poiché dovrai portare a termine tutto ciò che è stato iniziato, altrimenti i semi verranno spazzati dal vento. Per adempiere a quanto ti chiedo di fare, non dovrai fare domande, non dovrai cambiare idea giunto a metà del tuo lavoro e soprattutto non dovrai dipendere da nessuno. A questo scopo ti farò dono della Forza. Usala saggiamente.

In questo viaggio il Toro deve apprendere che la sicurezza quella autentica non si ottiene accumulando beni materiali e possedendo cose e persone ..ma imparando una lezione assai più difficile per il suo temperamento:aver cura del suo fantastico giardino per donare i suoi fiori al mondo!!Le sicurezze che lui ricerca devono venire dadentro..Purtroppo troppo spesso il non riuscire a condividere generosamente lo porta a perdere tutto.Sconfiggere la rigidità che deriva dall’incapacità di ascolto del mondo”questa è il compito.Meno male che è dotato di grande pazienza..

IL MITO :MINOSSE,per la sua eccessiva cupidigia non restituendo come pattuito il Toro bianco a Poseidone,perdette la tranquillità,la moglie ed ebbe come figlio il famoso Minotauro.

IL SUO GLIFO è un TORO,” più propriamente la Vacca,animale sacro a molte culture, simbolo di fertilità e di fecondità.

  A proposito di Toro..

Il Toro è una terra fertile,un bel giardino pieno di promesse, di sicurezze di affetti di valori…quando funziona bene…ma è altrettanto cocciuto caparbio possessivo geloso territoriale ostinato e legato ai beni materiali e al possedere ad ogni costo,legato ai suoi affetti in maniera radicale e incapace di guardare oltre i propri confini,quando non funziona bene. Arrriva dopo l’esplosione dell’ariete ed ha il compito di utilizzare l’energia rilasciandola lentamente…il suo obiettivo è resistere. Infatti nulla muove se non costruisce qualcosa,se non porta a casa un risultato sicuro. Deve “resistere” essere forte per creare le sue sicurezze,conquistare il suo territorio, e portarci dentro quei valori materiali, affettivi e psicologici, a lui cari.Non è impulsivo ne tempestivo come l’Ariete. Diciamo che il toro è il primo segno che ha bisogno di riconoscere i suoi valori(Venere).”È il simbolo per eccellenza del matriarcale(X), è territoriale, ha bisogno che il suo territorio sia sicuro e nel momento che lui lo costruisce, lo difende con le unghie e con i denti. Qualunque sia la cosa che il toro ritiene sua, quella parte verrà difesa ad oltranza.”(L.Fassio),ma non una difesa aggressiva, piuttosto una ostinazione che lo porta a non mollare mai.È attaccato alle proprie radici,al proprio passato,al suo clan di appartenenza, che difende contro tutto e tutti,e in questo trova il senso della sua vita: anche se avesse con lo stesso grandi scontri e rapporti difficili,non potrebbe comunque mai sradicare il potente legame di sangue che lo lega alla sua famiglia. Quando sente minacciate le sue sicurezze,cominciano i problemi perché la paura di perdere qualcosa lo porta ad investire tutte le sue energie,tipicamente femminili nel cercare di aggrapparsi e trattenere quello che dovrebbe essere lasciato andare( l’asse toro/scorpione, X/Plutone). In lui esiste il bisogno atavico di apportare nutrimento al suo clan e la certezza di assicurarsi per l’eternità le risorse di sopravvivenza per se e per i suoi figli, e per chi verrà dopo di lui… “il proprio patrimonio deve passare alla generazione successiva che si tratti di patrimonio genetico o altro tipo di patrimonio deve essere quello che garantirà anche a chi verrà dopo di poter essere stabile, di poter essere sicuro.”(Fassio). Ma il vero viaggio del Toro non è questo o almeno non solo questo,quello che deve raggiungere a cui necessariamente deve tendere sono il raggiungimento delle sue sicurezze interne,dei suoi valori interni,solo quando questo non sussiste si manifesta quel delirio insensato di aggrapparsi troppo ai valori esterni ovvero ai beni materiali ed effimeri..piuttosto che gli affetti e il valore di se. Il toro è legato al mito di Minosse: Poseidone aiuta Minosse a diventare re escludendo il fratello, dice a Minosse che il simbolo che gli manderà per capire se sarà re è un toro bianco ma che appena sarà investito dovrà sacrificare a Poseidone stesso il toro bianco. Minosse accetta, ma l’indomani quando arriva il momento del sacrificio Minosse comincia a pensare che sacrificare un toro cosi bello è un peccato, così l’indomani prende un toro bianco meno bello è lo sacrifica al posto dell’altro. Se non che Poseidone infuriatosi per l’inganno visto che il toro bianco era proprio lui stesso troverà il modo di vendicarsi…Minosse perdette la tranquillità,la moglie e come punizione ebbe come figlio il famoso Minotauro. Il toro ha di fronte lo scorpione, ed entrambi devono imparare a “lasciare andare” a non trattenere,a “cambiare”(verbo che il toro proprio non intende!),infatti sono quadrati all’amico acquario,e a Urano.Il toro deve imparare a gestire la dinamica ESSERE /AVERE. “Spesso il TORO contrabbanda l’avere per l’essere e questo vuol dire che c’è un problema di sicurezze, c’è un problema di identità, quando il toro non funziona è uno dei segni che compensa di più con l’immagine, tende a dare un immagine di se, di una persona che possiede, che ha, invece lui deve possedere dentro.Quello che noi possediamo dentro nessuno potrà mai portarcelo via(Fassio). Se non riesci ad affrontare la vita e la sua precarietà grazie ad un bagaglio potente di risorse interne, sarai sempre esposto ai quattro venti,sarà sempre il mondo esterno quello che può farti star bene o può farti stare male. Il toro è legato a Venere, al benessere personale ,..e dove è che lo trovo ? Non certo spostando tutto sull’’esterno su quello che ho costruito.Avete mai osservato un Toro con problemi economici?L’ansia lo distrugge,si chiude in se stesso e fino a quando non ha risolto perde ogni interesse per le cose….ma insisto..questo accade quando il valore di se viene spostato sul valore delle cose che HO..in fondo se pensiamo alla seconda casa ,all’asse 2a/8a,comprendiamo bene questa dinamica..In seconda io imparo che HO un corpo ,imparo a darmi valore,incontro il seno di mia madre,il nutrimento ,le sue carezze,i suoi baci,imparo che faccio parte di qualcosa,il clan. Nell’ottava ,fase scorpione,devo gestire l’abbandono ,il distacco e trasformare quello che mi è stato passato in VALORI PERSONALI. Importante infatti nell’interpretazione del sole in Toro rimane la contemplazione attenta di quest’asse,per capire quali saranno le problematiche che dovrà affrontare.

Il toro non deve trattenere quello che deve essere lasciato andare , non può possedere quello che non è suo, e neppure aggrapparsi a chi non vuole restare.

Il toro essendo il primo dei segni fissi, è dunque il più radicato sulle sicurezze, nel suo viaggio dovrà imparare ad integrare lo scorpione (Plutone,perdita e trasformazione), il leone(il sole,come “essere” individuo) e l’acquario(Urano,il cambiamento.

Dal suo amico/nemico scorpione dovrà imparare a incontrare l’ombra, a riconoscerla,e questo per un gradito figlio di Giove ,un eletto di Venere è assai difficile. C’è da considerare che questi pianeti sono molto legati alla visione esterna delle cose,grazie a Giove il toro crede in quello che vede e troppo spesso non riesce ad andare oltre..ecco perchè in lui c’è il simbolo del possesso...se ti ho ti vedo e ti tocco tu ci sei,tu sei mia. Dunque guardare quello che c’è dentro risulta per il toro molto più difficile…quello che non vedo, io non lo conosco,non esiste….ma lo Scorpione prontamente risponde: devi credere anche a quello che non vedi,perchè esiste qualcosa di impalpabile e misterioso che fa parte di te..

Il toro si fida solo dell’Apparenza ..lo scorpione non si fida di niente e nessuno!Le dinamiche tanto care all’amico di Plutone devono assolutamente essere integrate dal Toro, infatti è proprio quello che fa vedere d’essere a farci capire quello che in realtà non é. E cerca di possedere il POTERE CHE NON HA. Segno generalmente leale rimane spesso incagliato in tradimenti e sotterranee influenze da chi quel potere ce l’ha e lo sa usare bene.

Altro punto dolente che deriva dal nostro ragionamento e che ne è la diretta conseguenza è LA GELOSIA…il toro è come Otello…il solo dubbio che dietro un fazzoletto si nasconda un tradimento lo porta ad impazzire … La gelosia è un problema di potere, essere gelosi vuol dire considerare l’altro una tua proprietà e vivere la costante paura che qualcuno ti possa portare via quello che ritieni tuo. L’amore per il Toro è sempre un dilemma…imparare a fidarsi dell’altro ,un tempo lungo..anche perchè lui lo sa che quando entri nel suo “giardinetto”….per lui incomincia l’ansia! Ama la sua casa Ama la sua donna ama la sua macchina come se gli appartenessero ,come se fossero una parte del suo corpo,un normale prolungamento del suo essere “intero”.Cosa nasconde un comportamento geloso e possessivo? Un enorme paura, paura di perdere ,perdere quella cosa significa perdere di Valore. Anche lo scorpione è geloso.. entrambi devono combattere l’ansia da sicurezza ma la dinamica è diversa…mentre il toro tende ad aggrapparsi per non lasciarti andare,lo scorpione invece diventa “controllante”. Il toro quello che teme di più è il tradimento fisico..lo scorpione al contrario il tradimento dell’anima. Il toro ti possiede ,lo scorpione ti ruba l’anima.

Abbiamo spesso ripetuto che uno dei pianeti del toro è Giove, che insieme al Sagittario,ci dovrebbe parlare di fatto di “ fiducia in se stessi”, nelle proprie risorse, e quando l’humus respirato nell’infanzia non ha permesso l’acquisizione di tale sicurezza ecco che le dinamiche di cui abbiamo parlato vengono esasperate soprattutto nei confronti della perdita.

Il toro, da un lato deve dialogare con il leone, che rappresenta il massimo della fiducia in se stessi (da sfiorare troppo spesso l’egopatia),nell’ ESSERE e nel BRILLARE;dall’altro dovrà entrare in compromesso con l’Acquario ed integrare Urano che ci ricorda che non esistono vere sicurezze se non quelle condivise,che non ci sono “beni personali” ma solo il “bene della comunità”…e onestamente per un Toro questo è un incubo:lui che ritiene che tutto quello che è fuori dal suo Territorio non è importante…dovrà imparare a Cambiare posizione e modularsi su una frequenza sociale più dinamica e rilassata (pensate al dramma di un sole /toro undicesima casa!!). Oltre al fatto che è uno dei segni più restii a qualsiasi cambiamento,a qualsiasi immissione dall’esterno, considerato sempre “Estraneo”,va ricordato che nei clan Toro,fortemente matriarcali assistiamo a una sorta di disfunzionalità e ristagnazione delle dinamiche interne e quando qualcosa da fuori si immette viene sempre visto con diffidenza,quando qualcuno cerca di apportare cambiamenti viene assolutamente isolato e considerato “traditore” delle tradizioni del clan stesso. Ma se il sistema non apporta nuova linfa vitale il sistema muore. Bisogna proprio che il Toro questo non lo ignori e lo faccia suo come stile di vita.

Per concludere voglio donare all’amico Toro questi brevi versi …

COME GELOSO IO SOFFRO QUATTRO VOLTE:

PERCHE’ SONO GELOSO,

PERCHE’ MI RIMPROVERO DI ESSERLO,,

PERCHE’ TEMO CHE LA MIA GELOSIA FINISCA COL FERIRE L’ALTRO,

PERCHE’ MI LASCIO SOGGIOGARE DA UNA BANALITA’:

SOFFRO DI ESSERE ESCLUSO,DI ESSERE AGGRESSIVO,

DI ESSERE PAZZO E DI ESSERE COME TUTTI GLI ALTRI”

(Roland Barthes,Frammenti di un discorso amoroso)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...