Conferenza su Astrologia e Amore con Nunzy Conti

Associazione Culturale Astri e Contrasti

Progetto Divulgazione Astrologica

Sito: http://www.astriecontrasti.com / Mail:astriecontrasti@gmail.com

IMG_1194Conferenza su Astrologia e Amore con Nunzy Conti

Sabato 4 marzo ,18.00/20.00
presso il “Bar dell’Orologio,Via del Governo Vecchio,23,Roma.

Nel nostro cielo di nascita è raccontato il viaggio verso le emozioni e i sentimenti. Impariamo a riconoscerlo

“UN AMORE, QUALUNQUE AMORE CI RIVELA NELLA NOSTRA NUDITA’, MISERIA, INERMITA’, NULLA (Cesare Pavese)

Si può imparare l’Amore? Ci crediamo sempre meno ma sempre più ci innamoriamo,sempre più ci confrontiamo con l’innato bisogno di entrare in relazione . Ma l’Innamoramento non è Amore. Ci confrontiamo costantemente con un quotidiano mediocre. Questa è un epoca di crisi di valori o l’uomo è sempre stato così? La storia ci insegna che solo quando perdiamo l’ Amore scopriamo il tesoro che si nasconde dietro di esso , andiamo a caccia di Dolore per Amore per sentirci vivi! Questo meccanismo distruttivo deve essere interrotto! L’amore viene a noi come unica possibilità di ascendere ai più alti significati del nostro essere,unica possibilità per accedere al Paradiso in Terra. In Astrologia il sentimento è VENERE, l’emozione è la LUNA,insieme contribuiscono al funzionamento del nostro apparato AFFETTIVO, funzione fondamentale per la struttura della personalità. Per vivere abbiamo bisogno di AFFETTO, abbiamo bisogno di una RELAZIONE. Nasciamo e cresciamo dentro una relazione. Siamo individui inseriti in una società e abbiamo bisogno di legarci agli altri, di avere con loro un equo sano partecipe scambio. Durante la nostra vita almeno una persona si deve essere occupata di noi: nostra madre,la nostra Luna, la nostra PRIMA FIGURA DI RIFERIMENTO. Se lei ci ha passato una buona funzione affettiva,questa ci garantisce anche un’adeguata funzione cognitiva (Mercurio), Attraverso l’ esperienza che abbiamo vissuto e di come sono stati onorati i nostri bisogni fondamentali,nei primi anni di vita noi disegneremo una mappa emotiva che nel costituirsi ci avrà segnato, in bene o in male, per sempre.

cuore-libroLe “mappe “ ci ricorda Galimberti, sono la ”dimensione emotiva, sentimentale di un individuo. Se nei primi tre anni di vita i bambini non sono seguiti, accuditi, ascoltati allora ci si trova di fronte ad un misconoscimento che crea in loro la sensazione di non essere interessanti, di non valere niente. Crescono così senza una formazione delle mappe cognitive, rimanendo a un livello d’impulso. Gli impulsi sono fisiologici, biologici, naturali. Il passo successivo dovrebbe essere di passare dagli impulsi alle emozioni ovvero a una forma più emancipata rispetto all’impulso. L’impulso conosce il gesto, l’emozione conosce la risonanza emotiva di quello che si compie e di quello che si vede. Poi si arriva al sentimento che è una forma evoluta, perché non solo è una faccenda emotiva, ma anche cognitiva. Il sentimento si apprende. Le mamme comprendono i bambini che non parlano perché li amano. Gli amanti, proprio perché si amano, si capiscano tra loro molto più di quanto i loro discorsi non dicano e siano comprensibili agli altri. Il sentimento è cognitivo e consente di percepire il mondo esterno e gli altri in maniera adeguata, con capacità di accoglienza e di risposta adeguate alle circostanze…Dobbiamo convincerci che il sentimento non è una dote naturale, è una dote che si acquisisce culturalmente.”

L’Astrologia Psicologia Esperienziale può aiutarci a rintracciare queste mappe, contribuendo alla catarsi e alla rivelazione.

IMG-20150512-WA0030( by Nunzy Conti)

L’Amore e gli Spazi Sacri del Femminile

cropped-zodiac.jpg

Associazione culturale “Astri e Contrasti “
WEEKEND ESPERENZIALE
5-6-7 Agosto 2016
nella bellissima cornice Umbra di Narni

presenta

Alla ricerca del “TEMPIO” perduto
ovvero, l’Amore e gli Spazi Sacri del Femminile


il_femminile_sacro_-_seconda_parte_-_newsletter_la_citta_della_luce

C’è una differenza fondamentale fra il maschile e il femminile: quest’ultimo celebra la sua incredibile profondità di vita attraverso la presenza della tenerezza. Solo il “femminile” (nella donna come nell’uomo) riesce a far questo.(A.Carotenuto)


La donna ha bisogno di recuperare quel “femminino sacro” così ancestralmente potente in lei. Da quando ci siamo avventurate nel mondo degli uomini ,cercando di assomigliare a loro invece di condividerne i luoghi sacri, abbiamo solo ottenuto di perdere il nostro nucleo originale e il risultato che ne è derivato è stato il disastro totale. È necessario recuperare intanto l’amore per noi stesse,ricontattare la nostra essenza ,lavorare sul risveglio del nostro vero potere femminile aprendoci ad una rinascita che dovrà prima di tutto essere spirituale.

“La donna è capace di sopportare i sacrifici più tremendi perchè sa di essere la base del Tempio, la leva che solleva la terra, colei che semina le idee nel cervello dell’uomo, facendone un essere positivo o negativo…. Nella donna è racchiuso il destino dell’umanità; è lei la modellatrice della razza umana, la creatrice. La donna incarna l’amore ed è la messaggera della Pachamama, la nostra madre divina che ama ogni cosa. La donna è il canale della vita governato da leggi impercettibili mosse dall’amore, al quale successivamente accedono anche gli uomini.” (La profezia della curandera- H.H. Mamani)


Siamo madri di tutti gli uomini e con loro formiamo un unica essenza. Dobbiamo porci delle domande se la relazione non funziona! In ognuno di noi sono contenuti i due opposti Maschile e Femminile che devono imparare a vibrare all’unisono . Dunque imparare a riconoscere i nostri blocchi e cercare di risanare la nostra dicotomia interna diventa un nostro preciso dovere di donne e di madri. Questa società così come l’abbiamo strutturata non ci permette di convivere in armonia e stare bene insieme.. Solo l’amore può salvarci. Risvegliamoci dal lungo letargo in cui siamo cadute e permettiamo che l’uomo possa realmente accedere al nostro tempio sacro ,ai nostri più profondi luoghi dell’anima,,,e ripeto siamo noi le loro madri..prima che figlie e amanti. Quando ci avviciniamo con l’umiltà del cuore e la fiducia nell’amore accade il miracolo ..raggiungiamo la “Perfetta armonia” Iniziamo la grande fase del cambiamento per partorirci ad una nuova creazione ,una genesi che dovrà originarsi solo attraverso noi. Gli uomini dalla loro dovranno rinunciare a quel loro convincimento di avere un POTERE di cui gli unici strumenti sembra siano la forza bruta e la coercizione. Dietro questo potere sappiate che si nasconde solo una grande fragilità… ecco perché succede nel mondo quello a cui stiamo assistendo quotidianamente..violenza sopruso abuso e stupro. Ma questo lo stiamo permettendo noi, Iniziamo un cammino di consapevolezza un punto di bilanciamento delle due energie, maschile e femminile devono finalmente ritrovarsi.
Ciò che è ignoto in genere provoca paura. Vorrei sottolineare come questa e la dimensione amorosa vadano sempre insieme; un segnale del nostro essere innamorati è la sensazione di paura che abbiamo di fronte all’amore e se non proviamo anche angoscia per quello che sta succedendo probabilmente noi non amiamo. (Aldo Carotenuto)
Nel nostro piccolo dobbiamo da questo momento, QUI ED ORA assumerci le nostre responsabilità . “L’equivoco nel quale noi purtroppo cadiamo è pensare che nel rapporto amoroso dobbiamo escludere con tutte le nostre forze il conflitto, la sofferenza, il dolore e la lacerazione. Questo è utopistico perché se siamo noi stessi portatori di un dissidio strutturale, se siamo noi stessi portatori di vita e di morte, non c’è unione dove questa dicotomia, questa antitesi non emerga. L’enorme sofferenza che può derivare da un legame è un fatto intrinseco; non possiamo rifiutare una relazione perché ci arreca dolore.
(Aldo Carotenuto)
Dunque un momento dedicato all’amore…amore di se, amore per l’altro. Impariamo insieme a CONIUGARE LA DIVERSITÀ e come ci ricorda Carotenuto:“In fondo bisogna essere soli, bisogna sentire la propria solitudine per poter capire che cosa significhi la presenza dell’altro”.
In astrologia gli amanti stellari sono Marte e Venere che ci raccontano nel nostro tema come siamo predisposti all’incontro amoroso. E come siamo strutturati per farlo sarà proprio l’incontro fra Sole e Luna a permetterci di comprenderlo: quale lacune sono contenute nel nostro mondo interiore e stigmatizzate nella nostra coscienza. La domanda alla quale dobbiamo rispondere è una sola : perché non riusciamo ad essere felici? L’amore è l’estasi è la felicità dell’anima. E questo sarà il nostro viaggio!


“L’amore non dà nulla fuorché se stesso
e non coglie nulla se non da se stesso.
L’amore non possiede,
né vorrebbe essere posseduto
poiché l’amore basta all’amore.”(Gibran)

The Valentines day


Cominciate a pensare : “Perché non sono felice e cosa mi aspetto di dover fare per ottenerlo?” Scriviamo insieme questa nota che sarà l’unico bagaglio che porterete con voi(Insieme ad un vestito ricolmo di fiori…insieme andremo a vedere perché!)

Vi aspetto per risvegliare i la vostra AUTENTICITÀ, in barba ad un patriarcato vecchio e stantio!! Il nuovo mondo è dentro di noi! Ed è pieno di fiori e colori

Ogni esperienza sarà unica e legata strettamente alle persone che comporranno il gruppo (massimo 7- 8 persone).
A coloro che fossero interessati a partecipare a questo o ai prossimi eventi
Per tutte le informazioni chiamare il
3927526886
o scrivere ad
astriecontrasti@gmail.com
Per visionare la location B&B La Vecchia Stalla,
Strada Della Selva, 34,Narni
https://www.facebook.com/BB-La-Vecchia-Stalla-1549024775394534/Nunzy Conti

Archetipo Astrologia e Nuovo Senso Psicologico di Irene Zanier

unnamed(articolo apparso sulla rivista di Psicologia del Profondo “Il Minotauro”, dicembre 2011. Sito: http://www.rivistailminotauro.it/ )

“Solo attraverso il simbolo è possibile raggiungere ed esprimere l’inconscio. Per questo anche il processo di individuazione non può fare a meno del simbolo, in quanto il simbolo è da un lato l’espressione primitiva dell’inconscio, ma dall’altro è un’idea che corrisponde all’intuizione più profonda della coscienza.”(C.G. Jung)

Quando si parla o si scrive di astrologia al giorno d’oggi si corre sempre il rischio di venir emarginati o zittiti a priori, senza che venga data la possibilità di spiegarsi o di spiegare come questo strumento antico possa essere un mezzo ricchissimo di simboli codificati da millenni per l’esplorazione di sé. Per correttezza va chiarito che questa diffidenza è giustificata dal fatto che nella maggior parte dei casi, purtroppo, questa disciplina è stata usata e viene tuttora usata per scopi manipolatori e delle volte praticata da persone di scarsa o nessuna cultura che, sentenziando quasi sempre per proiezione, influiscono per suggestione sulle vite di chi le consulta. E’ doveroso quindi operare anche una distinzione, già messa in luce da Pico della Mirandola, tra astromanzia e astrologia. Spinti da questa naturale diffidenza si commette però, purtroppo, l’errore di fare di tutta l’erba un fascio e, bollando il tutto come “mera superstizione” o mantica, di rimuovere senza esplorare e conoscere. Esplorazione e conoscenza che non danno, comunque, alcuna certezza o verità assoluta su quello che dovrebbe essere il senso della vita, ma che permettono, forse, un approccio più sacrale ad essa.
Non è quindi un’eliminazione della sofferenza umana o un autoinganno ben intessuto, ma semmai è un arricchimento del vocabolario interiore al fine di descrivere esperienze comuni. Un modo per delimitare il cosmos che si dispiega attorno ad un nuovo centro (o axis mundi) separandolo e contrapponendolo al caos . Mi auguro di riuscire a trasmettere proprio questo nel prosieguo di questo articolo e di fornire un’altra chiave di lettura del fenomeno astrologico, che ha molto da spartire con la sorella Psicologia del Profondo (1) .
IRENE“E’ come se stessimo fra due universi infinitamente vasti: il cosmo del mondo esterno ancora parsimonioso nel rivelare i suoi molti segreti, e il microcosmo del mondo interiore della psiche, ugualmente possessivo nei confronti dei suoi misteri.”(T. Moore)

Il trattamento che è stato riservato all’Astrologia da parte della comunità scientifica è alla fine lo stesso trattamento che viene riservato ad ogni approccio non convenzionale, olistico se vogliamo, Psicoanalisi e Psicologia del Profondo incluse. L’ Astrologia, non rispettando la logica falsificazionista popperiana, non solo non ha nel paradigma scientifico vigente diritto di esistere, ma deve anche essere contrastata con veemenza.
Parlando di Uomo, di Segni e di Simboli, l’Astrologia non è quantificabile ed “oggettivizzabile” e quindi non si presta a nessuna misurazione (nonostante i tentativi ci siano stati e continuino ad esserci: degni di nota sia il tentativo di Carl Gustav Jung sia quello di Michel Gauquelin). 
Non è mia intenzione riportare in questo luogo una sterile diatriba che va avanti, per flussi e riflussi, da troppo tempo; mi preme però fare un cenno, appunto come testimonianza, all’emblematica reazione scomposta degli scientisti contro la materia astrologica, ovverosia al documento firmato nel 1975 da 186 “eminenti scienziati” (dei quali 18 premi Nobel, come hanno tenuto particolarmente a mettere in evidenza) reclutati per garantire l’infondatezza scientifica dell’Astrologia. Tentativo per altro assolutamente non originale, ricalcando alla fine le stesse argomentazioni già trattate da Sesto Empirico nel Quinto libro del “Contro i Matematici”. Già altri hanno replicato in maniera esaustiva in altre sedi (si veda ad esempio il capitolo a tal proposito di Paul K. Feyerabend nel suo “La scienza in una società libera”).
Quello che vorrei mettere in luce è che, a mio parere, il voler ricondurre tutto alla scienza come “banco di prova” è semplicemente un problema mal posto che, di conseguenza, non può dare origine ad alcuna risposta sensata: nessun astrologo onesto, che non stia in realtà cercando la benedizione dell’autorità o una giustificazione, sarebbe pronto a giurare che la materia astrologica sia Scienza o persegua gli scopi della scienza positivista, proprio perché le qualità che vengono “descritte” (e quindi non “misurate” e men che meno “riproducibili”) appartengono ad un altro piano di conoscenza (Piano di coscienza inteso in questa sede in senso epistemologico e non di “stato”).
Scrive a riguardo Patrice Guinard che “il processo astrologico non cerca (…) di spiegare un fenomeno, né di interpretare dati, ma di comprendere una realtà sottostante, nella misura in cui fenomeni e dati culturali trovano la loro origine nella psiche”. E aggiunge Roberto Sicuteri che “la lettura del grafico oroscopico (…) agisce in profondità soltanto attraverso il tempo e soltanto dopo ripetute interpretazioni ed elaborazioni dei simboli, in modo da suscitare le più profonde emozioni inconsce ed agganciare le formazioni archetipiche”.
E’ comprensibile, quindi, a questo punto il tentativo di tracciare un parallelo tra ciò che emerge da questa visione e il concetto di una sottostante struttura comune nella psiche e il concetto di Archetipo. Ed è appunto in quest’ottica che la questione astrologica andrebbe affrontata ed esplorata, al fine di rintracciare i punti di forza di questo antico tentativo umano di spiegare quello che accade alla nostra interiorità.

ier
Dane Rudhyar si riferisce al tema natale, ovvero dell’istantanea planetaria al momento della nascita, come ad un mandala o yantra personale su cui l’individuo può concentrarsi per ragionare per Simboli. E’ chiaro che una meditazione di questo tipo non si esaurirà in una veloce consultazione da qualche esperto (anche se ciò può rappresentare un inizio) visto il valore polisenso del simbolo, e nemmeno nella ricerca delle cause della sofferenza esistenziale (fungendo quindi da mera rassicurazione) data la non linearità e causazione diretta, ma sarà piuttosto una meditazione a cui si ritornerà spesso approfondendo sempre di più le proprie riflessioni.
Una sorta di disciplina alla focalizzazione, una gestazione dei simboli personali che porteranno all’emersione, se il lavoro è ben svolto, di un senso nuovo.

di Irene Zanier – tutti i diritti sono riservati

Potete trovare Irene direttamente sulla sua pagina di facebook

luna irenbe

La Luna: mito e astrologia – di Irene Zanier 

Riferimenti bibliografici
* L. Aurigemma: “Il risveglio della coscienza”, Bollati Boringhieri editore, Torino 2008
* T. Moore: “Pianeti interiori – L’astrologia psicologica di Marsilio Ficino”, Moretti&Vitali Editori 2008
* F. Boll – C. Bezold – W. Gundel: “Storia dell’astrologia”, Universale Laterza, Bari 1979
* D. Rudhyar: “L’astrologia e la psiche moderna”, Astrolabio-Ubaldini editore, Roma 1992
* D. Rudhyar :“L’astrologia della personalità”, Astrolabio-Ubaldini editore, Roma 1986
* R. Sicuteri: “Astrologia e Mito”, Astrolabio-Ubaldini editore, Roma 1978
* S. Andreani : “Alchimia: per una semiologia del Sacro”, ERI, Torino 1976
* F. Capra :“Il punto di svolta”, Feltrinelli, Milano 1984
* H. Sasportas :“Gli dei del cambiamento”, Astrolabio-Ubaldini editore, Roma 2000 
* P. Guinard :“Astrologia: il manifesto”, C.U.R.A. (Centre Universitaire de Recherche en Astrologie), 1993 
* Paul K. Feyerabend: “La scienza in una società libera”, Feltrinelli, Milano 1981
(1) La tentazione iniziale di riferirmi solo alla Psicologia senza alcuna specifica è stata superata nel momento in cui mi sono trovata a pensare che questo termine è diventato troppo generico e quindi referente di niente in particolare, includendo appunto al suo interno anche branche molto distanti tra loro (come la Psicofisica, la neuropsicologia e tutte le discipline che si riferiscono alla psiche, ma di fatto eludendo il problema dell’Inconscio). Come scrive a ragione Dane Rudhyar, astrologo e compositore francese, “Non è possibile misurare quantitativamente l’amore, la risposta alla bellezza, il carattere di una persona, non senza rendere la persona simile ad un computer; e questo è quello che l’attuale scienza sta tentando di fare dell’individuo”.

AMY WINEHOUSE: ANIMA INTENSA E SOLA di Laura Malinverni

tumblr_nw80brNdSx1qlyy5io1_500Sensibile quanto “umana” analisi Astrologica di un mito dei nostri tempi. LAURA MALINVERNI, autrice di questo Lavoro estremamente Raffinato e Competente, da buon Pesci  è riuscita a restituirci intatto il dramma di una giovane donna lacerata e autodistruttiva quale era AMY WINHOUSE… a conferma che NESSUN SUCCESSO darà PACE ALL’ANIMA se L’AMORE ci viene NEGATO e l’INSICUREZZA, l’INSTABILITÀ,la BASSA AUTOSTIMA, il BISOGNO D’AMORE non accedono a un VALORE più grande…un atto di Volontà Suprema e di Consapevolezza alla ricerca di una Guarigione sempre possibile, a cui AMY , purtroppo non ha avuto accesso…

“Lei ha perso la Vita,noi solo un grande Talento”

Relazione di Laura Malinverni presentata al Convegno “Percorsi di vita alla luce dell’astrologia antica e moderna” Roma, 16 maggio 2015

AMY WINEHOUSE: ANIMA INTENSA E SOLA

di Laura Malinverni ©

«Tutto mi dà ispirazione…Tutto ciò che accade nella vita…»

amy-winehouse-painting-emma-sheldrake

Amy Winehouse painting Emma Sheldrake

«Era solo questione di tempo, la sua morte non mi ha sorpreso. Quando pensavo ai 30 anni di Amy, non ci credevo. Lei era una ragazza giovane che è esplosa nel mondo come un fuoco d’artificio e poi è stato come se dicesse: ‘Ok, ho finito, me ne vado’» (Janis Winehouse, la madre di Amy)

AMY WINEHOUSE

Enfield, 14 settembre 1982 ore 22.25

carta amy«La Amy Winehouse Foundation lavora per prevenire gli effetti di abuso di alcol e droga sui giovani. Ci proponiamo inoltre di sostenere, informare e ispirare i giovani vulnerabili e svantaggiati per aiutarli a raggiungere il loro pieno potenziale» (Mitch Winehouse, il padre di Amy)

amy bnAmy-winehouse-firma

Colpo d’occhio sintetico e simbolico

La dichiarazione d’intenti che Mitch Winehouse, padre di Amy, ha fatto presentando la Fondazione creata in onore della figlia, meglio di ogni altro commento rende l’idea del tipo di aiuto che l’astrologia moderna, se impiegata in modo appropriato, può dare. Visto che il fine di questa analisi è quello di spiegare, proprio alla luce dell’astrologia moderna, il comportamento affettivo e il talento di AMY imposterò il mio intervento su un’interpretazione essenzialmente simbolica. Mi scuso in anticipo se potrà essere anche un po’ didascalica, ma la citazione delle fonti è necessaria per cercare di rendere l’idea della pluralità degli approcci che l’astrologia moderna comporta.

amy bambinaaIl modo migliore per prendere confidenza con questo Tema mi sembra prima di tutto quello visivo: osservarlo dal di fuori e dal di sopra, consente di cogliere in modo più generale e convincente, in un’ottica sintetica, onnicomprensiva, le simbologie che lo attraversano. Marc Edmund Jones, introducendo nel 1941 il concetto di Modelli Planetari, riteneva appunto che fosse indispensabile osservare un tema natale prima di tutto nella sua complessità e solo in seguito inoltrarsi in un’analisi più dettagliata. La disposizione dei pianeti all’interno del cerchio zodiacale costituisce una “struttura archetipa”, un “imprinting” o “momento seme”, come lo chiama Dane Rudhyar, che indica l’essenza e le potenzialità di un individuo.

amykid-1a21cde13ce07d3e3322335452081635Nell’oroscopo di Amy Winehouse, nata nel borgo londinese di Enfield il 14 settembre 1982 alle ore 22.25, i pianeti sono posti tutti nell’emiciclo inferiore, ad eccezione della congiunzione Luna-Nettuno. E questo dà già una prima indicazione sull’eccentricità del ruolo lunare nel Tema e sulla personalità del soggetto, tendente a interiorizzare, a porsi fuori dal gruppo, a colorarsi di tinte nettuniane: che Amy Winehouse fosse intensamente emotiva è un dato di fatto, rilevato da tutti coloro che hanno avuto l’occasione di conoscerla o di lavorare con lei. Un’altra particolarità che si rileva a colpo d’occhio è il raggruppamento a coppie dei pianeti stessi,collocati a formare altrettante congiunzioni: Venere è in coppia con Marte, il Sole con Mercurio, Saturno con Plutone, Giove con Urano, la Luna con Nettuno. Le orbite di tutte queste congiunzioni sono contenute, andando da 1°33’ per la congiunzione Sole-Mercurio a 3°56’ per quella della Luna con Nettuno. Dal punto di vista dei Modelli planetari, ci troviamo di fronte ad un “cuneo” ampio 130°; pianeta-guida, cioè quello che inizia la sequenza nell’ordine dei segni, è Marte. Se il miglior “cuneo” ha un trigono di bordo fra pianeti posti in segni dello stesso Elemento, nel Tema di Amy Winehouse il trigono di bordo si perfeziona con

Continua a leggere

Passeggiando sotto le Stelle: CHIRONE, CATARSI E GUARIGIONE

Passeggiando sotto le Stelle incontra
CHIRONE, CATARSI E GUARIGIONE

chirone farfalla


“Io posso guarire le mie ferite solo incontrando le tue”


Ovvero come noi entriamo in contatto con la possibilità di esorcizzare i nostri mali e ambire alla saggezza.
Incontrarlo significa decifrare le ragioni del malessere,le privazioni dell’anima ,il male di vivere ogni nostra inadeguatezza. Ma anche la possibile soluzione.
Guarire noi stessi guarendo gli altri. Riconoscere il nostro limite insegnando all’altro i propri. Percepire la chiave nascosta nella mappa …e sentire che ci appartiene. Arrivare a dirci “IO POSSO”.
Guardate la vostra Mappa Natale, con gli aspetti di CHIRONE e ne deriverete una terza dimensione : il vostro potenziale attivo. La chiave di lettura delle dinamiche tridimensionali che ci offre Chirone sono tutte rintracciabili e interpretabili. Vi offro la possibilità di parteciparne. Vi invito ad un viaggio molto più rischioso degli altri e dovete davvero scalare tutte le cime più alte del vostro IO interiore per arrivare a contattarle.
Chirone ,il vostro medico migliore. Riparatore di danni ancestrali ,ma anche di ferite meno antiche. L’illuminazione spetta solo a chi riuscirà ad accoglierlo e comprenderne le ragioni. In questa società ammalata alla ricerca di un’identità che si perde negli infiniti spazi di “Logos e Necessità” dobbiamo fare la differenza. Uscire dalla caverna di Platone e DIVENTARE ESSERI COSCIENTI E PRONTI AL RISVEGLIO . Inizialmente ci sembrerà folle tutto questo girarci intorno..ma accogliendo “..interminati spazi di là da quella, e sovrumani silenzi,..” potremo tentare di diventare ”VIANDANTI CONSAPEVOLI.” Ma nulla accade se non c’è Amore ,nulla diviene se non c’è Coscienza ,nulla si ripara se non c’è Conoscenza.
Un workshop intenso e impegnativo: vi condurrò inizialmente verso un primo approccio alle dinamiche simboliche dei Sintomi presenti in ogni mappa natale riguardo le potenziali debolezze del vostro apparato PSICO-FISICO. Prendere coscienza dei rischi a cui siamo esposti è importante per comprendere,in un secondo momento, come Chirone può diventare in nostro guaritore o ancor meglio : COME E COSA FARE PER GUARIRE NOI STESSI . Tanto è inutile che ci nascondiamo dietro falsi Dei,siamo una società ammalata e nessun medico oggi può guarire la nostra Anima Universale. Dunque non cercate fuori di voi la medicina,il miglior farmaco è dentro voi stessi. Come sempre è necessario un approccio di grande umiltà. Io sarò per voi solo il PONTE che vi accompagnerà verso l’ INSIGHT necessario ad iniziare il cammino,che sarà e resterà sempre il vostro personale intimo e privato. Voi avete gli strumenti. Vostra è la candela. Entriamo in punta di piedi nell’Antro di CHIRONE.

chirone

Il workshop esperenziale si svolgerà nei locali del “Cantiere Teatrale”.Viale Gianicolense 307-Roma
SABATO 9 APRILE dalle 14.00 alle 19.00 : Le segnature fondamentali delle più importanti patologie rintracciabili nella carta natale: Origine della malattia: le cinque ferite di Chirone , dinamiche psicosomatiche. Riconoscere attraverso i Sintomi le proprie debolezze e predisposizioni. Per dovere d’informazione: identificare un aspetto incriminatorio nella propria carta natale non segnala alcuna malattia, ma semplicemente una predisposizione psicologica a quella dinamica.
DOMENICA 10 APRILE , dalle 11.00 alle 19.00: Rintracciamo i Sintomi-Simboli del vostro viaggio entrando in contatto diretto con CHIRONE e i SUOI INSEGNAMENTI.
Il viaggio del Guaritore-Guru attraverso i segni e le case. Aspetti con i pianeti.
Noi e il nostro potere di guarigione: come entrare in contatto con le proprie potenzialità.
Vi aspetto motivatissimi.
Nunzy Conti
Per prenotazioni
cell: 3927526886
info: astriecontrasti@gmail.com

Quella triste notte buia dell’Anima..

ARTICOLI DI PSICOLOGIA

“Questa società non è ammalata nella Psiche,questa società è ammalata nell’Anima”
https://aironidicarta.files.wordpress.com/2012/07/buio.jpg?w=676.
La notte buia dell’Anima di Roberto Assagioli

Lo sviluppo spirituale dell’uomo è un’avventura lunga e ardua, un viaggio attraverso strani paesi, pieni di meraviglie, ma anche di difficoltà e pericoli.

Esso implica una radicale purificazione e trasmutazione, il risveglio di una serie di facoltà ancora inattive, l’elevazione della coscienza a livelli mai toccati prima e il suo espandersi lungo una nuova dimensione interna. Non dobbiamo meravigliarci perciò che un cambiamento così grande si svolga attraverso vari stadi critici, non di rado accompagnati da disturbi neuropsichici e anche fisici (psicosomatici). Questi disturbi, possono apparire all’osservazione clinica ordinaria, uguali a quelli prodotti da altre cause, ma in realtà hanno significato e valore del tutto diversi e devono di conseguenza venir curati in modo differente. Attualmente poi i disturbi prodotti da cause spirituali, vanno divenendo sempre più frequenti, poiché il numero di persone che, consciamente o inconsciamente, sono assillate da esigenze spirituali va divenendo sempre maggiore. Inoltre, a causa della maggiore complessità dell’uomo moderno e particolarmente degli ostacoli creati dalla sua mente critica, lo sviluppo spirituale è divenuto un processo interiore più difficile e complicato.
Per questa ragione è opportuno dare uno sguardo generale ai disturbi nervosi e psichici che possono insorgere nei vari stadi dello sviluppo spirituale, e offrire qualche indicazione riguardo ai modi più adatti ed efficaci per curarli.
In generale, nel processo di realizzazione spirituale si possono osservare cinque stadi critici:
1 – Le crisi che precedono il risveglio spirituale;
2 – Le crisi prodotte dal risveglio spirituale;
3 – Le reazioni che seguono al risveglio spirituale
4 – Le fasi del processo di trasmutazione;
5 – La “notte oscura dell’anima”.

1 – Crisi che precedono lo sviluppo spirituale:

Fabrizio-Carotti-Notte-oscura-dellanima

Fabrizio Carotti- Notte oscura dell’anima

Per ben comprendere il significato delle singolari esperienze interiori che spesso precedono il risveglio dell’anima, occorre ricordare alcune caratteristiche psicologiche dell’uomo ordinario. Questi, più che vivere, si può dire che si lasci vivere. Egli prende la vita come viene; non si pone il problema del suo significato, del suo valore, dei suoi fini. Se è volgare, si occupa solo di appagare i propri desideri personali: di procurarsi i vari godimenti dei sensi, di diventare ricco, di soddisfare la propria ambizione. Se è d’animo più elevato, subordina le proprie soddisfazioni personali all’adempimento dei doveri familiari e civili che gli sono stati inculcati, senza preoccuparsi di sapere su quali basi si fondino quei doveri, quale sia la loro vera gerarchia, ecc. Egli può anche dichiararsi religioso e credere in Dio, ma la sua religione è esteriore e convenzionale, ed egli si sente a posto quando ha obbedito alle prescrizioni formali della sua chiesa e partecipato ai vari riti. Insomma, l’uomo comune crede implicitamente alla realtà della vita ordinaria ed è attaccato tenacemente ai beni terreni, ai quali attribuisce un valore positivo; egli considera la vita ordinaria fine a sé stessa, e anche se crede a un possibile paradiso futuro, desidera comunque andarci… il più tardi possibile. Ma può avvenire, che quest’uomo ordinario venga sorpreso e turbato da un improvviso mutamento nella sua vita interiore. Ciò può..

Continua a leggere

Tu Vergine sarai l’Artigiano di Dio ( se lo vorrai)

ero-sono-saro-passato-presente-e-futuro-della-m-ia-vita“Sappiamo bene che ciò che facciamo non è che una goccia nell’oceano. Ma se questa goccia non ci fosse, all’oceano mancherebbe.”
Madre Teresa di Calcutta -26 agosto 1910

Tutto deve funzionare: solo lavorando uniti possiamo sperare di ricongiungerci all’universo. Una tesserina del puzzle del progetto di Dio,questo siamo…e l’impegno tenace della Vergine è fondamentale per accedere alla sua mensa…Chi approda a questo segno, nasce a questa terra con una sola vera paura: il CAOS PRIMORDIALE. Lo scontro titanico è fra Saturno e Nettuno , il forte senso di realtà che ci sottrae alla spiritualità.
Abbandonare gli ormeggi e dirigersi verso l’infinito è davvero troppo rischioso per lui e dovrà intraprendere il viaggio con cautela per arrivarci con le sue modalità.
Segno fortemente sottovalutato , io ritengo invece che sia una parte fondamentale della natura umana, perché senza il passaggio in vergine , alla nostro viaggio mancherebbe quella capacità di darsi un ordine, una struttura,una regola, per imparare a stare con gli altri civilmente, con l’impegno di costruire insieme un mondo che funzioni perfettamente come il sofisticato meccanismo di un orologio. Solo il “tic-tac” è la musica che ci porterà a Nettuno, ma senza gli ingranaggi e il loro corretto funzionamento, il meccanismo si incepperebbe e Cronos, il Tempo che batte, non esisterebbe. Amici della Vergine il compito che vi è stato dato è davvero difficile,avete tutta la mia stima e il mio rispetto … e come diceva una delle più “belle “ Vergini che l’umanità abbia partorito, Maria Teresa di Calcutta

“Io sono come una matita nelle Sue mani ,nient’altro.
È Lui che pensa. È lui che scrive.
La matita non ha nulla a che fare con questo.
La matita deve solo essere usata”

Madre-Teresa-di-Calcutta-11Stare dietro le quinte è un po’ il vostro destino, imparare dagli altri e con gli altri quanto sia importante che tutto sia “perfetto” in senso universale, come l’Amore. Questo è il momento, sono questi gli anni della grande ispirazione, difficili certo, per questo segno che riceve l’opposizione di Nettuno in Pesci..ma anche la grande opportunità di veder dissolvere tutte le strutture troppo rigide che sono diventate zavorre insopportabili . È il momento di aprire la diga per permettere all’acqua di entrare, imparare ad emozionarsi e ad abbandonarsi anche alla contemplazione..cosa molto difficile per voi… che sentite il bisogno impellente di fare e non è un caso che le Mani siano il vostro punto di forza! (Ma anche il vostro Tallone di Achille!!)

Grande lavoratrice, intelligente, riservata, dotata di ferrea disciplina, pronta a raggiungere i propri obiettivi seguendo regole precise senza cedimenti, capace di grandi sacrifici, costanza, discernimento, forza, stabilità, efficienza, analisi e lungimiranza, organizzatrice eccellente, collaboratrice affidabile,tutte qualità di una terra che analizza e conserva divide, separa e raffina il raccolto, senza concedere sprechi ne promiscuità fra elementi non compatibili fra loro . Tutto deve essere analizzato controllato e messo da parte nei granai..

Continua a leggere

Passeggiando sotto le Stelle presenta:AMORE ETERNO CERCASI

(ovvero… Amore perchè hai il potere di farmi così male ?

acrililico su legno 40 x 30 _ omnia munda mundis r greco

Omnia munda mundis -Renzo Greco acrililico su legno 40 x 30

” UN’AMORE, QUALUNQUE AMORE CI RIVELA NELLA NOSTRA NUDITA’, MISERIA, INERMITA’, NULLA”(Cesare Pavese)

Due grandi incontri sull’Amore vi aspettano. In questo workshop incontreremo l’amore come dolore e cercheremo insieme di capire dove si annida il tarlo della nostra inadeguatezza ad esso. Nel secondo incontro il mese prossimo, dopo adeguata elaborazione dei contenuti “ disarmonici nel nostro Tema natale,dunque nella nostra Vita, incontreremo Amore, come resurrezione e rinascita ovvero proprio come dovrebbe essere…
Dunque finalmente parliamo di cuore,parliamo di sentimenti,parliamo ‘di AMORE
parliamo di noi: Noi felici, Noi tristi, Noi arrabbiati, Noi gelosi,Noi traditi, Noi soli, Noi.
In astrologia il sentimento è VENERE l’emozione è la LUNA, e queste due funzioni devono trovare il giusto compromesso..andiamo alla ricerca della nostra “mappa emotiva”così ben delineata nel nostro Tema Natale
“ Le “mappe “ ci ricorda Galimberti sono la ”dimensione emotivo, sentimentale di un individuo. Se nei primi tre anni di vita i bambini non sono seguiti, accuditi, ascoltati allora ci si trova di fronte ad un misconoscimento che crea in loro la sensazione di non essere interessanti, di non valere niente. Crescono così senza una formazione delle mappe cognitive, rimanendo a un livello d’impulso. Gli impulsi sono fisiologici, biologici, naturali. Il passo successivo dovrebbe essere di passare dagli impulsi alle emozioni ovvero a una forma più emancipata rispetto all’impulso. L’impulso conosce il gesto, l’emozione conosce la risonanza emotiva di quello che si compie e di quello che si vede. Poi si arriva al sentimento che è una forma evoluta, perché non solo è una faccenda emotiva, ma anche cognitiva. Il sentimento si apprende. Le mamme comprendono i bambini che non parlano perché li amano. Gli amanti, proprio perché si amano, si capiscano tra loro molto più di quanto i loro discorsi non dicano e siano comprensibili agli altri. Il sentimento è cognitivo e consente di percepire il mondo esterno e gli altri in maniera adeguata, con capacità di accoglienza e di risposta adeguate alle circostanze…Dobbiamo convincerci che il sentimento non è una dote naturale, è una dote che si acquisisce culturalmente.”

In astrologia psicologica la seconda funzione fondamentale per la struttura della personalità è quella AFFETTIVA: per vivere abbiamo bisogno di AFFETTO intorno a noi, abbiamo bisogno di una RELAZIONE.Nasciamo e cresciamo dentro una relazione.Siamo individui inseriti in una società e abbiamo bisogno di legarci agli altri di avere con loro un equo sano partecipe scambio. Durante la nostra vita almeno una persona si deve essere occupata di noi: nostra madre,la nostra Luna, la nostra PRIMA FIGURA DI RIFERIMENTO. Se lei ci ha passato una buona funzione affettiva,questo ci garantisce anche un’adeguata funzione cognitiva (Mercurio).

Questa prima fase di approccio si chiama FASE PRE-EGOICA. La prima immagine di sé, al bambino gli viene rimandata dalla mamma e se ci pensiamo bene Il glifo di Venere è proprio uno specchio: la prima idea di noi deriva da quello che ci è stato riflesso. Se nostra madre ci ha dato amore ,si è presa cura di noi,ci ha allattato,toccato con piacere , allora sarà facile per noi DARCI UN VALORE…e chi non è stato in questa fase adeguatamente VALORIZZATO non saprà VALORIZZARE NE SE TESSO NE GLI ALTRI.E chi non è stato AMATO,non SAPRÀ RICONOSCERE L’AMORE NE AMARE.

“È singolare ma tutt’altro che inesplicabile,che nella tradizione romantica l’amore sia considerato come una malattia.(Aldo Carotenuto,Eros e Pathos)

Come si può imparare l’Amore? Ci crediamo sempre meno…però sempre più ci innamoriamo,sempre più ci confrontiamo con il nostro bisogno di innamoramento . Ma l’Innamoramento non è Amore. Ci confrontiamo con un quotidiano di mediocrità perchè il mondo ci rimanda costantemente il nostro modo d’amare..questa crisi di valori è di questa epoca o l’uomo è sempre stato così? La storia ci insegna che solo quando soffriamo e perdiamo l’ amore scopriamo il tesoro che si nasconde dietro di esso , la sua vera essenza e allora forse…andiamo a caccia di Dolore per Amore per sentirci vivi ! Interrompiamo questa rete neuronale completamente sbagliata! L’amore viene a noi come unica possibilità di ascendere ai più alti significati del nostro essere…unica chiave per accedere al paradiso in terra:

“Ma lo sai il tuo sorriso da dove proviene? Dalla luce delle stelle e dal bianco della neve. La tua voce è dolce come il miele. La tua famiglia è qui e ti vuole bene. Sei la dolcezza nata da due cuori, con la tua mano l’infinito sfiori, fragile come un petalo di un fiore, ma forte come lo è l’Amore.”( MIA-LucSeth)

..Mi torna in mente un fantastico PETER O’TOOLE in un improbabile DR. CREATOR, SPECIALISTA IN MIRACOLI,quando spiega la sua teoria sull’amore”Addiziona il numero delle volte che in un giorno pensi a lei e sottrai il numero delle volte che nello stesso giorno pensi a te stesso.Se il risultato è positivo allora è amore”
C’è da pensare….ma intanto.
Cercasi AMORE ETERNO disperatamente.

Vi aspetto dunque il
Sabato 26-9-2015 dalle 14.00 alle 19.00
Domenica 27-9-20015 dalle11.00 alle 19.00
per due giornate intense di workshop esperenziale
nei locali del
Cantiere Teatrale – Circonvallazione Gianicolense, 307,Roma
Non si può invece aderire alla sola giornata di Sabato.
Per informazioni , adesioni e quant’altro telefonare o scrivere
cell: 3927526886
Mail: astriecontrasti@gmail.com
È INUTILE RICORDARVI CHE I POSTI SONO LIMITATI
GRAZIE
Nunzy Conti

Astrologia psicologica umanistica:la struttura della nostra personalità

TUTTI A SCUOLA!!

I PIANETI rappresentano in Astrologia le nostre istanze psichiche.Ognuno di loro ha la sua specifica funzione. I PIANETI sono la parte divina e celeste dell’Astrologia. Abitano i nostri luoghi interni. Come nell’antichità un tempio era vuoto e privo di significato fino a quando non veniva consacrato ad un DIO, così nel nostro Tema Natale, i Pianeti con la loro energia rendono “sacra”  la casa che abitano indicandoci la via all’esperienza che dobbiamo fare in quel luogo, COME descritto dal pianeta stesso.

In Astrologia Umanistica la sequenza con cui i Pianeti si rivelano nella nostra carta natale ci suggeriscono la STRUTTURA della nostra PERSONALITÀ

SOLE, LUNA, sono i nostri LUMINARI, rappresentano la base della nostra struttura. Il SOLE, nostro segno zodiacale, rappresenta l’IO ATTIVO, la volontà, la parte razionale nostra, la forza motrice che dobbiamo attivare e raggiungere. Insita nel segno zodiacale c’è una sorta di Missione che con la complicità della carta natale tutta dobbiamo onorare. Il primo simbolo del SOLE è la VITA stessa. Rappresenta il calore, è colui che permette la vita nel nostro pianeta e nell’intero universo, ecco perchè l’astrologia lo ha sempre collegato al CUORE perché il cuore è L’ORGANO PIÙ IMPORTANTE. Il Sole è sempre stato messo in relazione con l’autorealizzazione.

La LUNA , IO SENTO , IO RICETTIVO rappresenta l’altra parte di noi, è l’IO EMOTIVO, rappresenta tutti i nostri bisogni. La Luna è la grande interprete del nostro cuore,tenutaria di tutto il nostro TESSUTO emotivo, è lei che ci permette di “SENTIRE” …fin dal concepimento,nel grembo di nostra madre. Sintetizza il significato di dare vita , nutrire , far crescere. È sempre stata fondamentale per l’uomo ancora prima del Sole. La maturità emotiva unitamente a quella solare realizzativa e razionale sono i fondamenti della nostra personalità.

Un uomo per essere completo deve raggiungere l’armonia fra questi 2 poli: RAGIONE-SOLE/SENTIMENTO-LUNA

Passiamo ora ai TRE PIANETI PERSONALI: MERCURIO , VENERE E MARTE, che unitamente ai luminari, Sole e Luna sono il fondamento..

Continua a leggere

Ascendente : nasco e porto con me i fuochi d’artificio della mia diversità

By Alessio Gregori Ph

by Alessio Gregori Ph

Nasco a questa terra “trafitto da un raggio di sole” e spinto da una necessità a me sconosciuta fino a quel momento affronto l’ignoto e la grande avventura della nascita. Di fronte a me ho solo due opzioni: spingermi verso quel tunnel nero dove in fondo intravedo una luce o rimanere fermo e avere la certezza di morire. E devo attivarmi con tutte le mie risorse,un bisogno impellente mi sugggerisce che non ho tanto tempo,che devo agire rapidamente! Ed ecco che dopo un disperato estenuante sforzo e innumerevoli tentativi, ci sono, il mio viso esce allo scoperto…vengo alla luce e..

M’illumino d’ immenso

Mattina-Santa Maria La Longa il 26 gennaio 1917-Giuseppe Ungaretti

by Alessio Gregori Ph

In un preciso luogo, ad un dato momento IO NASCO e quell’istante irripetibile in Astrologia corrisponde all’ ASCENDENTE, che darà il via al mio viaggio attraverso 12 case, dodici ambiti,dodici esperienze che mi guideranno verso un destino da me scelto, ovvero la MISSIONE che l’ANIMA ha incarnato quando ha deciso di nascere a questa vita. COSA SONO CHIAMATO A FARE, COME SONO STRUTTURATO PER FARLO,quali obblighi mi sono dato e quali facilitazioni avrò per COMPIERE IL MIO VIAGGIO? Sapere con assoluta precisione il momento esatto di quel miracolo sarà fondamentale astrologicamente per tentare di capirlo!
Con la nascita noi viviamo una grande perdita, la separazione dall’unità, dal mondo perfetto a cui eravamo abituati, rappresentato in astrologia dalla dodicesima casa,fase Pesci, nessun bisogno,nessuna esigenza,il nostro perfetto EDEN,un senso di unità con l’UNIVERSO di cui avremo NOSTALGIA TUTTA LA VITA.

Ed è subito sera

“Ognuno sta solo sul cuor della terra
Trafitto da un raggio di sole:
Ed è subito sera.”

Salvatore Quasimodo

dddd

by Alessio Gregori Ph

 Nella lettura delle fasi infantili,l’Ascendente(e il suo rapporto con la settima) riguarderanno i primi 40 50 giorni di vita del bambino. Tutto quello che incontriamo nella congiunzione alla dodicesima ci racconterà il travaglio,quanto quella fase di preparazione per venire alla luce del sole sia stata complicata o meno, al contrario quello che si lega all’ ascendente, i pianeti congiunti e in aspetto preciso rappresenteranno le prime ore di vita ,i primi momenti dopo la nascita, se è stata tranquilla, precipitosa, una nascita difficile e via dicendo… Sia i pianeti che il segno dunque ci

Continua a leggere