MASSIMO TROISI ,UN COMICO DI CUORE. ANALISI DI ASTROLOGIA MEDICA DI ADRIANA CAVADINI

ATTORE GENIALE CON IL DONO DELL’IRONIA

Massino Troisi, morto prematuramente a 41 anni per insufficienza cardiaca, nel pieno del successo professionale era un attore geniale con il dono dell’ironia e della simpatia. Di lui si dice che fosse un introverso e che morì “per infarto”, il suo tema natale dice ben altro, sia sul carattere, sia sulla malattia che l’ha portato alla morte.

Nato A San Giorgio a Cremano, vicino a Napoli il 19 febbraio 1953 alle due di notte, con il Sole a cavallo tra l’Acquario e i Pesci. l’Ascendente Sagittario e la Luna vicino a Giove in Toro.

Il suo carattere non era quello di un introverso, anzi, Massimo era pieno di amici e sempre disponibile per tutti era, piuttosto, in parte melanconico, (Saturno in esaltazione vicino a Nettuno nel segno di Venere) in parte depresso (Venere, maestra della sesta in esilio, dissonante a Urano) o forse con una tristezza di fondo tipico delle anime superiori. Era anche sensitivo e ricco di una notevole energia psichica, forse presago della sua fine prematura grazie al suo bel Sole in Pesci.

Sistema cardiocircolatorio

Sebbene nelle biografie, come causa della morte, si legga per infarto cardiaco, in realtà Troisi morì perché il suo cuore era sfiancato e non riusciva più a pompare il sangue necessario alla vita delle sue cellule; morì infatti per insufficienza cardiaca acuta e morì nel sonno, durante il pomeriggio, qualche giorno dopo aver finito di girare “Il postino”.
L’analisi astrologica della morte per patologia cardiaca porta ad analizzare il Sole come cuore e l’asse quinta-undicesima per l’apparato cardiocircolatorio, ma per una corretta interpretazione dobbiamo possedere le giuste informazioni, e prima di tutto, trovare la causa della patologia cronica che ha provocato la morte di Troisi.

Streptococco beta emolitico A

I danni derivano da un’infezione batterica dello streptococco beta emolitico del gruppo A che colpisce la gola e provoca infiammazione e danni irreparabili alla valvola aortica.

 

Si sa che Massimo, fin da ragazzino, soffrì di infezioni batteriche del cavo orale con tonsilliti frequenti che hanno dato origine a febbri reumatiche; una malattia che colpisce nell’infanzia sino ai quindici anni e che ha come causa un batterio molto virulento, lo streptococco beta emolitico del gruppo A; il beta emolitico di questo gruppo danneggia organi importanti come i reni o la valvola aortica. La letteratura medica infatti, riporta come causa delle malattie che colpiscono la valvola aortica, sia quelle congenite, sia quelle acquisite per infezioni o per infiammazioni. La febbre reumatica, ormai quasi scomparsa nella civiltà del benessere è ancora presente in Italia specie nelle famiglie disagiate, con ambienti sovraffollati in condizioni di scarsa igiene con esposizione frequente ai batteri; condizioni presenti nella famiglia di Massimo Troisi; la sorella Rosaria e il fratello Luigi, in un intervista, parlano di una famiglia poverissima, felice, ma sovraffollata, costretta in un ambiente troppo piccolo per ospitare i genitori e cinque fratelli, nonni e zie.

Esaminando il tema natale di Massimo troviamo i segni di una predisposizione alle infezioni batteriche e virali che possono colpire in special modo la gola: l’As. Sagittario forma un quadrato con Mercurio e il maestro dell’As. Giove, si trova, insieme alla Luna, in Toro, il segno che governa la gola; Giove è cuspide sesta, la casa che governa la salute.

Venere e Urano i pianeti sensibili

Venere , come vedremo, rappresenta uno dei punti più ricettivi e fragili del tema.

Dopo Giove, il pianeta più importante per la salute, in questo tema è Venere perché è la maestra della sesta ed è dissonante, in esilio in Ariete e presenta un quadrato esatto a Urano. Urano è maestro dell’Acquario, il segno che simbolizza il sistema cardiocircolatorio, e governa la pressione e l’elettricità, fenomeni della conduzione elettrica del cuore.  Urano, si trova in ottava casa e come rovescio della medaglia, essendo in trigono con Mercurio, gli regala una ferrea volontà e un potere decisionale invidiabile; la volontà è la forma più potente di energia. Di per sé il tema non si presenta così nefasto, ma sappiamo che l’ambiente e la familiarità concorrono almeno al cinquanta per cento alle cause del materializzarsi di importanti patologie. Di questo noi astrologi teniamo conto e verifichiamo pazientemente i transiti dei pianeti lenti sui punti nevralgici del tema di nascita.

Ma a quale età Massimo ha contratto l’infezione che ha causato il danneggiamento della valvola aortica?

Inverno 1960

Troviamo, nell’inverno del 1960, la direzione simbolica della congiunzione di Marte a Venere (Marte 8°,18, Venere 15°,33 Ariete) verso i sette anni, coincidente con il transito di Saturno in Capricorno al quadrato di Venere e opposto a Urano. Urano è importante nel tema di Massimo, anche se normalmente considerato generazionale, perché si trova in ottava al quadrato perfetto con Venere. Venere ha un significato fondamentale nell’analisi del tema perché non solo governa la salute dato che è anche maestra della sesta casa, ma è in quarta e lesa; indica dunque una fragilità che ha origine in famiglia. Sulla lesione di Venere potremmo aprire un capitolo per spiegare la tristezza, la depressione e la sua vita sentimentale così instabile; Venere, insieme a Giove, rispetto al segno dei Pesci, governa gli oppiacei cerebrali, ormoni che ci permettono di essere equilibrati, sereni e ottimisti. Un’ ultima conferma del fatto che Venere in questo tema è un punto fragile viene dal transito di Urano in Bilancia opposto preciso a Venere natale nell’ottobre del 1971, la data in cui morì l’amatissima mamma.

Inverno1965
attacco acuto di febbre reumatica – danneggiamento valvola

Il transito più eclatante è però quello che si vede nella Riv. Solare del 1965, all’età di dodici anni, in coincidenza con il suo primo attacco importante di febbre reumatica;

Grafico rivoluzione 1965

Nettuno sull’Ascendente Scorpione, sulla cuspide della dodicesima, quadrato a Venere e opposto al Sole. Anche rispetto ai transiti la posizione di Nettuno – mutazioni è preoccupante perché in Scorpione forma una netta opposizione con la Luna e in seguito con Giove in sesta. Ebbene sappiamo che Nettuno simbolo delle mutazioni, governa lo stile dei batteri e dei virus che hanno la capacità di mutare velocemente per sopravvivere. In questo periodo inizia il calvario del soggetto che comincia ad avvertire i primi sintomi di debolezza e mancamenti dovuti al danneggiamento della valvola aortica.

1971: muore la madre

Nel 1972 a Troisi venne diagnostica la patologia aortica che gli causava debolezza e malesseri: Nettuno a fine Scorpione quadrato al Sole, Urano opposto a Venere, Saturno opposto As. quadrato a Mercurio.

Finalmente nel 1976 decide di farsi operare a Houston dal cardiochirurgo M. De Bakey per il cambio della valvola aortica. Siamo nel 1976, Massimo ha 23 anni e la sua carriera comincia a decollare, ma il cuore non ce la fa più.

1976 – Massimo ha 23 anni
cambio valvola aortica a Houston

Nettuno transita sull’Ascendente Sagittario, la Luna di nascita è colpita dall’opposizione di Urano che transita a 5° di Scorpione. La Rivoluzione Solare è ancora più esplicita: Ascendente Leone quadrato a Urano in quarta, Saturno opposto alla congiunzione Venere/Mercurio quadrati a Giove opposto alla Luna, Nettuno opposto a Marte.

Rivoluzione solare del 1976

Passano, tra alti e bassi della salute, altri tredici anni. Il lavoro va a gonfie vele, ma il cuore è ormai stremato, le forze deboli.

1993 tentativo fallito di intervento

Siamo nel 1993. Massimo torna a Houston per un nuovo intervento, ma durante l’operazione il cuore ha un infarto e si deve soprassedere per la troppa debolezza generale.

Rivoluzione solare del 1993

L’Ascendente  di rivoluzione in nona casa indica il viaggio a Houston opposta a Mercurio. Marte e Plutone sono dissonanti e indicano cattiva riuscita dell’intervento anche a causa di Giove opposto a Venere.

L’appuntamento è dopo pochi mesi, ma l’attore vuole recitare “Il postino” con il “suo “cuore. Ce la farà anche con l’aiuto di controfigure.

Morirà dodici ore dopo aver finito il film, a casa di sua sorella Anna Maria, un pomeriggio di giugno.

E’ mancato nel sonno, a Ostia,il 4/6/1994 h.15,30.

1994 – rivoluzione solare dell’anno della morte

Il 4 giugno 1994 alle 15,30
Plutone sul nodo, opposto alla Luna, Giove sull’Ascendente quadrato a Venere.
Sole congiunto a Saturno in cuspide quarta casa

Curiosità e coincidenze

Troisi aveva un Sole importante in terza casa con cuspide in Acquario,Sole opposto a Plutone, ma con trigoni alla congiunzione. Saturno/Nettuno, in undicesima.
Anche Mercurio in terza casa. Dunque le valenze della terza e dei Gemelli devono essere forti.

Il padre era ferroviere, lui da bimbo sognava di avere una bicicletta che non arrivava mai.

La terza e i Gemelli governano il metamero che corrisponde al torace, costole, sterno e i visceri come i polmoni. Ebbene per effettuare l’intervento a cuore aperto il chirurgo taglia lo sterno in due parti per accedere alla valvola dell’aorta. (Adriana Cavadini)

…e noi nel lasciarvi alle vostre riflessioni vogliamo eternamente ricordarlo così

“GRAZIE MASSIMO”

(Relazione presentata al convegno  CIDA , “PERCORSI DI VITA”)

Per gentile concessione dell’Autrice-tutti i diritti sono riservati

ADRIANA RAMPINO CAVADINI

E’ la massima esperta di astrologia medica in Italia.

Autrice del libro : Principi di Astrologia medica  (ed. Hoepli,Milano 1989)

“L’astrologia può occuparsi anche della nostra salute perché esistono precise analogie tra l’organizzazione del corpo umano e la sequenza zodiacale, siamo costruiti secondo lo stesso ordine cosmico. Da questo principio nasce la possibilità di interpretare un tema natale in chiave medica […], ma senza dimenticare le regole fondamentali dell’astrologia antica e moderna.”

Estate 2016, dodici personaggi in cerca di cuore

lovers-embrace-IIL’estate è ormai in piena attività,fa caldo,troppo, e questo nostro povero cuore solo e abbandonato,è in cerca di refrigerio. E’ stato un inverno duro per lui,i transiti sono stati pesanti,la mancanza di acqua si è fatta sentire e ancora la morsa non si allenta..Sebbene ci sia stato un po’ di respiro con i passaggi in cancro, questo lungo inverno appena passato ha comunque deciso di chiudersi in cantina! Alla luce di questi transiti e in previsione delle ferie siamo tutti un po’ preoccupati. È un caldo secco che mina le nostre radici e sta inaridendo le arterie. Siamo particolarmente concentrati sui nostri bisogni e sulla convinzione che affinché circoli, il nostro sangue abbia bisogno di un pompaggio costante: sembra che solo la rabbia sia manifesta. Marte dallo scorpione sta facendo “bene” il suo lavoro… ma non ci sosterrà ancora a lungo,i primi di agosto,il 3 precisamente, ci saluterà..e meglio, dico io..perché altrimenti rischiamo di passare il resto dell’estate nell’ira funesta. Contrattempi,impedimenti, litigate, e tutto perché non riusciamo a lasciare entrare un po’ di buon senso..di sicuro però il passaggio di Marte in Sagittario non favorirà le esigenze del cuore..entrerà in rotta di collisione con Saturno e con Nettuno verso la fine di agosto e a dispetto di tutto contribuirà ad agire quella posizione di quadratura,restituendoci proprio a fine estate un rinnovato bisogno di auto-centratura e severità e rigore che poco scampo daranno alle emozioni. La stasi che si sta verificando fra questi due giganti ci sta oltremodo annoiando! E a questo banchetto partecipa pure Giove che di certo in Vergine non si sta divertendo molto. Sembra proprio come avevamo anticipato a inizio anno, che il punto forte di questo momento sia davvero il sordo richiamo di un obbligato senso del dovere che riguarda più una ricerca del valore di se che un proiettare fuori i valori del cuore e il bisogno di relazione. E chi è in relazione da troppo tempo sta percependo una grossa fatica nel mettersi in discussione perché non ha poi così tanta voglia di partecipare ad uno scambio equo..meglio sarà per i cuori liberi..almeno le avventure saranno esonerate dai sensi di colpa! Eh già ..perché di questo si tratta..bisogno di libertà da tutto e tutti ..innamoramenti senza responsabilità oppure amori in corso di ristrutturazione..mentre saturno ci chiama a costruire ,a non precipitare, a ponderare, a testare noi stessi e la nostra forza di sopportazione. In più ci sentiamo chiamati a guardare a noi stessi con maggior senso critico e difficilmente ci lasciamo andare a desideri inconfessabili,che però permangono nei nostri sensi accesi ma bloccati. Sta crescendo dentro di noi un profondo senso di insoddisfazione e tutto questo perché stiamo arrivando da un inverno troppo rigido e difficile…che ancora non passa! Molto molto meglio il lavoro, (anzi sembra non ci sia altro!). O perché lo stiamo cercando,o perché lo vorremmo cambiare ,o perché le scelte precedentemente fatte ci obbligano ad un estate di duro lavoro, insomma, struttura organizzazione metodo ,questi i vocaboli che stiamo usando.

Ma l’estate per antonomasia, è la stagione del cuore, del mare, delle vacanze..e allora cosa possiamo fare?? L’uomo è sempre in cerca della sua metà, dell’altro che lo completi,come la mettiamo con quella “insostenibile pesantezza dell’essere”? In questa afosa estate tutti nessuno escluso sentono il peso della mancanza ..ed ecco perché questo cuore lo abbiamo messo in cantina!!!
I segni di Fuoco che notoriamente sono simbolo di energia ed azione e che si prendono tutto il disturbo di iniziare la relazione stanno facendo i conti con Saturno che li obbliga a restare dentro loro stessi afflitti da un senso del dovere che li sta impoverendo e intristendo. Sono stati dati alle fiamme troppi condizionamenti e adesso sono afflitti da bisogno di prendere le distanze da vecchi comportamenti e darsi una regola. Sono bloccati da un esistenza quotidiana che li sta deprimendo…ma questo è purtroppo necessario ahimè. Il punto è che l’Estate senza Leone Ariete e Sagittario sembra mancare del sale necessario, per godere di una ventata energetica di allegria contagiosa a cui solo loro sanno partecipare. Un estate di fuoco davanti al caminetto..aiutooo il caldo è soffocante come il bisogno di fuga!!
E che dire dei segni d’aria? Sono in fase introvertita, poco disponibili alla conversazione. Molto concentrati su se stessi ad interrogarsi sul da farsi, mentre i moti del cuore,per loro già complicati si stanno bruciando come le possibilità a cui si negheranno. Hanno come la sensazione di dover finalmente trovare la chiave per decodificare il codice cifrato del cuore. Mentre l’estate passa dietro i loro punti interrogativi. Contemplazione e distacco,scarso senso di partecipazione e libertà da tutto . E a noi altri cosa resta senza il fuoco e l’aria? Falò sulla spiaggia rimandati e fuochi spenti. Chiacchiere con il Vento e pomiciate con la Luna!!! Intrecci amorosi con il mare e vette troppo alte per l’amore. Ironia a parte …è un po’ tutto sottotono. Solo noi con la nostra voglia di vivere possiamo fare la differenza. Diamoci da fare perché abbiamo ancora molto caldo davanti..e come anticipato nel titolo…a settembre Giove entra in Bilancia e in qualche modo avremo modo di ridiscutere tutto,ognuno con il suo viaggio,ognuno con il suo cuore,ognuno con il suo battito..
I segni d’acqua sono nel più profondo torpore. Il caos emotivo e i sussulti del cuore sono abbastanza sedati. Magari senza strappi e lacrime saranno più leggeri e un po’ più rigorosi nelle loro scelte. Io penso che forse forse staranno meglio degli altri!! Ci proveranno almeno..i presupposti ci sono...
Ma la terra invece dove sarà di casa? Accidenti il comandamento imperante per loro quest’anno era lavoro lavoro lavoro..e loro stanno onorando proprio il loro elemento:creare basi sicure. La negazione al divertimento però non aiuterà certo l’amore e le relazioni. Vedo polemiche e discussioni. E l’amore rischia di morire dietro briefing riunioni e rendimenti.
Dunque la parola chiave per tutti è partecipazione!! Accompagniamo i passaggi dei pianeti con consapevolezza e disponibilità. Agosto sarà un mese complesso con tutto ancora da capire. Marte esce dallo scorpione il 3 agosto ed entra in sagittario. Mercurio inizia il lungo anello di sosta in vergine nei primi giorni e avremo anche la venere in vergine. E Giove batterà cassa proprio nell’ultimo mese di permanenza. Terra dunque fortemente terra..c’è da pensare a come organizzarsi. Urano retrogrado farà sentire tutta la sua frustrazione..e avremo bisogno di molta pazienza soprattutto perché Marte non raggiungerà il trigono a urano se non verso la metà di settembre quando Giove sarà di casa in Bilancia e quella voglia di rivoluzione e di vacanze ci coglierà proprio verso la fine ..come se per tutti sarà proprio ottobre e l’inizio autunno il momento di concedersi le meritate ferie. Poca volontà dunque di stare ad ascoltare gli altri sin da adesso e per tutto agosto vedo prevedo e stravedo polemiche e sterili conversazioni. L’accento secondo me si sposta proprio sul bisogno individuale e soggettivo di discriminare e fare le differenze. Periodo di raccolta e di presa di coscienza già da metà settembre. Ma è l’amore quello di cui vogliamo parlare, è al cuore che ci dobbiamo riferire, e a quel suo battere lento che ci sembrerà fra un tic e un tac infinitamente lungo!!
Analizziamo dunque le 12 energie zodiacali, concentrandoci sul Sole-Segno Zodiacale,ma anche sui valori degli altri elementi contenuti nella nostra carta natale. Dunque saranno coinvolti nella breve ed ironica analisi coloro che portano quell’energia anche nella Luna e nella Venere,simboli eccellenti del femminile e del cuore!

VALORI ARIETE
“VOGLIO ESSERE INDISCIPLINATO”

PINOCCHIO-Enzo-D-Alo-656565L’ariete si sa, nelle rigide clausole di Saturno vive male e purtroppo in questo periodo si sente afflitto proprio da un eccessivo senso del dovere che ne sta spegnendo gli entusiasmi. Il fuoco tenuto a bada non divampa come il suo cuore che si sta INGRIGENDO dietro un organizzazione della vita troppo rigida. Poco spazio per il tempo libero e un estate di lavoro, di comportamenti sensati e di riflessione..ed è ovvio che dentro, il bambino più indisciplinato dello Zodiaco stia soffrendo il bisogno di libertà… E se parliamo d’amore..ovviamente il problema di tempo da dedicargli esiste! Anche se un rapido passaggio di VENERE NEL LEONE darà AI PROSSIMI GIORNI un po’ di movimento, direi che dovremmo approfittarne un po’ e se c’è la possibilità di qualche giorno di riposo forse è il caso di regalarselo in questi giorni. Succede che se abbiamo bisogno di un po’ di coccole sarebbe il caso di cercarle adesso e dare al nostro intasato cuore un po’ di respiro. Sussulti e palpiti rinnovati possono darci la forza di affrontare un agosto lavorativo e produttivo che poco lascia alla cura della persona amata. Meglio i single..almeno godranno di qualche notte di fuoco senza impegno e coinvolgimento!! Passione, sesso, mojito e rock-and-roll, alla ricerca di serate divertenti e buona compagnia. Fuoco con il fuoco..almeno fino a settembre, con l’ingresso di Giove in opposizione..ma ne riparleremo..non mi sembra il caso di aggiungere altri pensieri negativi a quelli che già avete!!!

Un verso del cuore per te “energia” dello zodiaco

” Segui l’Amore” ( Gibran)

smith2-1024x682-280x168“L’amore non dà nulla fuorché sé stesso
e non coglie nulla se non da sé stesso.
L’amore non possiede,
né vorrebbe essere posseduto
poiché l’amore basta all’amore.”

$_35

VALORI TORO

“VOGLIO VIVERE IN CAMPAGNA”

image.phpAnche per il Toro un estate senza libertà, sono mesi di duro lavoro per impegni presi precedentemente ma con la voglia di starsene al fresco, e passare il tempo in compagnia di buoni amici. Cercate di coordinare al meglio il vostro tempo così da potervi permettere serate rilassanti. Tutto dipende da voi,avete la testa impegnata e siete spesso colti da pigrizia ma il vostro cuore batte un ritmo lento coordinato ma incessante. Sarebbe il caso di dedicarsi con più entusiasmo ai propri cari.

Continua a leggere

Riflessioni sull’Anno del Signore 2016

Un grido sulla Pinta: —Terra! Terra!
Un tramestio, un clamore sulla Pinta: —Terra! Terra!

arc-terra-01
Tutti ora facevano coro a quel Rodrigo di Triana che aveva primo levato il grido. E il rombo di un colpo di cannone si propagò dalla Pinta. E l’annunzio scoppiò sulle altre navi Terra! Terra! E gesti ed esclamazioni e atti di ringraziamento in ginocchio, con le mani al cielo in cui impallidivano le stelle. Non c’era ancora chiaro; […] E nella luce del mattino (era anche quella volta un venerdí, il dodici di ottobre) le tre navi scivolarono verso la riva d’un’isola piana e verde che era il primo divino sorriso della vittoria sull’Oceano; in quell’autunno che alitava nell’aria con l’odore di una sorprendente primavera. Terra! Terra! Sul mare nuovo, sull’isola ignota, sul lungo sogno e sulla grigia ‘ vita di Colombo sorgeva il Sole.

(Era il 12 ottobre 1492, Cristoforo Colombo scopriva un nuovo continente. Per gli storici, in quel giorno, aveva inizio l’Era Moderna)

feet_skyLa terra finisce là dove comincia il cielo”diceva una canzone del grande Lucio Dalla, pesci indiscusso che ci ha lasciato troppo presto,e sebbene “Terra,Terra” è un grido che per gran parte del 2016 ci sosterrà , dipenderà solo da noi capire quale sarà la nota che arriverà più alta nel cielo. Comunque vada,non perdetevi ,andate dritti verso la vostra stella e soprattutto non smettete di innalzare quel grido! Questo è l’anno in cui dobbiamo finalmente toccare terra e capire che l’amore nasce dall’unione di cielo e terra e dove le parole non arrivano  a toccare il cuore…ci può aiutare la Musica..in questa canzone io sintetizzo il senso da dare a questo anno ..e ce lo racconta un altro Pesci…

L’amore sta per terra/Esplode sulla terra
L’inferno sulla terra è l’amore”

(Bobo Rondelli 18-marzo 1963)

Solo alzando gli occhi al cielo, a piedi scalzi nella nuda terra che potremo in un lontano futuro accedere veramente al paradiso. E con esso all’amore per il quale siamo stati creati.

È con questo romantico, nettuniano inizio che vi faccio entrare nel ”Anno del Signore 2016”! Solo per coloro che non si aspettano il solito grigio elenco di chimere illusioni ma che credono fortemente che tutto si possa realizzare solo credendo fermamente in se stessi e nel proprio sogno. E conoscendo la mappa del cammino sarà più facile orientarsi e non perdersi!Maneggiare con cura!!!

piedi

Mercurio Terra docet: 194 giorni circa di permanenza in questo elemento. Tarpate le ali al volo, il mitico Ermes dovrà abbandonare gli stivali alati e indossare in questo anno, pratiche scarpe da ginnastica,fare i conti con riflessioni più radicali, munirsi di forte senso pratico,e camminare nella concretezza!! Ci vorrà una buona dose di cocciutaggine e ostinazione per arrivare a vedere realizzati i propri obiettivi !!!C’è un’altra cosa di cui sono sicura…avremo molta sete!! L’acqua scarseggerà..con Nettuno ammanettato da Saturno e ostacolato dal suo adorato Giove (almeno fino a settembre!), un Marte in Scorpione che va e viene..e Venere nei 12 segni che transiterà di corsa, sfuggente e sempre con la valigia pronta..sarà difficile occuparsi solo delle proprie emozioni e sentimenti senza candidarsi all’isolamento intellettuale. Il vero e unico senso da dare a questo benedetto anno del Signore 2016, è “LA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO” , anche se ci appare astrologicamente come un anno di passaggio,sarà fondamentale munirsi di FEDE,SPERANZA e CARITÀ per riuscire a districarsi nei suoi meandri. Guardare al passato e risolvere tutti gli insoluti per accedere al futuro e al proprio specialissimo Paradiso. Ma ci riusciremo solo uscendo fuori da noi stessi , iniziando finalmente a condividere con gli altri…

Continua a leggere

Astrologia psicologica umanistica:la struttura della nostra personalità

TUTTI A SCUOLA!!

I PIANETI rappresentano in Astrologia le nostre istanze psichiche.Ognuno di loro ha la sua specifica funzione. I PIANETI sono la parte divina e celeste dell’Astrologia. Abitano i nostri luoghi interni. Come nell’antichità un tempio era vuoto e privo di significato fino a quando non veniva consacrato ad un DIO, così nel nostro Tema Natale, i Pianeti con la loro energia rendono “sacra”  la casa che abitano indicandoci la via all’esperienza che dobbiamo fare in quel luogo, COME descritto dal pianeta stesso.

In Astrologia Umanistica la sequenza con cui i Pianeti si rivelano nella nostra carta natale ci suggeriscono la STRUTTURA della nostra PERSONALITÀ

SOLE, LUNA, sono i nostri LUMINARI, rappresentano la base della nostra struttura. Il SOLE, nostro segno zodiacale, rappresenta l’IO ATTIVO, la volontà, la parte razionale nostra, la forza motrice che dobbiamo attivare e raggiungere. Insita nel segno zodiacale c’è una sorta di Missione che con la complicità della carta natale tutta dobbiamo onorare. Il primo simbolo del SOLE è la VITA stessa. Rappresenta il calore, è colui che permette la vita nel nostro pianeta e nell’intero universo, ecco perchè l’astrologia lo ha sempre collegato al CUORE perché il cuore è L’ORGANO PIÙ IMPORTANTE. Il Sole è sempre stato messo in relazione con l’autorealizzazione.

La LUNA , IO SENTO , IO RICETTIVO rappresenta l’altra parte di noi, è l’IO EMOTIVO, rappresenta tutti i nostri bisogni. La Luna è la grande interprete del nostro cuore,tenutaria di tutto il nostro TESSUTO emotivo, è lei che ci permette di “SENTIRE” …fin dal concepimento,nel grembo di nostra madre. Sintetizza il significato di dare vita , nutrire , far crescere. È sempre stata fondamentale per l’uomo ancora prima del Sole. La maturità emotiva unitamente a quella solare realizzativa e razionale sono i fondamenti della nostra personalità.

Un uomo per essere completo deve raggiungere l’armonia fra questi 2 poli: RAGIONE-SOLE/SENTIMENTO-LUNA

Passiamo ora ai TRE PIANETI PERSONALI: MERCURIO , VENERE E MARTE, che unitamente ai luminari, Sole e Luna sono il fondamento..

Continua a leggere

Ascendente : nasco e porto con me i fuochi d’artificio della mia diversità

By Alessio Gregori Ph

by Alessio Gregori Ph

Nasco a questa terra “trafitto da un raggio di sole” e spinto da una necessità a me sconosciuta fino a quel momento affronto l’ignoto e la grande avventura della nascita. Di fronte a me ho solo due opzioni: spingermi verso quel tunnel nero dove in fondo intravedo una luce o rimanere fermo e avere la certezza di morire. E devo attivarmi con tutte le mie risorse,un bisogno impellente mi sugggerisce che non ho tanto tempo,che devo agire rapidamente! Ed ecco che dopo un disperato estenuante sforzo e innumerevoli tentativi, ci sono, il mio viso esce allo scoperto…vengo alla luce e..

M’illumino d’ immenso

Mattina-Santa Maria La Longa il 26 gennaio 1917-Giuseppe Ungaretti

by Alessio Gregori Ph

In un preciso luogo, ad un dato momento IO NASCO e quell’istante irripetibile in Astrologia corrisponde all’ ASCENDENTE, che darà il via al mio viaggio attraverso 12 case, dodici ambiti,dodici esperienze che mi guideranno verso un destino da me scelto, ovvero la MISSIONE che l’ANIMA ha incarnato quando ha deciso di nascere a questa vita. COSA SONO CHIAMATO A FARE, COME SONO STRUTTURATO PER FARLO,quali obblighi mi sono dato e quali facilitazioni avrò per COMPIERE IL MIO VIAGGIO? Sapere con assoluta precisione il momento esatto di quel miracolo sarà fondamentale astrologicamente per tentare di capirlo!
Con la nascita noi viviamo una grande perdita, la separazione dall’unità, dal mondo perfetto a cui eravamo abituati, rappresentato in astrologia dalla dodicesima casa,fase Pesci, nessun bisogno,nessuna esigenza,il nostro perfetto EDEN,un senso di unità con l’UNIVERSO di cui avremo NOSTALGIA TUTTA LA VITA.

Ed è subito sera

“Ognuno sta solo sul cuor della terra
Trafitto da un raggio di sole:
Ed è subito sera.”

Salvatore Quasimodo

dddd

by Alessio Gregori Ph

 Nella lettura delle fasi infantili,l’Ascendente(e il suo rapporto con la settima) riguarderanno i primi 40 50 giorni di vita del bambino. Tutto quello che incontriamo nella congiunzione alla dodicesima ci racconterà il travaglio,quanto quella fase di preparazione per venire alla luce del sole sia stata complicata o meno, al contrario quello che si lega all’ ascendente, i pianeti congiunti e in aspetto preciso rappresenteranno le prime ore di vita ,i primi momenti dopo la nascita, se è stata tranquilla, precipitosa, una nascita difficile e via dicendo… Sia i pianeti che il segno dunque ci

Continua a leggere

Leone tu sei Apollo, il tuo giocare in piccolo non serve al mondo..

“E un bel giorno ti accorgi che esisti,che sei parte del mondo anche tu,non per tua volontà e ti chiedi chissà siamo qui per volere di  chi?”

L’esplosione della Natura,l’estate della ragione,il frutto della passione questo e molto di più si nasconde dietro lo spirito indomito del più generoso e imponente figlio del Sole!!….A te Leone do il compito di rivelare al mondo la mia Creazione in tutto il suo splendore… ma attento all’orgoglio.. solo se imparerai la modestia.. ti farò dono dell’Onore..Fascino, generosità, in lui si concentrano tutti i doni di un simbolico RE ARTÙ destinato a salvare il mondo

Un eroe che dovrà lottare per uscire dal  labirinto ,affrontare il drago  e diventare

COLUI CHE È DESTINATO AD ESSERE

“Quale magia irripetibile! Ci innalzammo ai vertici dell’ombra..e riuscimmo a toccare il sole..in quell’unico attimo POSSIBILE  di NON TEMPO…Io e i pochi altri ci trovammo davanti a LUI, signore di luce.L’amore da cui si sentivamo avvolti,ci protesse dai suoi raggi..ci permise di adorare la sua PUREZZA..ci sentimmo “DEI” nell”‘OLIMPO DEGLI ELETTI”.Fu un attimo,un infinito indimenticabile attimo,ma fu eterno:GUARDARE IL SOLE A OCCHI NUDI,SENZA IL FILTRO DELLA PROPRIA UMANITA’,senza il limite della nostra materialità.FU UN ATTIMO..e poi tornammo giù.”(I figli del Sole by Nunzy Conti)

Al Sole è destinato e a lui  sempre ritorna come condottiero che non  teme  la luce dei suoi raggi ..nè il  calore che divampa come  passione  dal suo cuore. Questo è il Leone.. questo è il viaggio dell’eroe…il suo sguardo è fiero,i suoi occhi splendenti..sempre..ma se non ci riesce..se viene ferito nell’onore..se non raggiunge un identità solida..quell’eroe diventa un egoista in cerca di luce…dittatoriale ed insicuro…e allora…che Dio ci salvi dal suo bisogno di LUCE ad ogni costo!!!

lionDovrà imparare a gestire il suo bisogno di sentirsi destinato per nascita alla grandezza: IO SONO UNICO E SPECIALE, si ripete continuamente,!Dovrà contattare la Luce che porta dentro, girare i riflettori sulla via che illumina il mondo , e non cedere mai alla tentazione di diventare un inguaribile narcisista, per quel quel suo bisogno ossessivo di essere costantemente riconosciuto,o ancor peggio un permaloso ferito nell’onore che si nasconde! Il leone è senza dubbio il re della foresta e questo glielo dobbiamo,il collegamento con l’animale sembra perfetto per rappresentare in pieno il suo carattere!

Se osservate un Leone vi accorgerete che è sempre dignitoso, con un’aria orgogliosa e rilassata. Sembra sapere che è un re. Qualche volta gli piace anche restare pigramente sdraiato sotto il sole. Per incontrare il suo destino dovrà lavorare duramente e superare tutte le dinamiche che gli impediscono di diventare il re che è destinato ad essere!” (Liz Greene)

Il leone è un animale che per natura viene sfidato costantemente per mantenere il suo ruolo di capo e dimostrare di essere il RE indiscusso attraverso qualità come la generosità d’animo ,la lealtà e la nobiltà che lo contraddistinguono sempre.Inizialmente è un bambino egocentrico e capriccioso con uno sguardo fiero che sfida il mondo,è volitivo, curioso,sviluppa spesso quella apparente leggerezza che lo porta a non prendere sul serio gli altri,almeno quelli che non gli riconoscono il suo Valore. Per difendere chi ama prende la spada in mano e lo fa con un

Continua a leggere

ASTROSALOTTO

AVVISO AI NAVIGANTI

Abbiamo aperto il nuovo salotto

Salotto Astrologico 8

URANOSS

Ventata Uraniana in questa estate caldissima

Apriamo questo nuovo salotto con  transiti decisamente invitanti

17 LUGLIO 2015

chartwheel.phpPer accedere cliccate su SALOTTO ASTROLOGICO 8

Vi aspetto vecchi e nuovi per chiacchierare in civiltà e buon umore

e soprattutto in questa calda estate

“appassionati e innamorati sempre  più”

VOGLIO DEDICARE QUESTA PAGINA ALL’AMORE E AL CUORE

dunque

VENERE

SARÀ NOSTRA OSPITE

venereQUESTA VITA CI STA PERDENDO DIETRO LA FRETTA E LA TECNOLOGIA IMPERANTE

RIPRENDIAMOCI IL NOSTRO TEMPO E UN PÒ DI SANA E ROBUSTA TRADIZIONE

(il mio buono e adorato SATURNO ci invita a non perderci)

VI ASPETTO

Per l’archivio annessi e connessi riferitevi alla pagina

ASTROSALOTTO

Elucubrazioni su Venere e Giove in Leone, epidemico “Effetto Serra”

Preferisco morire di passione che di noia.

(Vincent van Gogh)

“Io sono unica e speciale-dice la leonessa- io sono la prima e sola e tu sei il mio eroe,in cambio io ti darò la vita l’amore, la fedeltà e l’onore ma guai se mi tradisci,mi perderai per sempre!Questa è la Venere in Leone, questa è la passione e l’amore. Quando incontra Giove il delirio di Onnipotenza si ingigantisce e insieme diventano insaziabili..lui le sussurra costantemente “ehi che fai ti accontenti?? ”E allora la leonessa si trasforma in una divertente e allegra conquistatrice alimentata da quel bisogno ossessivo di Giove che vuole tutto quello che “vede” e solletica costantemente il desiderio di prendersi tutto, senza sensi di colpa e limiti perché Giove non è Saturno, e quello che cerca è qualcosa che possa placare quel senso di vuoto che c’è sempre. Quel bisogno di riempimento che porta con se una fame insensata,una sorta di bulimia affettiva.“Lo schema è questo:ingigantimento del desiderio in attesa del riempimento, bisogno di dilatare il tempo,fantasticando e immaginando come sarà meravigliosa la gratificazione quando arriverà, procrastinare l’istante fatidico in modo di spostare la delusione finale, anche perché si sa che ci sarà la delusione finale perché a suo tempo si è vissuta: ciò che si conquista ha in se già il germe della delusione..perché non sarà conforme alle immagini e ai sogni interni. (L. Fassio).Giove ogni volta che arriva alla meta abbandona, ricomincia il viaggio verso una nuova conquista, e negli aspetti venere/giove legati al leone tutto questo assume una colorazione più accesa,più luminosa, più “solare”. È come essere costantemente sotto un fuoco vivo, afflitti da radiazioni che ci prosciugano! Va da se che in un tema con molta acqua questo aspetto è più controllato.

venere

Pensiamo proprio al Pianeta Venere. È uno dei pianeti più luminosi del nostro cielo, conosciuto fin dall’antichità ed ha sempre avuto su di noi un impatto particolare. Ha l’aspetto di una stella lucentissima di colore giallo-biancastro, di gran lunga più brillante di qualsiasi altra stella nel firmamento, è stato definito il “pianeta gemello” della Terra per dimensioni e massa. Ma le scoperte scientifiche ci tolgono ogni fantasia: le reali condizioni della sua superficie sono infernali. La densità e la composizione dell’atmosfera creano un imponente Effetto Serra che rende Venere il pianeta più caldo del sistema solare(e questo ci induce a riflettere molto). Su Venere non esiste acqua allo stato liquido, dato che la temperatura, supera il punto di ebollizione: la vita su venere non è possibile. Gli studi hanno evidenziato come, all’inizio del sistema solare, l’atmosfera di Venere fosse probabilmente molto più simile a quella terrestre, e che vi fosse una presenza abbondante di acqua sulla superficie. Il progressivo aumento della radiazione solare causò un aumento dell’evaporazione.Tale processo diventò sempre più rapido, fino a diventare incontrollabile: come risultato gli oceani di Venere evaporarono completamente, e le temperature al suolo raggiunsero valori di 1500 K… (informazioni lette su : treccani e wikipedia)

VENERE DAVANTI AL SOLE

Si fa un grande parlare in questo momento dell’anello di sosta che la Venere sta facendo in leone mentre Giove sta transitando nello stesso segno..Nel leone c’è la divinità che irrompe, il delirio di onnipotenza che ci assale e questa estate si sta presentando molto, ma molto calda: la passione irrompe, il bisogno di innamorarci ci chiama, il desiderio di appartenere all’amore come principio universale, il desiderio di auto-centrarsi potrà creare

Continua a leggere

Pillole astrologiche di vita: NELSON MANDELA :SONO IL CAPITANO DELLA MIA ANIMA

NM41

“Ciao Madiba”

Nella nascita cancro una grande prova fu affidata ad un uomo che dire straordinario …è riduttivo.
Un esempio per l’intera Umanità…nel rispetto dei valori più importanti di questo segno affidato al CUORE. Spero di farvi cosa gradita nel portare al vostro viaggio questi brevi versi,, che hanno oltre ogni ragionevole dubbio “cambiato” la mia vita…

LA NOSTRA PAURA PIÙ PROFONDA

“La nostra paura più profonda
non è di essere inadeguati.
La nostra paura più profonda
è di essere potenti oltre ogni limite.
E’ la nostra luce, non la nostra ombra,
a spaventarci di più.
Ci domandiamo:
“Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso? ”
In realtà chi sei tu per non esserlo?
Siamo figli di Dio.
Il nostro giocare in piccolo
non serve al mondo.
Non c’è nulla di illuminato
nello sminuire se stessi cosicché gli altri
non si sentano insicuri intorno a noi.
Siamo tutti nati per risplendere,
come fanno i bambini.
Siamo nati per rendere manifesta
la gloria di Dio che è dentro di noi.
Non solo in alcuni di noi:
è in ognuno di noi.
E quando permettiamo alla nostra luce
di risplendere, inconsapevolmente diamo
agli altri la possibilità di fare lo stesso.
E quando ci liberiamo dalle nostre paure,
la nostra presenza
automaticamente libera gli altri.”
(Nelson Mandela)

814

Viandanti del cuore….impariamo la lezione…viaggiare in piccolo non serve al mondo!!! E soprattutto in questo momento astrologico così intenso così infuocato..diamoci la possibilità di ascoltare l”anima …doniamoci al suo risveglio.

(Sull”ora di nascita in in realtà non esiste certezza ..ma una certa tradizione lo colloca ascendente sagittario (e alcuni ritengono addirittura che possa non essere affibabile neanche la data di nascita:) Nelson Mandela nasce nel villaggio di Umtata il 18 luglio del 1918, e la sua lunga vita fu interamente dedicata all’Amore per il suo popolo e per la Causa…)

CANCRO ”non si vede bene che col cuore”

..e ti regalerò un segreto… è molto semplice..

“L’essenziale è invisibile agli occhi”

 saint_exupery_principito

Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupery, nato il 29 giugno 1900

Scelgo con molta gioia di parlare del segno del Cancro confrontandolo con chi del Cancro ci restituisce una delle più grandi testimonianze ( chi mi conosce sa che la mia avventura in rete è iniziata proprio con questa frase che dà il titolo al mio blog personale Nunzy Conti)

antoine-de-saint-exupery

Antoine de Saint-Exupéry nasce a Lione il 29 giugno del 1900, da una famiglia aristocratica: il padre Jean era un ispettore assicurativo e la mamma Marie una pittrice piena di talento. Suo padre morì quando Antoine aveva solo quattro anni, ma viene cresciuto comunque con molto amore dalla madre, infatti la sua infanzia fu comunque serena e felice(cosa assai importante per un bambino cancro!), Nei passaggi più emblematici del piccolo principe si identifica costantemente questo rapporto privilegiato con il proprio bambino interno che rimane la chiave di lettura migliore per ben capire questo segno particolare e difficile da vivere “a questa terra”(Non è un caso che Antoine facesse l’aviatore..e proprio in volo trovò la sua fine). Un mondo di impercettibile delicatezza …fatto di sogno e fantasia,di amore e di dolcezza.

“Mi domando, – disse, – se le stelle sono illuminate perché ognuno possa un giorno trovare la sua.”
cover

Il piccolo principe”, un uomo con l’animo da eterno bambino, non concepisce i grandi e la loro rigidità mentale, impuntata esclusivamente verso le “cose serie”, si adatta malgrado, a loro, si finge noioso in un mondo di gente noiosa. Egli però considera il suo vero mondo, quello della sua infanzia, il suo reame incantato, il castello di Saint-Maurice, dove giocava con le sorelle e il fratello. Ed è quel mondo, quello a cui tornava sempre con la mente, quello che viveva nella sua fantasia che lo ispirava.”

Già in questo breve passaggio molte cose si possono intuire del Cancro,che funziona come un antenna parabolica nel captare tutte le informazioni emotive che transitano nell’ambiente, i cambi impercettibili di umore e le vibrazioni negative. È dotato di un intelligenza fortemente percettiva che lo porta a incontrare le informazioni direttamente dall’etere come se gli arrivassero sotto forma di intuizioni emotive. È un bambino che necessità di affetti veri e concreti, di un ambiente domestico sano, di giocare, di vivere natali felici in famiglia. Se vive in un contesto simile questo segno, figlio prediletto della Luna potrà far scaturire da esso il magnifico potenziale che ha dentro. Al CANCRO sono affidate la nostre radici, la nostra capacità emotiva, la famiglia, le nostre origini, i nostri sogni,i nostri ricordi, nostro padre.. È l’Estate dello Zodiaco,l’apice del frutto, primo segno dell’elemento Acqua, secondo segno cardinale, governato dalla Luna, femminile, testardo, alla ricerca di sicurezza affettiva e profonda intimità. Gode dell’esaltazione della Venere.

Piccolo promemoria: la Luna rappresenta il nutrimento, il contenimento emotivo, la sensibilità, la premonizione, la tenerezza e il soddisfacimento dei bisogni. La Venere, è il principio di piacere, la funzione di scelta, la capacità di scambio affettivo ,la relazione adulta, il proprio valore personale, l’autostima, la capacità di valutazione, il desiderio.

 tumblr_kv7oy7YXFd1qzd8ie

Un mucchio di sassi smette di essere un mucchio di sassi nel momento in cui un singolo uomo lo contempla, portando con sé l’immagine di una cattedrale”

L’uomo nasce in Ariete, primo segno cardinale, prima casa, dove risiede l’identità di copertura, l’IO SEMBRO, prosegue in seconda casa, Toro con IO HO, prima di tutto un corpo, e approda in terza, Gemelli con IO COMUNICO, prima funzione di scambio. Ecco che l’IO inizia a strutturarsi, nelle prime tre funzioni fondamentali. Quando arriva in quarta casa CANCRO, l’uomo dovrà imparare a stabilire il primo contatto con il mondo personale, detto di primo confine, dovrà imparare a percepire le proprie emozioni da quelle altrui e cominciare a capire che, sulle stesse viaggia un mondo di informazioni straordinarie e impercettibili. E’ la prima fase del sentire, dell’avvertire. Il cancro è un segno fortemente empatico, ma non ancora in grado di differenziare le emozioni, per cui ciò che sente è troppo spesso condizionato dalle proprie sensazioni e da una personale visione del mondo. Il segno che gli si oppone è il capricorno nell’asse quarta/decima, radici, chioma, asse portante dell’intero tema, insieme alla prima/settima, con gli opposti storici, ariete/bilancia (luce/ombra, io se): le radici sono fondamentali per costruire le basi del nostro futuro e la quarta casa viene identificata con il padre proprio per questo.

fox“Nessun albero beneficia di una bella chioma se le sue radici non lo sostengono e lo nutrono”.

Tanti sono i miti collegati al Cancro ma quello di Persefone a mio avviso è quello che più si allinea al significato psicologico del segno. Nella prima parte della sua vita Persefone non fa nessuna scelta, non decide nulla. Viene rapita da Ade e non si rende minimamente conto di quali sono i suoi bisogni in quel momento, il suo atteggiamento è assolutamente passivo, quasi remissivo. In realtà Persefone sceglie tutto, anche se inconsciamente. La non-scelta è pur sempre una scelta. Solo in un secondo momento, in Persefone avviene la trasformazione, Quando le danno i semi di melograno, lei li mangia, scegliendo di diventare la signora dell’Ade. È venuta dunque a patti con il suo inconscio, impara a dominarlo. e questo è quello che deve fare il cancro, riconoscere e gestire la sua parte inconscia. Persefone deve diventare adulta, non può rimanere Core, la bambina, la figlia di Demetra per sempre. Deve imparare a lottare per quello che vuole per quello e che desidera, (Marte e Venere).

Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano.”
Antoine de Saint-Exupery,

index

Il cancro mantiene un contatto profondo con il proprio bambino interno, con tutto quello che giace nella memoria, il passato, i ricordi, tutto quello che ha vissuto è inciso nel suo cuore. Il suo rapporto con il mondo dell’infanzia è sacro, come il rapporto con i bambini, ma deve imparare anche a non confrontarsi con il mondo esterno, in maniera adolescenziale e trattare tutti come fossero cuccioli indifesi e soprattutto nella vita reale, non può relegarli, quei bambini in un eterna infanzia,come vorrebbe nelle sue “segrete stanze”.

Ci restituisce bene questo concetto la dedica che Antoine de Saint-Exupery, fece nel “Il Piccolo Principe”

A Léon Werth

Chiedo scusa ai bambini per aver dedicato questo libro a un adulto. Ho un buon motivo: questo adulto è il migliore amico che ho al mondo. Ho un altro motivo: questo adulto può capire tutto, anche i libri per bambini. Ho un terzo motivo: questo adulto abita in Francia, dove ha fame e freddo. Ha un gran bisogno di essere consolato. Se tutti questi motivi non bastano, voglio dedicare il libro al bambino che quest’adulto è stato molto tempo fa. Tutti gli adulti sono stati prima di tutto dei bambini. (Ma pochi di loro se lo ricordano). Quindi correggo la dedica:

A Léon Werth, quando era bambino

Ma il cancro dovrà crescere e superare l’infanzia. Se diventa un adulto consapevole sarà una persona meravigliosa, se rimane un bambino ferito, sarà un adulto ferito, un eterno Peter Pan, difficilissimo da gestire. E per farlo dovrà lavorare duramente superare i propri traumi emotivi che lo rendono così bisognoso d’affetto, fagocitante e simbiotico. Non è mai libero. Nutre l’illusione totalmente inconscia di essere utile agli altri. Può arrivare a gestire la vita di chi ama completamente e se nell’infanzia ha sofferto sarà difficile superare questa modalità senza un adeguato riconoscimento della problematica. Deve imparare a lasciare andare a concedere all’altro un autonomia psicologica ed emotiva, deve soprattutto concederla a se stesso,superare il lato ombra. Il problema infatti è tutto legato alla tensione che vive fra dipendenza/autonomia così ben espresso nella dinamica cancro/capricorno. Il cancro solo apparentemente sembra molto dipendente, in realtà “crea dipendenza”. Il capricorno in modo diverso è anche lui vittima di questa dinamica, se in genere sembra una persona autonoma, completamente svincolata, in realtà, quando non è consapevole e maturo, cattura l’altro attraverso l’impegno totale del farsi carico(Saturno) delle responsabilità dell’altro, sostituendosi a lui nelle scelte.”Il capricorno deve trovare delle radici per riuscire a essere veramente indipendente, il cancro al contrario deve crearsi una struttura per uscire dalle sue dinamiche di trattenimento”Il cancro, quando non è risolto, cerca costantemente di trattenere i suoi affetti, di legarli a se nella sua ragnatela. Non è ancora in grado di separare e dividere le proprie emozioni da quelle altrui, è sempre tutto molto confuso per lui, io e l’altro in totale simbiotica fusione. Ecco perché poi ci appare spesso invasivo e disturbante, portato a intervenire senza che gli sia richiesto, quando sente che l’altro ha bisogno si attiva in una protezione ossessiva,va in ansia e ritiene giusto,quasi inevitabile aiutare senza rispettare gli altrui confini! Senza questo apparato e questa convinzione la sua vita è un deserto. Questa è costantemente la sua ricerca ,abbeverarsi dissetando gli altri..se non c’è questa speranza..non c’è amore. Sono infatti molto romantici,  artistici, dotati Continua a leggere