BILANCIA : “UNA COSA BELLA E’ UNA GIOIA PER SEMPRE”

“Solo le cose belle e i bei pensieri possono alimentare l’amore”

20091116143618-29091ce8-864x400_c”La Bellezza non può essere interrogata: regna per diritto divino. “La Bellezza è una forma del Genio, anzi, è più alta del Genio perché non necessita di spiegazioni. Essa è uno dei grandi fatti del mondo, come la luce solare, la primavera, il riflesso nell’acqua scura di quella conchiglia d’argento che chiamiamo luna.”Oscar Wilde 16 ottobre 1854

636024248152408553-949726127_oscar_wildeOscar Wilde, ha così ben espresso in tutta la sua vita la sua idea di amore e di bellezza , tanto da permetterci di accedere  ai significati più intrinsechi del  suo segno solare:una Bilancia con Venere nel segno e Mercurio in Scorpione. Mente superba e affascinante incontra il nostro elucubrare proprio nel suo più famoso e conosciuto libro: “Il ritratto di Dorian Gray”.Uomo di rara bellezza,”un opera d’arte, prodotta dalla natura stessa”, narcisisticamente innamorato di se stesso.. “Aveva espresso un pazzo desiderio: che potesse lui rimanere giovane, e il ritratto invecchiare; la sua bellezza restare intatta, e il viso dipinto sulla tela portare il peso delle sue passioni e dei suoi peccati. […] Pareva mostruoso persino pensarci”

23850-copia-di-the-picture-of-dorian-gray-il-ritratto-di-dorian-gray-film_jpg_620x250_crop_upscale_q85Tutte le brutture della sua vita, tutte le deformazioni del suo cuore e del suo carattere , i vizi gli abusi e le cattiverie commesse con leggerezza e superficialità saranno incise nei tratti di quel viso dipinto…“Com’è tragico” mormorò Dorian Gray, gli occhi fissi sul suo ritratto “com’è tragico! Io diventerò vecchio, brutto, ripugnante. E questa immagine rimarrà sempre giovane..Oh, se si potesse realizzare il contrario! Se io dovessi rimanere sempre giovane, e il ritratto diventasse vecchio! Per questo, per questo, darei qualunque cosa! Darei la cosa più preziosa del mondo! Darei anche la mia anima per questo!”. Un uomo che in quel desiderio rinuncia alla sua coscienza contravvenendo tutte le leggi morali ed etiche. La sua bellezza diventerà solo una maschera , mentre la sua anima ,sarà distrutta dal ogni tipo di scelleratezza. Dorian non diventerà mai un uomo non sperimenterà l’invecchiamento, non si confronterà con l’esperienza ,ma resterà per sempre “un bambino capriccioso e vanesio” fino alla sconfitta finale, nel giorno in cui tutti i conti dovranno essere pagati..

moon-4Un opera di straordinaria intensità che ci restituisce simbolicamente il bisogno spesso ossessivo di un certo tipo di Bilancia che alla “Grande Bellezza” sacrifica tutti i suoi valori più nobili. Incapace di riconoscere la propria parte oscura si avventura alla ricerca del’ “Elisir di Giovinezza”, negandosi alla drammaturgia di una vita vera. Ed Urano, suo signore, proprio in quella mancata autenticità farà pagare un caro prezzo : la caduta delle illusioni, la vecchiaia tanto temuta arriva per tutti ,e se non siamo cresciuti, se non abbiamo fatto esperienza , dovremo fare i conti con un immagine in cui non ci riconosceremo più perché l’unica cosa che avremo servito sarà la nostra Vanità.7eef0cf1c6f794527f8dec55a9428cc3 Sebbene tanto più spesso non arriviamo a certe estremizzazioni vi invito comunque a riflettere sul grande rischio che corre una personalità “bilancina” quando insegue solo l’effimero. E questo ci aiuta anche ad indagare, senza troppi giri di parole, il suo rapporto con l’ombra , che porta la Bilancia, a non accompagnare, spesso, la crescita fisica con quella psicologica. Un segno che, invece, realizzato e nella sua forma più autentica, ha dalla sua molto da dire e molto da insegnare. Soprattutto sul concetto più alto di Bellezza, Relazione e Amore.

La Bilancia appartiene all’elemento Aria ed ha dalla sua sicuramente una forte componente di razionalità,ma è il simbolo della Venere per eccellenza e si lega fortemente alla capacità Affettiva,riscontrabile in tutti noi nel rapporto che abbiamo con lei,figlia di Urano e con la nostra  settima casa. È il segno dell’equilibrio, dell’etica, dell’estetica, simbolo della capacità umana di relazione e scambio. È diplomatico, si lega a professioni di consulenza, può essere un Giudice, comunque uno che debba decidere fra due posizioni e dare un’opinione insindacabile. Ma è anche un essere divino con una sensibilità artistica superiore alla media , con un ideale di perfezione e di bellezza soprattutto se si lega nel tema a Nettuno. Ma come per chiunque di noi, non nasce con tutte queste qualità ,dovrà conquistarle nel suo viaggio. Ha un rapporto privilegiato con la sua parte femminile e dovrà lavorare molto, per integrare il Maschile. Una rivalità fra Anima e Animus, dove l’Animus dovrà farsi strada per incontrare la sua identità. La Bilancia inizia il suo viaggio con tante contraddizioni ,ha bisogno attraverso l’altro di incontrarsi,riconoscersi. Il suo è un rapporto a due. La sua natura è duale: dare importanza a me o all’altro? Dovrà lavorare costantemente sulla scelta, e l’incertezza è sempre dietro l’angolo. Se scelgo questo a cosa rinuncio? Sente costantemente dietro di se il dubbio che comunque sceglierà saranno guai!! Proprio come il povero Paride..

paride“Sulla tavola dove erano assisi gli Dei e le Dee, Eris buttò una mela d’oro dicendo che era per la più bella. Subito le giovani dee Giunone (Era), Venere (Afrodite) e Minerva (Pallade Athena) rivendicarono a sé la mela della discordia, ritenendosi ognuna la più bella. Stanco del grande litigio, intervenne Giove ordinando a Mercurio di portare le tre contendenti sul Monte Ida e che il pastore Paride facesse da giudice. Naturalmente, ognuna delle tre, per rafforzare la propria bellezza agli occhi del giovane,gli promisero un premio: Giunone, promise a Paride che, se avesse giudicato a suo favore, sarebbe diventato re di tutte le terre e il più ricco di tutti i mortali. Minerva disse che, se fosse stata lei la vittoriosa, Paride sarebbe diventato il più forte tra i mortali ed esperto di ogni arte;Venere, infine, promise a Paride, in cambio della vittoria, di dargli in moglie Elena figlia di Tindaro, la più bella di tutte le donne…” (www.settemuse.it)  Paride sceglierà, l’amore, darà la mela d’oro ad Afrodite , e sebbene abbia tentato una cortese mediazione e un confronto equo con le altre due dee, loro, offese a morte, per il mancato riconoscimento perpetreranno i loro progetti di vendetta scatenando la guerra di Troia e sterminando tutta la sua famiglia. Questo mito di presta, dunque molto a comprendere l’enorme fatica della bilancia nel dover rinunciare a qualcosa ogni volta che è obbligata a scegliere, ma come ci ricorda Lidia Fassio “[…]È la scelta che da il via alle case sopra l’orizzonte, il che significa che senza scelta non c’è possibilità di aprire l’altra parte. […]E Urano in bilancia ci dice che la scelta non ha niente a che fare con la rinuncia.. Perché quando si rinuncia è perché non si è scelto. Mentre la scelta è proprio: “io chiudo con quella parte”,ed è estremamente liberatoria..il resto è come se non ci fosse più. E nella scelta vera non c’è mai rimpianto, nella rinuncia c’è sempre il rimpianto. Rinunciare è una tematica saturniana, scegliere è una tematica di Urano/Venere.”e75b84afa54fd72af405d2b7338b8430La Bilancia comunque impara presto a mettere in relazione due cose fra di loro, il suo problema risiede principalmente nella sensazione molto forte che prova internamente quando si rende conto che la scelta implica, un abbandonare, un dividere ,un rompere quell’armonia che c’è in ogni cosa, come se quel bisogno di mediazione tanto caro al segno possa venire compromesso! Ma dovrà farlo. Valutare, mediare, scegliere, per imparare ad amarsi prima di poter amare, rispettarsi, prima di rispettare. Seguire la propria scala di valori, per raggiungere l’equilibrio, fondamentale presupposto per l’Armonia. E questo è anche il viaggio che noi tutti incontriamo nella settima casa a prescindere il segno di appartenenza. Lo scontro avviene fra due forze opposte: Marte e Venere, i mitici amanti stellari che devono imparare a convivere donandosi l’uno all’altro pacificamente. Marte deve essere addomesticato da Venere almeno quanto Venere deve imparare ad agire con maggior determinazione. La Venere in ogni tema significa prima di tutto imparare a combattere per affermare le proprie scelte, acquisire il valore di se , per arrivare a conquistare la propria autostima. E se sono una Bilancia questo diventa il presupposto migliore per arrivare a un’identità precisa in linea con l’esigenza di benessere personale. La sua apparente ipocrisia, di cui viene spesso accusata in realtà è solo la difficoltà che ha di prendere una posizione, per quel senso di disarmonia che vive quando entra in conflitto con l’ambiente. Una contraddizione esistenziale che la porta più di altri a vivere dinamiche triangolari, che la vedono quasi sempre perdente. Pensiamo alla difficoltà che incontra quando si deve confrontare con le piccole cose della vita quotidiana, come scegliere il colore di un vestito, ad esempio!b506c1ed088874e5d288a46e1e8924e4

Quando non è sicura ,si innesca, il dubbio la vedi andare in panico, con il risultato che troppo spesso, o compra tutti e due i vestiti o se ne va a mani vuote!! Qualunque decisione deve prendere, è sempre difficile, soprattutto quando è obbligata ad assumere posizioni precise in una disputa. La sua incertezza e i suoi dubbi spesso la fanno sembrare indifferente, concentrata solo su se stessa, poco interessata alla questione. Tenta sempre soluzioni di incontro e appare come uno che dà ragione ad entrambe le parti,ma la verità è che in fondo non vorrebbe far soffrire nessuno ne dare torto a qualcuno, odia litigare, non sopporta i contrasti e le disarmonie, ne gli scontri aggressivi e violenti. Il rapporto del segno con Marte e il suo contraltare, l’Ariete in questa dinamica si comprende benissimo: chi porta Marte in Bilancia ha il vantaggio di rapportarsi con gli altri in maniera civile,usando la parola come azione di confronto, distanziandosi sempre da volgari alzate di voce, ma spesso appare come una persona bloccata nell’azione quasi manchi di coraggio e decisionalità, sempre in bilico, troppo proiettata verso l’opinione esterna, senza forza e spontaneità… e se incontra una discussione con l’Ariete.. dio ce ne liberi!!!tumblr_static_4nk722zb90u8808g0cgw04w4g Fuochi e fiamme per l’amico di Marte che non riesce mai a trovarsi soddisfatto nel confronto,perché mentre lui avanza alzando la voce, l’altro indietreggia disgustato, provocando ulteriore frustrazione che spesso si conclude con rotture inevitabili, anzi, per abbandono del “ring” da parte di Marte in bilancia!!!! Ma non pensate neanche per un attimo che con il suo ossessionante bisogno piacere all’altro, di tenere tutto in equilibrio, la Bilancia non sia in grado di capire dove sia la verità, dove risiedono le ragioni o non sia capace di difendersi. Il punto troppo spesso sta nel tempo di cui ha bisogno, per valutare attentamente le cose prima di parlare o di agire. E questo Marte in Ariete non lo concede mai! Le modalità di confronto sono troppo diverse. La bilancia “è il primo segno che riconosce l’interlocutore”,ha sempre un occhio attento sull’altro e non ama la prevaricazione,riconosce l’altro come diverso da se “avente gli stessi diritti e gli stessi doveri”. Mentre l’amico ariete..beh è esattamente il contrario,fortemente autocentrato e addirittura in certi casi..l’altro non è neanche previsto !! Altro punto della questione parte anche dalla difficoltà nella Bilancia di gestire serenamente le proprie emozioni,se pensiamo che è in quadratura al cancro dobbiamo immaginare il lavoro che dovrà fare per integrare la Luna . Non dimentichiamoci che è un segno d’aria e con le emozioni qualche problema ce l’ha sempre.

“Il vantaggio delle emozioni è che ci traviano”  (Oscar Wilde)

ccc7bcb47fe28f8d3dc60f9917f591d6_notte-tramonto-bn-panorama-bw-ponte-italia-fiume-roma-sunset-night-italy-tevere-black-and-white-rome-isola-tiberina-river-bianco-e-nero-nightscape-tiber-ponte-cestio“È tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore, il silenzio e il sentimento, l’emozione e la paura… Gli sparuti incostanti sprazzi di bellezza. E poi lo squallore disgraziato e l’uomo miserabile.”
(La grande bellezza- Gambardella)

Se pensiamo alla Luna in Bilancia possiamo provare a capire: legata alla bellezza, al senso estetico, è incapace di vivere i disequilibri del cuore,rimane spesso asettica ma in realtà è una difesa perché dentro se stessa le emozioni devono essere esperite attraverso la parola, la comunicazione, intoccabile, razionale e distaccata,ma non di ghiaccio,e chi ha questa connotazione lo sa bene.. perché ha avuto a che fare con una madre spesso proprio così: una silente meravigliosa, virginale fredda bellezza..ma un anima libera. Molte delle sue difficoltà nascono dalla sensazione che dà di essere molto formale e poco incisiva, ma come per Marte in bilancia la dinamica interna è la stessa e in più ha anche un forte bisogno di essere accettata e accolta dall’esterno,di piacere agli altri sempre, e soprattutto quando ci sono nel tema delle lesioni, questo aspetto si accentua, spostando all’esterno i suoi veri bisogni e vivendo fortemente decentrata da se stessa.  Dovrà dunque lavorare proprio su questo per dare la direzione giusta a quello che sembra l’incontro fra due forze opposte. Integrare la contraddizione e imparare a portare alla luce la parte più bella e più vera, l’Anima, solo in lei risiede la vera bellezza. Imparare ad amare i propri difetti per accogliere quelli degli altri. Percepire la meraviglia della propria diversità per incontrare quella dell’altro.. Vivere la propria vita non la vita di qualcun altro, questo è il viaggio…perché in fondo i veri bisogni di ogni essere umano non risiedono nella ricerca della felicità effimera , il vero Eldorado sta nella raggiunta saggezza che sopraggiunge solo con la Serenità! 
images

E per la Bilancia, primo vero segno sociale la serenità convive con il forte senso di giustizia. Ha bisogno di dare rispetto e valore all’altro, e di riceverlo. “La mia libertà finisce quando incontra la tua”. E la relazione affettiva sarà sempre al primo posto, non in un meccanismo del tipo: “non posso vivere senza di te”, ma in un connubio di anime in perfetta armonia, una relazione adulta matura consapevole che prevede la libertà di dire: “Io ti scelgo ogni giorno, perché non ho bisogno di te, noi siamo due metà di una mela e guardiamo insieme nella stessa direzione.” E sentirà un costante senso di insoddisfazione se non incontra tale perfezione. È infatti uno dei segni che può tradire di più, ma che non lascia mai ( ahimè scegliere che guaio!!). Spesso per comprendere il senso della sua morale, diventa indispensabile analizzare l’incontro con il segno che precede,la Vergine, di cui può nel tema portare alcuni valori, o del segno che segue lo Scorpione di cui altrettanto spesso porta traccie sul tema. Se c’è molta Vergine, il concetto di imperfezione è più forte come il bisogno di discriminazione , ma anche quello di una morale comune. Si lavora molto sul senso di sentirsi perfetti in qualsiasi momento e di entrare in relazione con l’altro partendo dal concetto di equo e giusto. 8Sempre molto attenti a non commettere errori, vivono spesso una sorta di dicotomia per riuscire ad accettare che quello che piace o quello che sei veramente, può non piacere. Cercano troppo spesso di accontentare l’altro per non creare scompensi con la propria natura e nel farlo rinunciano al proprio valore, e alla propria autenticità.
“..la paura è che un errore possa compromettere il tutto”

Altra cosa è per la bilancia convivere con valori Scorpione. Qui la dinamica della moralità comune, fortemente legata a Saturno nella Vergine perde di significato quando incontra Plutone (e qui vi chiedo di ripensare a Oscar Wilde e a Dorian Gray). Ci troviamo spesso di fronte a persone che hanno una propria etica ,una morale personale che entra in rotta di collisione con il senso di giustizia comune. Sono meno disposti a compromessi ed entrano in gioco forti dinamiche di auto-manipolazione. Qui l’armonia è difficile. Si rischia una spaccatura radicale fra il dentro e il fuori. E il rischio è non accedere mai alla propria verità se non a prezzo di dure prove. Si vive il bisogno di stare in relazione ma troppo spesso ci si svende , si offre all’altro una maschera di cui non si è consapevoli. Non ho stima di me stesso. E onestamente in questo caso le dinamiche triangolari aumentano! Per la Venere in Scorpione su un sole bilancia , è molto difficile comprendere se la scelta è giusta, fa molta fatica a tagliare,recidere una relazione che non funziona,dovrà ri-costruire e ri-contattare tutta una scala di valori per incontrare la verità del cuore e la propria autenticità emotiva.9ea85b0878ee9cd402e2baf5290f48e0 “Dalle ombre irreali della notte torna a noi la vita reale che conosciamo. Dobbiamo riprenderla da dove l’avevamo lasciata, e in noi si insinua il senso terribile di un’energia che deve continuare nello stesso monotono circolo di abitudini stereotipate; o magari il desiderio violento che una mattina i nostri occhi possano aprirsi su un mondo che nell’oscurità è stato rimodellato per il nostro piacere, in cui le cose si diano nuove forme e colori, siano diverse o abbiano altri segreti, un mondo in cui il passato abbia poca o nessuna importanza, o comunque sopravviva in forme ignare di obblighi o rimpianti, avendo il ricordo della gioia la sua amarezza, e quello del piacere la sua pena.”(Dorian Gray)

Dal punto di vista spirituale ( penso a tanti soli 12a), la ricerca della perfezione dell’anima diventa “impossibilità a convivere con le brutture del mondo”, e questo mondo, oggi più che mai ci appare  squallido e tanto, tanto triste. Ci viene difficile se siamo legati a questi valori, riuscire ad accettare un immagine mediocre dell’esistenza e spesso non essendo in grado di accedere ad una qualità superiore ci concentriamo esclusivamente sul coltivare la nostra bellezza a scapito del cuore, dell’anima, e della mente. Il delirio narcisista generazionale di questo momento storico, diventa il vero problema oggi, la  difficoltà che incontriamo sempre più spesso, è proprio impegnarsi  seriamente in una relazione:

braccianti450b“..in un’età in cui «gli uomini e donne disperati perché abbandonati a se stessi, che si sentono degli oggetti a perdere, che anelano la sicurezza dell’aggregazione e una mano su cui poter contare nel momento del bisogno, e quindi ansiosi di “instaurare relazioni” [sono] al contempo timorosi di restare impigliati in relazioni “stabili”, per non dire definitive, poiché paventano che tale relazione possa comportare oneri e tensioni che non vogliono né pensano di poter sopportare e che dunque possa fortemente limitare la loro tanto agognata libertà di … si, avete indovinato, di instaurare relazioni” (“Amore liquido. Sulla fragilità dei legami affettivi” di Zygmunt Bauman)

E qui diventa utile sapere che uno degli organi legati alla Venere e alla Bilancia è la Pelle , che rappresenta proprio il confine fra me e l’altro. E le malattie su questo, che è l’organo più esteso del nostro corpo, segnalano proprio un disagio relazionale fra il dentro e il fuori , soprattutto sul viso. Si usa dire hai un viso luminoso, una pelle meravigliosa… e questo è un segnale di salute, vuol dire che l’esterno combacia perfettamente con l’interno: “..la faccia è l’indicatore di quello che mostri, quindi spesso nella bilancia fino a che non è realizzata, fino a quando non riesce a imparare le cose che deve imparare a fare, mostra sempre un’accondiscendenza, un adattamento che in realtà dentro non c’è, tende sempre a smussare gli angoli, questo suo non schierarsi vuol dire non usare Marte, perché Marte è quello che taglia e separa e dice io sono questo, tu sei quello..” (Lidia Fassio).  Se è pur vero che il compito è mediare è altrettanto valido il concetto di “non sopportazione”, di ”non adeguamento”, di non accettazione, di quello che non è parte di me. Ed ecco che allora aumentano malattie come la  psoriasi, la vitiligine, che sono esattamente, manifestazioni di una rabbia (Marte) inespressa, non agita, che non è ancora arrivata alla coscienza. Altro punto da prendere in considerazione è legato proprio al contatto fisico:quando non funziona la bilancia fa proprio fatica a toccare ,c’è un senso di pericolo, di contaminazione e malattia molto forte, soprattutto con valori vergine. Ecco allora che la pelle diventa proprio il confine di separazione impedendo all’altro e a noi stessi di vivere il senso di scambio e di affetto tanto caro alla venere in toro ad esempio. Quel bisogno di “asetticità” e di mancato contatto ovviamente va inteso anche con una venere legata a saturno

e92c1d487ee3e09ef5ca790fbea3a952“Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell’egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità.”(Oscar Wilde)

Ma se tutto è in linea con i valori più alti del segno,non c’è freddezza,non c’è distacco,c’è magia, c’è amore, la Bilancia non è pulsionale,non è mai volgare, ha un erotismo estremamente raffinato, è l’esteta dello zodiaco, possiede una grande sensibilità artistica e dovunque vada,comunque vada ricordate sempre.. è colei che porta Bellezza…

“E vedere bellezza crea bellezza…

bimbo-con-madre

…vedere amore crea amore,

“Tu sei la ragione per cui io esisto,tu sei tutte le mie ragioni”(Beatiful Mind)

Una carezza sul cuore,amica Bilancia :UNA COSA BELLA E’ UNA GIOIA PER SEMPRE”
(John Keats-Endemione )

by Nunzy Conti-tutti i diritti sono riservati

WORKSHOP:NOI,I NOSTRI TRANSITI,IL NOSTRO AUTUNNO 2016

IMG_20160430_144824-COLLAGE.jpg

L’Associazione Culturale Astri e Contrasti inizia il nuovo anno con un evento specialissimo. Ci incontreremo per discutere insieme degli eventi che ci coinvolgeranno in relazione ai transiti di questo autunno molto caldo dal punto di vista astrologico. Affronteremo elemento per elemento , segno dopo segno il senso da dare ai nostri futuri passi,aspettando un 2017 che di sicuro farà discutere molto..
L’incontro si dipanerà in 2 giornate. Sabato 24 settembre e Domenica 25 . Due giornate assolutamente indipendenti l’una dall’altra.
Il sabato discuteremo e analizzeremo i transiti in generale di tutti gli elementi/ segni,mentre la domenica prettamente esperenziale ,ci occuperemo di voi, della vostra mappa natale,dei vostri personali transiti,utilizzando tutta l’abilità di “Passeggiando sotto le Stelle” per tradurre in esperienza vivida il senso da dare a questa ultima parte dell’anno.
Cominciate a prenotarvi subito..soprattutto per quanto riguarda Domenica, ormai lo sapete, il numero dei presenti alla giornata esperenziale non può essere molto alto, per favorire ovviamente il giusto svolgimento del vostro momento. Per sabato non ci sono limitazioni essendo ovviamente un incontro /lezione/apprendimento astrologico.
Vi aspetto per festeggiare insieme questo Autunno che sta arrivando..e di cui già ci stiamo preoccupando…Giove in Bilancia sta già iniziando a farsi sentire…

case
Il workshop si svolgera a Roma nei locali del Cantiere Teatrale
Sabato 24/settembre /2016, dalle 14.00 alle 19.00
Pomeriggio astrologico didattico sui transiti dell’Autunno 2016 per tutti i segni Zodiacali: “Aspettando il 2017″(anticipazioni sul prossimi transiti del nuovo anno).
Il costo del pomeriggio è di 50.00 euro
Domenica 25/settembre/2016,dalle 11.00 alle 19.00. Passeggiando sotto le Stelle presenta :
Giornata esperenziale alla luce del vostro viaggio , di questo autunno …”Solo insieme saremo forti”
Il costo di questa giornata è di 80.00 euro.
Vi anticipo che le prenotazioni per domenica dovranno essere rapide..per l’esiguo numero dei partecipanti.
Per chi partecipa ad entrambe le giornate(ovviamente ve lo consiglio)il costo è 120.00 euro.
Per informazioni e prenotazioni telefonare al
3927526886
Oppure mandare mail a
astriecontrasti@gmail.com
Ogni prenotazione si riterrà confermata con un versamento di una caparra di circa il 30% dell’intera cifra ,nei luoghi e modi che vi indicherò.

Estate 2016, dodici personaggi in cerca di cuore

lovers-embrace-IIL’estate è ormai in piena attività,fa caldo,troppo, e questo nostro povero cuore solo e abbandonato,è in cerca di refrigerio. E’ stato un inverno duro per lui,i transiti sono stati pesanti,la mancanza di acqua si è fatta sentire e ancora la morsa non si allenta..Sebbene ci sia stato un po’ di respiro con i passaggi in cancro, questo lungo inverno appena passato ha comunque deciso di chiudersi in cantina! Alla luce di questi transiti e in previsione delle ferie siamo tutti un po’ preoccupati. È un caldo secco che mina le nostre radici e sta inaridendo le arterie. Siamo particolarmente concentrati sui nostri bisogni e sulla convinzione che affinché circoli, il nostro sangue abbia bisogno di un pompaggio costante: sembra che solo la rabbia sia manifesta. Marte dallo scorpione sta facendo “bene” il suo lavoro… ma non ci sosterrà ancora a lungo,i primi di agosto,il 3 precisamente, ci saluterà..e meglio, dico io..perché altrimenti rischiamo di passare il resto dell’estate nell’ira funesta. Contrattempi,impedimenti, litigate, e tutto perché non riusciamo a lasciare entrare un po’ di buon senso..di sicuro però il passaggio di Marte in Sagittario non favorirà le esigenze del cuore..entrerà in rotta di collisione con Saturno e con Nettuno verso la fine di agosto e a dispetto di tutto contribuirà ad agire quella posizione di quadratura,restituendoci proprio a fine estate un rinnovato bisogno di auto-centratura e severità e rigore che poco scampo daranno alle emozioni. La stasi che si sta verificando fra questi due giganti ci sta oltremodo annoiando! E a questo banchetto partecipa pure Giove che di certo in Vergine non si sta divertendo molto. Sembra proprio come avevamo anticipato a inizio anno, che il punto forte di questo momento sia davvero il sordo richiamo di un obbligato senso del dovere che riguarda più una ricerca del valore di se che un proiettare fuori i valori del cuore e il bisogno di relazione. E chi è in relazione da troppo tempo sta percependo una grossa fatica nel mettersi in discussione perché non ha poi così tanta voglia di partecipare ad uno scambio equo..meglio sarà per i cuori liberi..almeno le avventure saranno esonerate dai sensi di colpa! Eh già ..perché di questo si tratta..bisogno di libertà da tutto e tutti ..innamoramenti senza responsabilità oppure amori in corso di ristrutturazione..mentre saturno ci chiama a costruire ,a non precipitare, a ponderare, a testare noi stessi e la nostra forza di sopportazione. In più ci sentiamo chiamati a guardare a noi stessi con maggior senso critico e difficilmente ci lasciamo andare a desideri inconfessabili,che però permangono nei nostri sensi accesi ma bloccati. Sta crescendo dentro di noi un profondo senso di insoddisfazione e tutto questo perché stiamo arrivando da un inverno troppo rigido e difficile…che ancora non passa! Molto molto meglio il lavoro, (anzi sembra non ci sia altro!). O perché lo stiamo cercando,o perché lo vorremmo cambiare ,o perché le scelte precedentemente fatte ci obbligano ad un estate di duro lavoro, insomma, struttura organizzazione metodo ,questi i vocaboli che stiamo usando.

Ma l’estate per antonomasia, è la stagione del cuore, del mare, delle vacanze..e allora cosa possiamo fare?? L’uomo è sempre in cerca della sua metà, dell’altro che lo completi,come la mettiamo con quella “insostenibile pesantezza dell’essere”? In questa afosa estate tutti nessuno escluso sentono il peso della mancanza ..ed ecco perché questo cuore lo abbiamo messo in cantina!!!
I segni di Fuoco che notoriamente sono simbolo di energia ed azione e che si prendono tutto il disturbo di iniziare la relazione stanno facendo i conti con Saturno che li obbliga a restare dentro loro stessi afflitti da un senso del dovere che li sta impoverendo e intristendo. Sono stati dati alle fiamme troppi condizionamenti e adesso sono afflitti da bisogno di prendere le distanze da vecchi comportamenti e darsi una regola. Sono bloccati da un esistenza quotidiana che li sta deprimendo…ma questo è purtroppo necessario ahimè. Il punto è che l’Estate senza Leone Ariete e Sagittario sembra mancare del sale necessario, per godere di una ventata energetica di allegria contagiosa a cui solo loro sanno partecipare. Un estate di fuoco davanti al caminetto..aiutooo il caldo è soffocante come il bisogno di fuga!!
E che dire dei segni d’aria? Sono in fase introvertita, poco disponibili alla conversazione. Molto concentrati su se stessi ad interrogarsi sul da farsi, mentre i moti del cuore,per loro già complicati si stanno bruciando come le possibilità a cui si negheranno. Hanno come la sensazione di dover finalmente trovare la chiave per decodificare il codice cifrato del cuore. Mentre l’estate passa dietro i loro punti interrogativi. Contemplazione e distacco,scarso senso di partecipazione e libertà da tutto . E a noi altri cosa resta senza il fuoco e l’aria? Falò sulla spiaggia rimandati e fuochi spenti. Chiacchiere con il Vento e pomiciate con la Luna!!! Intrecci amorosi con il mare e vette troppo alte per l’amore. Ironia a parte …è un po’ tutto sottotono. Solo noi con la nostra voglia di vivere possiamo fare la differenza. Diamoci da fare perché abbiamo ancora molto caldo davanti..e come anticipato nel titolo…a settembre Giove entra in Bilancia e in qualche modo avremo modo di ridiscutere tutto,ognuno con il suo viaggio,ognuno con il suo cuore,ognuno con il suo battito..
I segni d’acqua sono nel più profondo torpore. Il caos emotivo e i sussulti del cuore sono abbastanza sedati. Magari senza strappi e lacrime saranno più leggeri e un po’ più rigorosi nelle loro scelte. Io penso che forse forse staranno meglio degli altri!! Ci proveranno almeno..i presupposti ci sono...
Ma la terra invece dove sarà di casa? Accidenti il comandamento imperante per loro quest’anno era lavoro lavoro lavoro..e loro stanno onorando proprio il loro elemento:creare basi sicure. La negazione al divertimento però non aiuterà certo l’amore e le relazioni. Vedo polemiche e discussioni. E l’amore rischia di morire dietro briefing riunioni e rendimenti.
Dunque la parola chiave per tutti è partecipazione!! Accompagniamo i passaggi dei pianeti con consapevolezza e disponibilità. Agosto sarà un mese complesso con tutto ancora da capire. Marte esce dallo scorpione il 3 agosto ed entra in sagittario. Mercurio inizia il lungo anello di sosta in vergine nei primi giorni e avremo anche la venere in vergine. E Giove batterà cassa proprio nell’ultimo mese di permanenza. Terra dunque fortemente terra..c’è da pensare a come organizzarsi. Urano retrogrado farà sentire tutta la sua frustrazione..e avremo bisogno di molta pazienza soprattutto perché Marte non raggiungerà il trigono a urano se non verso la metà di settembre quando Giove sarà di casa in Bilancia e quella voglia di rivoluzione e di vacanze ci coglierà proprio verso la fine ..come se per tutti sarà proprio ottobre e l’inizio autunno il momento di concedersi le meritate ferie. Poca volontà dunque di stare ad ascoltare gli altri sin da adesso e per tutto agosto vedo prevedo e stravedo polemiche e sterili conversazioni. L’accento secondo me si sposta proprio sul bisogno individuale e soggettivo di discriminare e fare le differenze. Periodo di raccolta e di presa di coscienza già da metà settembre. Ma è l’amore quello di cui vogliamo parlare, è al cuore che ci dobbiamo riferire, e a quel suo battere lento che ci sembrerà fra un tic e un tac infinitamente lungo!!
Analizziamo dunque le 12 energie zodiacali, concentrandoci sul Sole-Segno Zodiacale,ma anche sui valori degli altri elementi contenuti nella nostra carta natale. Dunque saranno coinvolti nella breve ed ironica analisi coloro che portano quell’energia anche nella Luna e nella Venere,simboli eccellenti del femminile e del cuore!

VALORI ARIETE
“VOGLIO ESSERE INDISCIPLINATO”

PINOCCHIO-Enzo-D-Alo-656565L’ariete si sa, nelle rigide clausole di Saturno vive male e purtroppo in questo periodo si sente afflitto proprio da un eccessivo senso del dovere che ne sta spegnendo gli entusiasmi. Il fuoco tenuto a bada non divampa come il suo cuore che si sta INGRIGENDO dietro un organizzazione della vita troppo rigida. Poco spazio per il tempo libero e un estate di lavoro, di comportamenti sensati e di riflessione..ed è ovvio che dentro, il bambino più indisciplinato dello Zodiaco stia soffrendo il bisogno di libertà… E se parliamo d’amore..ovviamente il problema di tempo da dedicargli esiste! Anche se un rapido passaggio di VENERE NEL LEONE darà AI PROSSIMI GIORNI un po’ di movimento, direi che dovremmo approfittarne un po’ e se c’è la possibilità di qualche giorno di riposo forse è il caso di regalarselo in questi giorni. Succede che se abbiamo bisogno di un po’ di coccole sarebbe il caso di cercarle adesso e dare al nostro intasato cuore un po’ di respiro. Sussulti e palpiti rinnovati possono darci la forza di affrontare un agosto lavorativo e produttivo che poco lascia alla cura della persona amata. Meglio i single..almeno godranno di qualche notte di fuoco senza impegno e coinvolgimento!! Passione, sesso, mojito e rock-and-roll, alla ricerca di serate divertenti e buona compagnia. Fuoco con il fuoco..almeno fino a settembre, con l’ingresso di Giove in opposizione..ma ne riparleremo..non mi sembra il caso di aggiungere altri pensieri negativi a quelli che già avete!!!

Un verso del cuore per te “energia” dello zodiaco

” Segui l’Amore” ( Gibran)

smith2-1024x682-280x168“L’amore non dà nulla fuorché sé stesso
e non coglie nulla se non da sé stesso.
L’amore non possiede,
né vorrebbe essere posseduto
poiché l’amore basta all’amore.”

$_35

VALORI TORO

“VOGLIO VIVERE IN CAMPAGNA”

image.phpAnche per il Toro un estate senza libertà, sono mesi di duro lavoro per impegni presi precedentemente ma con la voglia di starsene al fresco, e passare il tempo in compagnia di buoni amici. Cercate di coordinare al meglio il vostro tempo così da potervi permettere serate rilassanti. Tutto dipende da voi,avete la testa impegnata e siete spesso colti da pigrizia ma il vostro cuore batte un ritmo lento coordinato ma incessante. Sarebbe il caso di dedicarsi con più entusiasmo ai propri cari.

Continua a leggere

OROSCOPO ESPERENZIALE 2016 : IL VIAGGIO

ELEMENTI E SEGNI ALLA DERIVA DEL TEMPO

E gli uomini vollero piuttosto
le tenebre che la luce”
Giovanni, III, 19

WID_03426

“L’uomo non è che una canna, la più fragile di tutta la natura; ma è una canna pensante. Non occorre che l’universo intero si armi per annientarlo: un vapore, una goccia d’acqua è sufficiente per ucciderlo. Ma quand’anche l’universo lo schiacciasse, l’uomo sarebbe pur sempre più nobile di chi lo uccide, dal momento che egli sa di morire e il vantaggio che l’universo ha su di lui; l’universo non sa nulla. Tutta la nostra dignità sta dunque nel pensiero. E’ in virtù di esso che dobbiamo elevarci, e non nello spazio e nella durata che non sapremmo riempire. Lavoriamo dunque a ben pensare: ecco il principio della morale”. (Pascal)

PROLOGO

 Partendo dal presupposto che l’Oroscopo  è una “carezza” al nostro Sole, ritengo molto  utile fare questo viaggio insieme. Tenteremo strade sconosciute, diverse, nuove  che potranno, spero, orientare le vostre “vele”. Ci occuperemo dell’aspetto interiore e psicologico dei vostri pensieri attraverso un viaggio speciale ,a volte divertente ,spesso inquietante e incomprensibile per molti di voi semplici viandanti astrologici. Vi chiedo solo di abbattere il muro della perplessità e lasciare fluire le emozioni.. (nonché di aver innanzitutto letto REGOLE FONDAMENTALI PER AFFRONTARE LA LETTURA DI UN OROSCOPO e il precedente articolo RIFLESSIONI SULL’ANNO DEL SIGNORE 2016 complemento indispensabile per meglio comprendere il tutto).  Il mio interesse e la mia preoccupazione rimane di fatto il senso da dare a questo viaggio esperenziale che richiama fortemente alla mia creatura “PASSEGGIANDO SOTTO LE STELLE”. Vi offro dunque la possibilità di fare questa esperienza insieme ma che vi sarà utile, (lo ripeto a voce alta) solo se vi andrete incontro, nudi e senza pregiudizio. Gli scettici o i tradizionalisti, meglio che non entrino per niente a far parte di questo viaggio…anche se ovviamente non mancheranno le doverose osservazioni astrologiche, sopratutto nella prima parte.Protagonista sarà la musica, le immagini e le parole che dovranno agire dentro di voi..e non preoccupatevi se conoscete o no il suono..cercate di usare l’emozione e un trasporto nuovo,per ricercare al loro interno i significati che vi apparterranno,quelli che faranno parte del vostro viaggio interiore. Importantissimo sarà non dare per scontato niente!! Sappiate che tutto ha un senso! I pensieri/ accadimenti che ne seguiranno saranno il vostro personale significato da dare a questo 2016. Ovviamente per voi, cuori in tempesta non mancherà una più tradizionale spiegazione, a cui appoggiarvi per comprendere meglio il senso delle cose..ma vi servirà solo dopo aver fatto silenzio intorno a voi ascoltato la scelta musicale da me proposta,e permesso alle parole di agire dentro di voi… Ammainate le vele si parte per un viaggio dentro voi stessi.. impostate la rotta giusta per vivere al meglio questo vostro 2016..e mentre riempite la stiva dei vostri desideri/sogni..un povero mozzo dei pesci,un vecchio pazzo sognatore..ci regala la mappa verso……. Futura

(lasciate entrare dentro di voi  la musicale immagini le parole del testo )

Chissà chissà domani su che cosa metteremo le mani. Se si potrà contare ancora le onde del mare. E alzare la testa. Non esser così seria, rimani..Sarà stato forse un tuono non mi meraviglio. È una notte di fuoco. Dove sono le tue mani.. Nascerà e non avrà paura nostro figlio..E chissà come sarà lui domani, su quali strade camminerà,cosa avrà nelle sue mani.. le sue mani. Si muoverà e potrà volare. Nuoterà su una stella. Come sei bella.E se è una femmina si chiamerà Futura..  Son sicuro che c’è il sole. Ma che sole! È un cappello di ghiaccio questo sole,è una catena di ferro senza amore…Aspettiamo che ritorni la luce..di sentire una voce. Aspettiamo senza avere paura, domani.

Ma è la Terra il nostro porto sicuro,e l’abbiamo lungamente detto nell’articolo introduttivo su QUESTO ANNO DEL SIGNORE 2016. Il viaggio alla scoperta della propria personale “America” E la nostra Nina/Toro, Pinta/Capricorno e Santa Maria/Vergine saranno proprio loro a guidarci, a consigliarci venti più propizi alla navigazione, rotte meno rischiose(almeno fino a settembre!) . Questo mi permette di suggerirvi di guardare con attenzione il vostro elemento Terra nella carta natale ..sarà proprio quello il punto strategico a cui affidarvi: i vostri pianeti in Terra e gli aspetti che formeranno nell’arco dell’anno.Quale sono le sinergie potenti che si innescheranno fra i pianeti. Quale sono dunque i punti nodali che ci riguarderanno? Parliamone...

Continua a leggere

Passeggiando sotto le Stelle presenta:AMORE ETERNO CERCASI

(ovvero… Amore perchè hai il potere di farmi così male ?

acrililico su legno 40 x 30 _ omnia munda mundis r greco

Omnia munda mundis -Renzo Greco acrililico su legno 40 x 30

” UN’AMORE, QUALUNQUE AMORE CI RIVELA NELLA NOSTRA NUDITA’, MISERIA, INERMITA’, NULLA”(Cesare Pavese)

Due grandi incontri sull’Amore vi aspettano. In questo workshop incontreremo l’amore come dolore e cercheremo insieme di capire dove si annida il tarlo della nostra inadeguatezza ad esso. Nel secondo incontro il mese prossimo, dopo adeguata elaborazione dei contenuti “ disarmonici nel nostro Tema natale,dunque nella nostra Vita, incontreremo Amore, come resurrezione e rinascita ovvero proprio come dovrebbe essere…
Dunque finalmente parliamo di cuore,parliamo di sentimenti,parliamo ‘di AMORE
parliamo di noi: Noi felici, Noi tristi, Noi arrabbiati, Noi gelosi,Noi traditi, Noi soli, Noi.
In astrologia il sentimento è VENERE l’emozione è la LUNA, e queste due funzioni devono trovare il giusto compromesso..andiamo alla ricerca della nostra “mappa emotiva”così ben delineata nel nostro Tema Natale
“ Le “mappe “ ci ricorda Galimberti sono la ”dimensione emotivo, sentimentale di un individuo. Se nei primi tre anni di vita i bambini non sono seguiti, accuditi, ascoltati allora ci si trova di fronte ad un misconoscimento che crea in loro la sensazione di non essere interessanti, di non valere niente. Crescono così senza una formazione delle mappe cognitive, rimanendo a un livello d’impulso. Gli impulsi sono fisiologici, biologici, naturali. Il passo successivo dovrebbe essere di passare dagli impulsi alle emozioni ovvero a una forma più emancipata rispetto all’impulso. L’impulso conosce il gesto, l’emozione conosce la risonanza emotiva di quello che si compie e di quello che si vede. Poi si arriva al sentimento che è una forma evoluta, perché non solo è una faccenda emotiva, ma anche cognitiva. Il sentimento si apprende. Le mamme comprendono i bambini che non parlano perché li amano. Gli amanti, proprio perché si amano, si capiscano tra loro molto più di quanto i loro discorsi non dicano e siano comprensibili agli altri. Il sentimento è cognitivo e consente di percepire il mondo esterno e gli altri in maniera adeguata, con capacità di accoglienza e di risposta adeguate alle circostanze…Dobbiamo convincerci che il sentimento non è una dote naturale, è una dote che si acquisisce culturalmente.”

In astrologia psicologica la seconda funzione fondamentale per la struttura della personalità è quella AFFETTIVA: per vivere abbiamo bisogno di AFFETTO intorno a noi, abbiamo bisogno di una RELAZIONE.Nasciamo e cresciamo dentro una relazione.Siamo individui inseriti in una società e abbiamo bisogno di legarci agli altri di avere con loro un equo sano partecipe scambio. Durante la nostra vita almeno una persona si deve essere occupata di noi: nostra madre,la nostra Luna, la nostra PRIMA FIGURA DI RIFERIMENTO. Se lei ci ha passato una buona funzione affettiva,questo ci garantisce anche un’adeguata funzione cognitiva (Mercurio).

Questa prima fase di approccio si chiama FASE PRE-EGOICA. La prima immagine di sé, al bambino gli viene rimandata dalla mamma e se ci pensiamo bene Il glifo di Venere è proprio uno specchio: la prima idea di noi deriva da quello che ci è stato riflesso. Se nostra madre ci ha dato amore ,si è presa cura di noi,ci ha allattato,toccato con piacere , allora sarà facile per noi DARCI UN VALORE…e chi non è stato in questa fase adeguatamente VALORIZZATO non saprà VALORIZZARE NE SE TESSO NE GLI ALTRI.E chi non è stato AMATO,non SAPRÀ RICONOSCERE L’AMORE NE AMARE.

“È singolare ma tutt’altro che inesplicabile,che nella tradizione romantica l’amore sia considerato come una malattia.(Aldo Carotenuto,Eros e Pathos)

Come si può imparare l’Amore? Ci crediamo sempre meno…però sempre più ci innamoriamo,sempre più ci confrontiamo con il nostro bisogno di innamoramento . Ma l’Innamoramento non è Amore. Ci confrontiamo con un quotidiano di mediocrità perchè il mondo ci rimanda costantemente il nostro modo d’amare..questa crisi di valori è di questa epoca o l’uomo è sempre stato così? La storia ci insegna che solo quando soffriamo e perdiamo l’ amore scopriamo il tesoro che si nasconde dietro di esso , la sua vera essenza e allora forse…andiamo a caccia di Dolore per Amore per sentirci vivi ! Interrompiamo questa rete neuronale completamente sbagliata! L’amore viene a noi come unica possibilità di ascendere ai più alti significati del nostro essere…unica chiave per accedere al paradiso in terra:

“Ma lo sai il tuo sorriso da dove proviene? Dalla luce delle stelle e dal bianco della neve. La tua voce è dolce come il miele. La tua famiglia è qui e ti vuole bene. Sei la dolcezza nata da due cuori, con la tua mano l’infinito sfiori, fragile come un petalo di un fiore, ma forte come lo è l’Amore.”( MIA-LucSeth)

..Mi torna in mente un fantastico PETER O’TOOLE in un improbabile DR. CREATOR, SPECIALISTA IN MIRACOLI,quando spiega la sua teoria sull’amore”Addiziona il numero delle volte che in un giorno pensi a lei e sottrai il numero delle volte che nello stesso giorno pensi a te stesso.Se il risultato è positivo allora è amore”
C’è da pensare….ma intanto.
Cercasi AMORE ETERNO disperatamente.

Vi aspetto dunque il
Sabato 26-9-2015 dalle 14.00 alle 19.00
Domenica 27-9-20015 dalle11.00 alle 19.00
per due giornate intense di workshop esperenziale
nei locali del
Cantiere Teatrale – Circonvallazione Gianicolense, 307,Roma
Non si può invece aderire alla sola giornata di Sabato.
Per informazioni , adesioni e quant’altro telefonare o scrivere
cell: 3927526886
Mail: astriecontrasti@gmail.com
È INUTILE RICORDARVI CHE I POSTI SONO LIMITATI
GRAZIE
Nunzy Conti

Leone tu sei Apollo, il tuo giocare in piccolo non serve al mondo..

“E un bel giorno ti accorgi che esisti,che sei parte del mondo anche tu,non per tua volontà e ti chiedi chissà siamo qui per volere di  chi?”

L’esplosione della Natura,l’estate della ragione,il frutto della passione questo e molto di più si nasconde dietro lo spirito indomito del più generoso e imponente figlio del Sole!!….A te Leone do il compito di rivelare al mondo la mia Creazione in tutto il suo splendore… ma attento all’orgoglio.. solo se imparerai la modestia.. ti farò dono dell’Onore..Fascino, generosità, in lui si concentrano tutti i doni di un simbolico RE ARTÙ destinato a salvare il mondo

Un eroe che dovrà lottare per uscire dal  labirinto ,affrontare il drago  e diventare

COLUI CHE È DESTINATO AD ESSERE

“Quale magia irripetibile! Ci innalzammo ai vertici dell’ombra..e riuscimmo a toccare il sole..in quell’unico attimo POSSIBILE  di NON TEMPO…Io e i pochi altri ci trovammo davanti a LUI, signore di luce.L’amore da cui si sentivamo avvolti,ci protesse dai suoi raggi..ci permise di adorare la sua PUREZZA..ci sentimmo “DEI” nell”‘OLIMPO DEGLI ELETTI”.Fu un attimo,un infinito indimenticabile attimo,ma fu eterno:GUARDARE IL SOLE A OCCHI NUDI,SENZA IL FILTRO DELLA PROPRIA UMANITA’,senza il limite della nostra materialità.FU UN ATTIMO..e poi tornammo giù.”(I figli del Sole by Nunzy Conti)

Al Sole è destinato e a lui  sempre ritorna come condottiero che non  teme  la luce dei suoi raggi ..nè il  calore che divampa come  passione  dal suo cuore. Questo è il Leone.. questo è il viaggio dell’eroe…il suo sguardo è fiero,i suoi occhi splendenti..sempre..ma se non ci riesce..se viene ferito nell’onore..se non raggiunge un identità solida..quell’eroe diventa un egoista in cerca di luce…dittatoriale ed insicuro…e allora…che Dio ci salvi dal suo bisogno di LUCE ad ogni costo!!!

lionDovrà imparare a gestire il suo bisogno di sentirsi destinato per nascita alla grandezza: IO SONO UNICO E SPECIALE, si ripete continuamente,!Dovrà contattare la Luce che porta dentro, girare i riflettori sulla via che illumina il mondo , e non cedere mai alla tentazione di diventare un inguaribile narcisista, per quel quel suo bisogno ossessivo di essere costantemente riconosciuto,o ancor peggio un permaloso ferito nell’onore che si nasconde! Il leone è senza dubbio il re della foresta e questo glielo dobbiamo,il collegamento con l’animale sembra perfetto per rappresentare in pieno il suo carattere!

Se osservate un Leone vi accorgerete che è sempre dignitoso, con un’aria orgogliosa e rilassata. Sembra sapere che è un re. Qualche volta gli piace anche restare pigramente sdraiato sotto il sole. Per incontrare il suo destino dovrà lavorare duramente e superare tutte le dinamiche che gli impediscono di diventare il re che è destinato ad essere!” (Liz Greene)

Il leone è un animale che per natura viene sfidato costantemente per mantenere il suo ruolo di capo e dimostrare di essere il RE indiscusso attraverso qualità come la generosità d’animo ,la lealtà e la nobiltà che lo contraddistinguono sempre.Inizialmente è un bambino egocentrico e capriccioso con uno sguardo fiero che sfida il mondo,è volitivo, curioso,sviluppa spesso quella apparente leggerezza che lo porta a non prendere sul serio gli altri,almeno quelli che non gli riconoscono il suo Valore. Per difendere chi ama prende la spada in mano e lo fa con un

Continua a leggere

Elucubrazioni su Venere e Giove in Leone, epidemico “Effetto Serra”

Preferisco morire di passione che di noia.

(Vincent van Gogh)

“Io sono unica e speciale-dice la leonessa- io sono la prima e sola e tu sei il mio eroe,in cambio io ti darò la vita l’amore, la fedeltà e l’onore ma guai se mi tradisci,mi perderai per sempre!Questa è la Venere in Leone, questa è la passione e l’amore. Quando incontra Giove il delirio di Onnipotenza si ingigantisce e insieme diventano insaziabili..lui le sussurra costantemente “ehi che fai ti accontenti?? ”E allora la leonessa si trasforma in una divertente e allegra conquistatrice alimentata da quel bisogno ossessivo di Giove che vuole tutto quello che “vede” e solletica costantemente il desiderio di prendersi tutto, senza sensi di colpa e limiti perché Giove non è Saturno, e quello che cerca è qualcosa che possa placare quel senso di vuoto che c’è sempre. Quel bisogno di riempimento che porta con se una fame insensata,una sorta di bulimia affettiva.“Lo schema è questo:ingigantimento del desiderio in attesa del riempimento, bisogno di dilatare il tempo,fantasticando e immaginando come sarà meravigliosa la gratificazione quando arriverà, procrastinare l’istante fatidico in modo di spostare la delusione finale, anche perché si sa che ci sarà la delusione finale perché a suo tempo si è vissuta: ciò che si conquista ha in se già il germe della delusione..perché non sarà conforme alle immagini e ai sogni interni. (L. Fassio).Giove ogni volta che arriva alla meta abbandona, ricomincia il viaggio verso una nuova conquista, e negli aspetti venere/giove legati al leone tutto questo assume una colorazione più accesa,più luminosa, più “solare”. È come essere costantemente sotto un fuoco vivo, afflitti da radiazioni che ci prosciugano! Va da se che in un tema con molta acqua questo aspetto è più controllato.

venere

Pensiamo proprio al Pianeta Venere. È uno dei pianeti più luminosi del nostro cielo, conosciuto fin dall’antichità ed ha sempre avuto su di noi un impatto particolare. Ha l’aspetto di una stella lucentissima di colore giallo-biancastro, di gran lunga più brillante di qualsiasi altra stella nel firmamento, è stato definito il “pianeta gemello” della Terra per dimensioni e massa. Ma le scoperte scientifiche ci tolgono ogni fantasia: le reali condizioni della sua superficie sono infernali. La densità e la composizione dell’atmosfera creano un imponente Effetto Serra che rende Venere il pianeta più caldo del sistema solare(e questo ci induce a riflettere molto). Su Venere non esiste acqua allo stato liquido, dato che la temperatura, supera il punto di ebollizione: la vita su venere non è possibile. Gli studi hanno evidenziato come, all’inizio del sistema solare, l’atmosfera di Venere fosse probabilmente molto più simile a quella terrestre, e che vi fosse una presenza abbondante di acqua sulla superficie. Il progressivo aumento della radiazione solare causò un aumento dell’evaporazione.Tale processo diventò sempre più rapido, fino a diventare incontrollabile: come risultato gli oceani di Venere evaporarono completamente, e le temperature al suolo raggiunsero valori di 1500 K… (informazioni lette su : treccani e wikipedia)

VENERE DAVANTI AL SOLE

Si fa un grande parlare in questo momento dell’anello di sosta che la Venere sta facendo in leone mentre Giove sta transitando nello stesso segno..Nel leone c’è la divinità che irrompe, il delirio di onnipotenza che ci assale e questa estate si sta presentando molto, ma molto calda: la passione irrompe, il bisogno di innamorarci ci chiama, il desiderio di appartenere all’amore come principio universale, il desiderio di auto-centrarsi potrà creare

Continua a leggere

CANCRO ”non si vede bene che col cuore”

..e ti regalerò un segreto… è molto semplice..

“L’essenziale è invisibile agli occhi”

 saint_exupery_principito

Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupery, nato il 29 giugno 1900

Scelgo con molta gioia di parlare del segno del Cancro confrontandolo con chi del Cancro ci restituisce una delle più grandi testimonianze ( chi mi conosce sa che la mia avventura in rete è iniziata proprio con questa frase che dà il titolo al mio blog personale Nunzy Conti)

antoine-de-saint-exupery

Antoine de Saint-Exupéry nasce a Lione il 29 giugno del 1900, da una famiglia aristocratica: il padre Jean era un ispettore assicurativo e la mamma Marie una pittrice piena di talento. Suo padre morì quando Antoine aveva solo quattro anni, ma viene cresciuto comunque con molto amore dalla madre, infatti la sua infanzia fu comunque serena e felice(cosa assai importante per un bambino cancro!), Nei passaggi più emblematici del piccolo principe si identifica costantemente questo rapporto privilegiato con il proprio bambino interno che rimane la chiave di lettura migliore per ben capire questo segno particolare e difficile da vivere “a questa terra”(Non è un caso che Antoine facesse l’aviatore..e proprio in volo trovò la sua fine). Un mondo di impercettibile delicatezza …fatto di sogno e fantasia,di amore e di dolcezza.

“Mi domando, – disse, – se le stelle sono illuminate perché ognuno possa un giorno trovare la sua.”
cover

Il piccolo principe”, un uomo con l’animo da eterno bambino, non concepisce i grandi e la loro rigidità mentale, impuntata esclusivamente verso le “cose serie”, si adatta malgrado, a loro, si finge noioso in un mondo di gente noiosa. Egli però considera il suo vero mondo, quello della sua infanzia, il suo reame incantato, il castello di Saint-Maurice, dove giocava con le sorelle e il fratello. Ed è quel mondo, quello a cui tornava sempre con la mente, quello che viveva nella sua fantasia che lo ispirava.”

Già in questo breve passaggio molte cose si possono intuire del Cancro,che funziona come un antenna parabolica nel captare tutte le informazioni emotive che transitano nell’ambiente, i cambi impercettibili di umore e le vibrazioni negative. È dotato di un intelligenza fortemente percettiva che lo porta a incontrare le informazioni direttamente dall’etere come se gli arrivassero sotto forma di intuizioni emotive. È un bambino che necessità di affetti veri e concreti, di un ambiente domestico sano, di giocare, di vivere natali felici in famiglia. Se vive in un contesto simile questo segno, figlio prediletto della Luna potrà far scaturire da esso il magnifico potenziale che ha dentro. Al CANCRO sono affidate la nostre radici, la nostra capacità emotiva, la famiglia, le nostre origini, i nostri sogni,i nostri ricordi, nostro padre.. È l’Estate dello Zodiaco,l’apice del frutto, primo segno dell’elemento Acqua, secondo segno cardinale, governato dalla Luna, femminile, testardo, alla ricerca di sicurezza affettiva e profonda intimità. Gode dell’esaltazione della Venere.

Piccolo promemoria: la Luna rappresenta il nutrimento, il contenimento emotivo, la sensibilità, la premonizione, la tenerezza e il soddisfacimento dei bisogni. La Venere, è il principio di piacere, la funzione di scelta, la capacità di scambio affettivo ,la relazione adulta, il proprio valore personale, l’autostima, la capacità di valutazione, il desiderio.

 tumblr_kv7oy7YXFd1qzd8ie

Un mucchio di sassi smette di essere un mucchio di sassi nel momento in cui un singolo uomo lo contempla, portando con sé l’immagine di una cattedrale”

L’uomo nasce in Ariete, primo segno cardinale, prima casa, dove risiede l’identità di copertura, l’IO SEMBRO, prosegue in seconda casa, Toro con IO HO, prima di tutto un corpo, e approda in terza, Gemelli con IO COMUNICO, prima funzione di scambio. Ecco che l’IO inizia a strutturarsi, nelle prime tre funzioni fondamentali. Quando arriva in quarta casa CANCRO, l’uomo dovrà imparare a stabilire il primo contatto con il mondo personale, detto di primo confine, dovrà imparare a percepire le proprie emozioni da quelle altrui e cominciare a capire che, sulle stesse viaggia un mondo di informazioni straordinarie e impercettibili. E’ la prima fase del sentire, dell’avvertire. Il cancro è un segno fortemente empatico, ma non ancora in grado di differenziare le emozioni, per cui ciò che sente è troppo spesso condizionato dalle proprie sensazioni e da una personale visione del mondo. Il segno che gli si oppone è il capricorno nell’asse quarta/decima, radici, chioma, asse portante dell’intero tema, insieme alla prima/settima, con gli opposti storici, ariete/bilancia (luce/ombra, io se): le radici sono fondamentali per costruire le basi del nostro futuro e la quarta casa viene identificata con il padre proprio per questo.

fox“Nessun albero beneficia di una bella chioma se le sue radici non lo sostengono e lo nutrono”.

Tanti sono i miti collegati al Cancro ma quello di Persefone a mio avviso è quello che più si allinea al significato psicologico del segno. Nella prima parte della sua vita Persefone non fa nessuna scelta, non decide nulla. Viene rapita da Ade e non si rende minimamente conto di quali sono i suoi bisogni in quel momento, il suo atteggiamento è assolutamente passivo, quasi remissivo. In realtà Persefone sceglie tutto, anche se inconsciamente. La non-scelta è pur sempre una scelta. Solo in un secondo momento, in Persefone avviene la trasformazione, Quando le danno i semi di melograno, lei li mangia, scegliendo di diventare la signora dell’Ade. È venuta dunque a patti con il suo inconscio, impara a dominarlo. e questo è quello che deve fare il cancro, riconoscere e gestire la sua parte inconscia. Persefone deve diventare adulta, non può rimanere Core, la bambina, la figlia di Demetra per sempre. Deve imparare a lottare per quello che vuole per quello e che desidera, (Marte e Venere).

Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano.”
Antoine de Saint-Exupery,

index

Il cancro mantiene un contatto profondo con il proprio bambino interno, con tutto quello che giace nella memoria, il passato, i ricordi, tutto quello che ha vissuto è inciso nel suo cuore. Il suo rapporto con il mondo dell’infanzia è sacro, come il rapporto con i bambini, ma deve imparare anche a non confrontarsi con il mondo esterno, in maniera adolescenziale e trattare tutti come fossero cuccioli indifesi e soprattutto nella vita reale, non può relegarli, quei bambini in un eterna infanzia,come vorrebbe nelle sue “segrete stanze”.

Ci restituisce bene questo concetto la dedica che Antoine de Saint-Exupery, fece nel “Il Piccolo Principe”

A Léon Werth

Chiedo scusa ai bambini per aver dedicato questo libro a un adulto. Ho un buon motivo: questo adulto è il migliore amico che ho al mondo. Ho un altro motivo: questo adulto può capire tutto, anche i libri per bambini. Ho un terzo motivo: questo adulto abita in Francia, dove ha fame e freddo. Ha un gran bisogno di essere consolato. Se tutti questi motivi non bastano, voglio dedicare il libro al bambino che quest’adulto è stato molto tempo fa. Tutti gli adulti sono stati prima di tutto dei bambini. (Ma pochi di loro se lo ricordano). Quindi correggo la dedica:

A Léon Werth, quando era bambino

Ma il cancro dovrà crescere e superare l’infanzia. Se diventa un adulto consapevole sarà una persona meravigliosa, se rimane un bambino ferito, sarà un adulto ferito, un eterno Peter Pan, difficilissimo da gestire. E per farlo dovrà lavorare duramente superare i propri traumi emotivi che lo rendono così bisognoso d’affetto, fagocitante e simbiotico. Non è mai libero. Nutre l’illusione totalmente inconscia di essere utile agli altri. Può arrivare a gestire la vita di chi ama completamente e se nell’infanzia ha sofferto sarà difficile superare questa modalità senza un adeguato riconoscimento della problematica. Deve imparare a lasciare andare a concedere all’altro un autonomia psicologica ed emotiva, deve soprattutto concederla a se stesso,superare il lato ombra. Il problema infatti è tutto legato alla tensione che vive fra dipendenza/autonomia così ben espresso nella dinamica cancro/capricorno. Il cancro solo apparentemente sembra molto dipendente, in realtà “crea dipendenza”. Il capricorno in modo diverso è anche lui vittima di questa dinamica, se in genere sembra una persona autonoma, completamente svincolata, in realtà, quando non è consapevole e maturo, cattura l’altro attraverso l’impegno totale del farsi carico(Saturno) delle responsabilità dell’altro, sostituendosi a lui nelle scelte.”Il capricorno deve trovare delle radici per riuscire a essere veramente indipendente, il cancro al contrario deve crearsi una struttura per uscire dalle sue dinamiche di trattenimento”Il cancro, quando non è risolto, cerca costantemente di trattenere i suoi affetti, di legarli a se nella sua ragnatela. Non è ancora in grado di separare e dividere le proprie emozioni da quelle altrui, è sempre tutto molto confuso per lui, io e l’altro in totale simbiotica fusione. Ecco perché poi ci appare spesso invasivo e disturbante, portato a intervenire senza che gli sia richiesto, quando sente che l’altro ha bisogno si attiva in una protezione ossessiva,va in ansia e ritiene giusto,quasi inevitabile aiutare senza rispettare gli altrui confini! Senza questo apparato e questa convinzione la sua vita è un deserto. Questa è costantemente la sua ricerca ,abbeverarsi dissetando gli altri..se non c’è questa speranza..non c’è amore. Sono infatti molto romantici,  artistici, dotati Continua a leggere

ARIETE,L’INDOMITO

by Nunzy Conti

“A scuola di Astrologia”

Immagine

“Sarai il primo a penetrare nei meandri della mente umana, portando la mia idea. Non è però tuo compito nutrire tale idea e metterla in qualche modo in dubbio. La tua vita è azione e l’unica azione che ti chiedo è di fare in modo che l’uomo divenga consapevole della mia creazione. Perché tu possa eseguire al meglio il tuo lavoro ti farà dono della fiducia in te stesso”.

Primo segno CARDINALE.Elemento FUOCO Domicilio:MARTE,Esaltazione:SOLE,Secondo domicilio di PLUTONE

L’ariete rappresenta l’esistere che deve trasformarsi in essere (Leone) che, a sua volta sarà un divenire (Sagittario).Inizia l’anno astrologico,da il via ad ogni cosa.Rappresenta simbolicamente la nascita, il nostro  inizio e il modo in cui ci presentiamo alla vita. È uno dei segni più vitali ed energici dello Zodiaco,insieme al Leone e al Sagittario racconta la comunione perfetta con il Sole. Marte, Plutone e il Sole in esaltazione, sono i pianeti che guidano questo spirito indomito.Ha una vitalità pazzesca, impulsi potentissimi,ed un rapporto complicato con l’aggressività:figlio adorato di Marte deve imparare a diventare forte ,per tanto tempo è solo reattivo,sempre in difesa,pronto a combattere infinite battaglie e nemici su tutti i fronti…ma in realtà quello che agita dentro è una profonda insicurezza.La fase Ariete è quella in cui il germoglio è molto fragile, e ci fa capire che  tutta questa forza in fondo, non c’è,ma solo un grande intuito…e una grande incoscienza…e se pensiamo che l’Ariete è il simbolo della prima casa e dell’ascendente..immaginiamo molto bene quale valore abbia nella nostra vita: la capacità di ognuno di venire al mondo e di nascere e rinascere infinite volte. Sempre pronto  a difendersi da attacchi esterni che  possono  distruggerlo, che possono in qualche modo minare questa fragile piantina che è appena nata.L’Ariete nel corso della sua vita deve rafforzarsi,deve mettere radici forti e una chioma folta e verdeggiante ,rafforzarsi all’interno e piano piano con la diminuzione della paura viene meno anche l’aggressività.L’Ariete simboleggia dal punto di vista anatomico la testa, il capo, la parte che dirige tutto il corpo ,e Marte rappresenta la direzione:per molta parte della sua vita “spara miccie” a destra e sinistra, si butta in ogni situazione, combatte su ogni fronte,spesso senza neanche sapere che cosa deve combattere, cosa  ha senso, che cosa  ha valore,  finisce per girare un po’ di qua un po’ di là perdendo,spesso di vista l’obiettivo. La difficoltà per un ariete è veramente quella di affrontare gli ostacoli che sono utili alla sua crescita, quelli che trova nella sua direzione, non qualsiasi ostacolo. È un concentrato di energie maschili (infatti incontra serie  difficoltà nel contattare le energie femminili),ed ha sempre un problema con la figura paterna, che da una parte fa da guida dall’altra rappresenta l’ autorità,con il compito preciso di mettere dei limiti,dei confini che l’ariete deve superare per diventare prima di tutto capo di se stesso.Non è un caso ovviamente che quadri il capricorno.”La difficoltà per un ariete è arrivare ad essere costante, la quadratura con Saturno e il capricorno è proprio questo.”(L.Fassio). Dunque autodisciplinarsi è l’obiettivo,integrare Saturno,il problema:lui dice” fermati,rifletti cerca la strategia migliore “, ma per l’ariete questo vuol dire perdere di intensità,di energia,ma dovrà imparare a farlo ,nel tempo, se vorrà portare a casa qualcosa;dovrà imparare a  mettere ordine  dentro il caos e capire dove lo vogliono portare tutte le diecimila battaglie che inizia  perché se finisce sempre fuori strada e in  direzioni che non sono quelle che desidera. Quell’inesauribile energia diventerà creativa nel momento in cui l’ariete saprà canalizzarla,altrimenti si disperderà e non creerà alcuna forma.”. Non solo brucia le cose ,ma alla fine brucierà tutte le possibilità che ha.” Quindi l’ariete ha veramente bisogno di dirigere la sua vita imponendo a Marte  direzione e scopo, la freccia non può andare dovunque, deve essere lui a  decidere dove.

zodiaco-sole-luna

La vera  forza ,dunque  che l’ariete deve raggiungere è una   volontà unidirezionale e una capacità di mediazione,cercando di imparare  da subito che cosa gli chiede il segno che sta di fronte,la Bilancia: se manca la possibilità di mediare non c’è  possibilità di scelta.Per fare questo deve abbassare un po’ la sua temperatura., e mettersi in relazione ,infatti il pianeta che manca all’ariete è proprio la Venere,signora della Bilancia.La capacità di venire a patti con Venere, per Marte è sempre  un problema… ha una difficoltà enorme nel valutare le conseguenze delle sue azioni , è così veloce che  le vede soltanto dopo..lui non è in contatto con il femminile,non riesce facilmente a dare valore alle cose, questo suo sentire non può essere solo la conseguenza di una pulsione ma  deve imparare a dare valore e a scegliere con il cuore.Deve riconoscere il suo valore indipendentemente dagli altri. Deve imparare a conoscere quali sono le parti che non vede di sé, e che vengono proiettate, c’è un ego spiccato che deve essere sempre sostenuto da qualcuno come uno specchio che rimanda costantemente la sua immagine..

Altro punto dolente dell’Ariete è la Luna(quadratura al cancro).Confrontarsi con le proprie emozioni, prenderle in considerazione ,darle lo spazio giusto è l’obiettivo..molto dipenderà da dove è posizionata la Luna nel TN. I sentimenti e le emozioni con la presenza di Marte ci garantiscono un approccio da guerriero. L’amore come conquista…come guerra. E invece dovrà imparare a riconoscere i suoi bisogni e a soddisfarli senza aspettare che siano gli altri a farlo,dovrà diventare autonomo e rispettare gli altri.”Del resto è un segno che ha delle cose fantastiche, è estremamente generoso,  uno dei segni più leali dello zodiaco ”

L’Ariete è uno sportivo fantastico. Deve scaricare le proprie energie continuamente,ed è un buon mezzo per evitare accumuli di aggressività e frustrazioni. Nell’analizzare il TN di un sole Ariete è di primaria importanza capire che tipo di Ariete è osservando con attenzione il Marte in che segno si trova e il rapporto con il proprio femminile legato alla  Luna e a Venere.

Eroe per eccellenza   affronta la vita con lealtà e a muso duro..ma con il cuore e l’ingenuità di un bambino,che per dirla tutta è la qualità migliore di questo straordinario segno.

Il  mito a lui dedicato è “Giasone e il vello d’oro“.

per un maggior approfondimento cliccate su Segno zodiacali-Ariete